Russian Cinese semplificato) Inglese filippina Italiano Japanese Korean Malay Thai vietnamita
informazioni Le leggi federali numero FZ 409-FZ 06.12.2011

legge numero federale 409-FZ dicembre 6 2011 anni

Sulle modifiche alla taluni atti legislativi della Federazione Russa
(Adottata dalla Duma di Stato, la 18.11.2011 29.11.2011 approvato dal Consiglio della Federazione di)
(Pubblicato sul portale web ufficiale di informazioni legali 07.12.2011, e in "Rossiyskaya Gazeta" numero 278 (5654) dal 09.12.2011 di entrata in vigore, vedi. Articolo 26 della presente legge)

Articolo 1

Scrivi articolo 26 della legge federale "sulle banche e attività bancaria" (come modificato dalla legge federale di 3 febbraio 1996, il numero 17-FZ) (Gazzetta del Congresso dei deputati del popolo della RSFSR e il Soviet Supremo della RSFSR, 1990, № 27, l'articolo 357 ;. Assemblea legislativa Federazione russa, 1996, № 6, l'articolo 492 ;. 2001, № 33, l'articolo 3424 ;. 2003, № 27, l'articolo 2700 ;. № 52, l'articolo 5033 ;. 2004, № 27, l'articolo 2711 ;. 2005, № 1 , Art 45,. 2007, № 31, Art 4011;. № 41, Art 4845,. 2009, № 23, Art 2776;. № 30, Art 3739,. 2010, № 31, Art 4193;. № 47, Art . 6028; 2011, № 7, l'articolo 905, № 27, 3873 v) le seguenti modifiche:..
1) nella seconda parte delle parole "le autorità doganali della Federazione Russa," sono soppressi;
2) parte l'aggiunta di ventitreesimo come segue:
"I documenti e le informazioni che contengono entità giuridiche segreto bancario e individui impegnati in attività imprenditoriali, senza un soggetto giuridico, forniti da istituti di credito Federazione Russa autorità doganali dello casi, modo e nella misura prevista dal codice doganale dell'Unione doganale e della legge federale del numero dell'anno 27 novembre 2010 311-FZ "Sulla regolamentazione doganale nella Federazione russa". le autorità doganali della Federazione russa e dei loro funzionari non può divulgare informazioni che ottenere il segreto bancario e ha ricevuto da loro dagli istituti di credito, ad eccezione dei casi previsti dalle leggi federali. Per la divulgazione di segreti bancari delle autorità doganali della Federazione Russa e dei loro funzionari hanno una responsabilità, compreso il pagamento dei danni, secondo la procedura stabilita dalla legge federale.".

Articolo 2
Scrivere nella Federazione Russa legge del 15 aprile 1993, il numero 4804-1 "sull'esportazione e importazione dei beni culturali" (Gazzetta del Congresso dei deputati del popolo della Federazione Russa e la Federazione Russa Soviet Supremo, 1993, № 20, l'articolo 718 ;. Assemblea della Federazione Russa, 2004 ...., № 45, l'articolo 4377; 2008, № 30, l'articolo 3616; 2009, № 29, l'articolo 3587; 2011, № 27, 3880 v) le seguenti modifiche:
1) nel secondo paragrafo del preambolo delle parole "La legislazione doganale della Federazione Russa" con le parole "della legislazione Federazione Russa in materia doganale";
2) articolo 2 considerato nullo;
3) articolo 5:
a) al secondo comma le parole "il confine doganale della Federazione Russa" con le parole "il confine di Stato della Federazione Russa";
b) al terzo comma le parole "il confine doganale della Federazione Russa" con le parole "il confine di Stato della Federazione Russa";
c) Al quarto comma, i termini "il confine doganale della Federazione Russa" con le parole "il confine di Stato della Federazione Russa";
g) nel quinto comma, le parole "il confine doganale della Federazione Russa" con le parole "il confine di Stato della Federazione Russa";
4) articolo 12 della parola "Comitato doganale di Stato della Federazione Russa" con le parole "l'organo esecutivo federale autorizzato nel settore doganale", le parole "della Federazione Russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale all'interno della Comunità economica eurasiatica (di seguito - Dogana Union) e la Federazione russa ";
5) nel comma Articolo parole 3 15 "il Comitato doganale di Stato della Federazione Russa" con le parole "L'organo esecutivo federale autorizzato nel campo degli affari doganali";
6) nella seconda parte dell'articolo parole 19 "il confine doganale e lo stato della Federazione russa" con le parole "il confine di Stato della Federazione Russa";
7) nella seconda parte delle parole dell'articolo 22 "legislazione doganale della Federazione russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale e (o) della Federazione russa sulla legislazione doganale";
parole 8) articolo 23 "del Comitato doganale statale della Federazione Russa" con le parole "l'organo esecutivo federale autorizzato nel settore delle dogane";
9) articolo 25 parole "la legislazione doganale della Federazione russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale e (o) la legislazione Federazione Russa in materia doganale";
10) articolo 26 parole "la legislazione doganale della Federazione russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale e (o) la legislazione Federazione Russa in materia doganale";
11) nella seconda parte dell'articolo parole 29 "il confine doganale e lo stato della Federazione russa" con le parole "il confine di Stato della Federazione Russa";
12) in termini articolo 35 "del Comitato doganale statale della Federazione Russa" con le parole "l'organo esecutivo federale autorizzato nel settore delle dogane";
13) nel comma Articolo 1 56 parole "e la legislazione doganale della Federazione russa" con le parole "La legislazione doganale dell'Unione doganale e (o) la legge della Federazione russa in materia di dogane".

Articolo 3
Scrivere nella Federazione Russa legge del 21 maggio 1993, il numero 5003-1 "On tariffa doganale" (Gazzetta del Congresso dei deputati del popolo della Federazione Russa e la Federazione Russa Soviet Supremo, 1993, № 23, l'articolo 821 ;. Assemblea della Federazione Russa, 1995, № 32 , Articolo 3204 ;. № 48, l'articolo 4567 ;. 1996, № 1, l'articolo 4 ;. 1997, № 6, l'articolo 709 ;. 1999, № 7, l'articolo 879 ;. № 18, l'articolo 2221 ;. 2000, № 22 , Articolo 2263 ;. 2001, № 33, l'articolo 3429 ;. № 53, l'articolo 5026 ;. 2002, № 22, l'articolo 2026 ;. № 30, l'articolo 3033 ;. 2003, № 23, l'articolo 2174 ;. № 28, art . 2893, № 50, l'articolo 4845 ;. 2004, № 19, l'articolo 1834 ;. № 27, l'articolo 2711 ;. № 35, l'articolo 3607 ;. 2005, № 30, l'articolo 3123 ;. № 46, l'articolo 4625 ;. № 52, Articolo 5581 ;. 2006, № 31, l'articolo 3444 ;. № 47, l'articolo 4819 ;. 2007, № 49, l'articolo 6071 ;. № 50, l'articolo 6234 ;. 2008, № 49, l'articolo 5732, 5748 ;. 2009 ..., № 1, l'articolo 22, № 26, l'articolo 3123; 2010, № 50, 6593 v) le seguenti modifiche:
1) L'articolo 1 è modificato come segue:
"Articolo 1. Gli obiettivi della presente legge
Questa legge definisce la procedura per l'applicazione dei dazi all'esportazione, l'istituzione delle aliquote dei dazi doganali di esportazione e l'elenco dei prodotti per i quali si applicano, esenzioni dal pagamento dei dazi doganali di esportazione, in particolare l'applicazione di importazione dazi doganali a seconda del paese di origine delle merci e sulle condizioni della loro importazione, così come le caratteristiche della concessione di preferenze tariffarie e contingenti tariffari. ";
2) articolo 2 considerato nullo;
3) articolo 3:
a) al paragrafo parole 1 "in movimento merci attraverso il confine doganale della Federazione Russa" con le parole "impegnati nella importazione nella Federazione Russa e l'esportazione dalla Federazione Russa delle merci";
b) il punto 2 è modificato come segue:
"2 Per quanto riguarda le merci provenienti da paesi, il commercio e le relazioni politiche che forniscono il trattamento della nazione più favorita, le aliquote dei dazi doganali all'importazione della tariffa doganale comune dell'Unione doganale all'interno del EurAsEC (di seguito - l'Unione doganale)..
Per quanto riguarda le merci provenienti da paesi, il commercio e le relazioni politiche con le quali non prevedono un trattamento più favorita nazione, le aliquote dei dazi doganali all'importazione della tariffa doganale comune dell'Unione doganale aumentato della metà, salvo i casi di preferenze tariffarie sulla base delle disposizioni dei trattati internazionali Uniti - i membri della dogana Unione, i trattati internazionali della Federazione russa.
Per quanto riguarda le merci, paese di origine non è stata stabilita, le aliquote dei dazi doganali all'importazione della tariffa doganale comune dell'Unione doganale, salvo nei casi previsti dai trattati internazionali dei - membri dell'Unione doganale, gli accordi internazionali della Federazione Russa. ";
c) al primo comma del paragrafo parole 4 "TN VED della Russia" con le parole "Single Commodity nomenclatura del commercio estero dell'Unione doganale (CU SA)";
4) articolo 5:
a) Al paragrafo 1:
1 comma è sostituito dal seguente:
"Dovere 1) doganale - un versamento obbligatorio al bilancio federale, raccolti dalle autorità doganali in relazione alla circolazione delle merci attraverso il confine doganale dell'unione doganale e in altri casi specificati in conformità con gli accordi internazionali di - membri dell'Unione doganale e (o) della Federazione Russa;" ;
comma 2 - 6 dichiarata nulla;
b) la lettera 2 è abrogato;
c) al paragrafo 3 parole "legislazione doganale della Federazione russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale, la legislazione Federazione Russa in materia doganale";
5) articolo 6 della parola "ingresso e" sono soppressi;
6) articolo 7 considerato nullo;
7) articolo 12 considerato nullo;
8) articolo 13:
a) punto 1 è abrogato;
b) al paragrafo 2:
comma 1 è abrogata;
comma 2 parole "trasferimento illecito di beni importati attraverso il confine doganale della Federazione Russa" con le parole "contrabbando di merci verso la Federazione Russa";
c) la lettera 3 è abrogato;
9) articolo 14 considerato nullo;
10) la sezione IV è abrogato;
11) L'articolo 34 è modificato come segue:
"Articolo 34 concessioni tariffarie.
1. Le concessioni tariffarie nei confronti delle merci importate nella Federazione Russa, sono concessi in conformità con il codice doganale dell'Unione doganale, i trattati internazionali dei - membri dell'Unione doganale.
2. Le concessioni tariffarie nei confronti delle merci esportate dalla Federazione Russa sono stabilite dalla presente legge e non possono essere individuali.
3. Ai fini della presente legge il beneficio delle preferenze tariffarie nei confronti delle merci esportate dalla Federazione russa, a condizione che si riferisce alla condizione di reciprocità o unilateralmente l'attuazione del privilegio Federazione Russa politica commerciale sotto forma di esenzione dai dazi doganali o la riduzione dei dazi doganali.
4. L'ordine di concedere preferenze tariffarie stabilite dalla presente legge è determinata dal governo russo. ";
12) L'articolo 35 è modificato come segue:
"Articolo 35. La fornitura di preferenze tariffarie
1. Da dazi doganali sono esenti:
1) sottopone logistica e attrezzature, carburante, cibo e altri beni esportati dalla Federazione russa al fine di garantire che le attività di russo e in affitto (noleggiata) dai funzionari russi per le navi che effettuano la pesca;
2) le merci esportate dalla Federazione russa per la decisione del governo della Federazione Russa nei paesi che non sono membri - membri dell'Unione doganale, come gli aiuti umanitari, al fine di eliminare le conseguenze di incidenti e catastrofi, disastri naturali, per scopi benefici da parte degli Stati, organizzazioni internazionali, governi, tra cui per l'assistenza tecnica (assistenza);
3) le merci, ad eccezione delle accise, secondo l'elenco approvato dal governo della Federazione Russa esportato dalla Federazione russa nel quadro della cooperazione internazionale della Federazione Russa nel campo della esplorazione e l'uso dello spazio esterno, nonché accordi di servizio per il lancio di veicoli spaziali;
4) Products (prodotti) esportati dalla Federazione Russa compiuti nell'attuazione di accordi di condivisione della produzione e dei soggetti appartenenti ad un accordo di ripartizione della produzione.
2. Secondo la decisione della Federazione Russa possono essere concessi concessioni tariffarie sotto forma di esenzione dai dazi doganali o riduzione dei dazi doganali nei confronti di:
1) esportati dalla Federazione russa della merce entro i complessi consegne per la costruzione di collaborazione investimenti oggetti all'estero, in conformità con i trattati internazionali della Federazione Russa;
2) esportato dalla Federazione Russa delle merci all'interno dei volumi di fornitura per l'esportazione per le esigenze statali federali individuate in conformità con la legislazione russa su ordini di beni, opere e servizi per statali e municipali esigenze. ";
13) L'articolo 36 è modificato come segue:
". Preferenze tariffari e contingenti tariffari Articolo 36
1. La Federazione Russa concede preferenze tariffarie in conformità con gli accordi internazionali di - membri dell'Unione doganale, i trattati internazionali della Federazione Russa.
Ai fini del presente articolo, le preferenze tariffarie significa esenzione dai dazi all'importazione sulle merci originarie dei paesi che formano insieme con la Federazione Russa di una zona di libero scambio, o hanno firmato un accordo finalizzato alla creazione di tale zona, o di una riduzione dei dazi all'importazione sui beni provenienti da via di sviluppo o paesi meno sviluppati, utilizzando un unico sistema di preferenze tariffarie dell'Unione doganale.
2. Ai fini del presente articolo, per le merci importate nella Federazione Russa, nell'ambito del contingente tariffario si riferisce alla misura regolamentare di importazione alla Federazione Russa di alcuni tipi di prodotti agricoli originari dei paesi terzi, che prevede l'uso in un determinato periodo di dazi più bassi durante l'importazione di una certa quantità di merci (in termini natura o in valore), rispetto al tasso del dazio all'importazione applicata secondo la tariffa doganale comune dell'Unione doganale.
Per le merci importate nella Federazione russa sulla quantità set (quota) del dazio doganale applicato in conformità alla tariffa doganale comune dell'Unione doganale.
3. Il metodo e la procedura per l'assegnazione di contingenti tariffari per le merci importate tra i partecipanti delle attività di commercio con l'estero, nonché, se necessario, la ripartizione dei contingenti tariffari tra i paesi terzi determinati dalla Commissione dell'Unione doganale o da una decisione della Commissione dell'Unione doganale del Governo della Federazione Russa.
In conformità con la procedura stabilita dal governo della Federazione Russa, il volume dei contingenti tariffari sono distribuiti tra i partecipanti delle attività del commercio estero sui risultati delle offerte (aste) o in proporzione al volume di merci provenienti da un paese straniero e importato nel territorio della Federazione Russa per un periodo da determinare da parte del governo.
4. Ai fini del presente articolo per quanto riguarda le merci esportate dalla Federazione russa, nell'ambito del contingente tariffario è inteso misura l'esportazione di regolamentazione da parte della Federazione Russa di merci originarie della Federazione russa, che prevede l'uso in un certo periodo di bassi tassi di dazi doganali di esportazione Quando si esporta un determinato quantitativo di beni (in natura o valore) rispetto al tasso del dazio doganale di esportazione fissato dal governo russo.
Per le merci esportate dalla Federazione russa sulla quantità set (quota), applicato aliquote di dazio all'esportazione stabilita dal governo RF.
5. I contingenti tariffari per l'esportazione di merci stabiliti dal governo russo.
Il metodo e la procedura per l'assegnazione di contingenti tariffari per le merci esportate tra i partecipanti delle attività di commercio con l'estero, nonché, se necessario, la ripartizione dei contingenti tariffari tra i paesi terzi è determinata dal governo russo. ";
14) articolo 37 considerato nullo.

Articolo 4

La legge federale sulla 13 dicembre 1996, il numero 150-FZ "sulle armi" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 1996, № 51, l'articolo 5681 ;. 2003, № 2, l'articolo 167 ;. 2009, № 1, art 17 .; ..... № 7, l'articolo 770, № 30, l'articolo 3735; 2010, № 23, l'articolo 2793; 2011, № 1, l'articolo 10, № 30, 4596 v) le seguenti modifiche:
1) nel dodicesimo comma del primo articolo 1 della parola "importazione di armi nella Federazione Russa" con "importazione di armi nella Federazione Russa";
2) nella seconda parte dell'articolo parole 7 "importate nel territorio della Federazione Russa" con le parole "importati nella Federazione Russa";
3) nella seconda parte dell'articolo parole 8 "importate nel territorio della Federazione Russa" con le parole "importati nella Federazione Russa";
4) articolo 14:
a) Nel titolo le parole "nel territorio della Federazione Russa" con le parole "importazione nella Federazione Russa";
b) nella terza parte le parole "nel territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
c) nella quarta parte delle parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
g) nella quinta parte delle parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
5) articolo 17:
a) Nel titolo le parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
b) nella prima parte le parole "nel territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
c) nella seconda parte le parole "nel territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
g) nella terza parte le parole "nel territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
d) nella quarta parte le parole "nella Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa", le parole "dal territorio della Federazione Russa" con le parole "della Federazione Russa";
e) Nella quinta parte delle parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
g) nella sesta parte le parole "nel territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
h) nel settimo parte delle parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
6) articolo 23 parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
7) al paragrafo 3 27 la prima parte dell'articolo le parole "il codice doganale della Federazione Russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale all'interno del EurAsEC e (o) la legge della Federazione russa in materia di dogane".

Articolo 5
Nel paragrafo 3 articolo 112 del Codice Air della Federazione Russa (Raccolta della Federazione Russa, 1997, № 12, Art. 1383) i termini "la legislazione doganale della Federazione russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale all'interno del EurAsEC e (o) della legislazione della Federazione Russa in materia doganale davvero. "

Articolo 6
La legge federale sulla 21 luglio 1997, il numero 114-FZ "On servizio delle autorità doganali della Federazione Russa" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 1997, № 30, l'articolo 3586 ;. 2002, № 27, l'articolo 2620 ;. 2004, № 27 .., l'articolo 2711; 2008, № 26, 3022 v) le seguenti modifiche:
1) L'articolo 2 è modificato come segue:
"Articolo 2. La base giuridica per il servizio nei corpi doganali
La base giuridica del servizio nei corpi doganali della Federazione Russa costituiscono la Costituzione, la legislazione della Federazione Russa per le questioni doganali, l'attuale legge federale, altre leggi federali e altri atti normativi della Federazione Russa che regolano la procedura per servire in dogana. ";
2) L'articolo 3 è modificato come segue:
"funzionari Articolo 3. doganali
I doganieri sono cittadini di sostituire le posizioni del personale in questi corpi, che sono assegnati ranghi speciali (di seguito - i doganieri) ed i funzionari federali delle autorità doganali. ";
3) al punto comma 13 1 16 articolo le parole "capo 61 del codice doganale della Federazione Russa" con le parole "legislazione russa in materia doganale."

Articolo 7
La legge federale del 25 febbraio 1999, il numero 39-FZ "On Investment attività nella Federazione Russa, sotto forma di investimenti di capitale" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 1999, numero 9, articolo 1096 ;. 2000, № 2, art 143. ; 2007, № 31, l'articolo 4012; 2011, № 30, l'articolo 4563, 4596) le seguenti modifiche.:.
1) nella ottavo comma dell'articolo 1 della parola "dazi doganali (ad eccezione per le funzioni speciali derivanti dall'applicazione delle misure di protezione degli interessi economici della Federazione Russa per l'attuazione del commercio estero di beni in conformità con la legislazione della Federazione Russa)," sono soppressi;
2) articolo 15:
a) al paragrafo parole 2 "dazi doganali (ad eccezione di particolari cariche derivanti dall'applicazione delle misure di protezione degli interessi economici della Federazione Russa per l'attuazione del commercio estero di beni in conformità con la legislazione della Federazione Russa)," sono soppressi, le parole "nel territorio doganale della Federazione Russa" sostituire le parole "nella Federazione russa";
b) al secondo comma del paragrafo 6 parole "dazi all'importazione" sono soppresse.

Articolo 8
Nel primo paragrafo del punto dell'articolo 1 28 della legge federale del 25 febbraio 1999, il numero 40-FZ "On insolvenza (fallimento)" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 1999, № 9, l'articolo 1097 ;. 2001, № 26, art 2590. ; 2004, № 34, l'articolo 3536 ;. 2009, № 18, l'articolo 2153 ;. 2011, № 27, art 3873) i termini "la legislazione doganale della Federazione russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale entro il EurAsEC e (o) la legge. Federazione russa in materia di dogane ".

Articolo 9
La legge federale sulla 31 maggio 1999, il numero 104-FZ "On zona economica speciale nella regione di Magadan" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 1999, № 23, l'articolo 2807 ;. 2004, № 27, l'articolo 2711 ;. 2005, № 30 .., l'articolo 3128, № 52, 5575 v) le seguenti modifiche:
1) a parole l'articolo 1 "e funzionamento" sono sostituite con le parole ", il funzionamento e la cessazione del funzionamento";
2) articolo 3:
a) Nel secondo comma, i termini "e del regime doganale di zona doganale libera";
b) il quarto comma è sostituito dal seguente:
"Partecipante nella Zona Economica Speciale - un imprenditore persona fisica o giuridica, registrate in conformità con la legislazione della Federazione russa sul territorio della zona economica speciale, si è conclusa con l'amministrazione delle zone economiche speciali stipulato nell'accordo sulle (speciali) zone franche nel territorio doganale dell'Unione doganale e costumi procedura di zona doganale libera da anni giugno 18 2010 (di seguito - SEZ accordo) un accordo sulla realizzazione di attività a t rritorii Zona Economica Speciale (di seguito - accordo sulla realizzazione di attività) e sono inclusi nel registro dei membri della Zona Economica Speciale (di seguito - Registrati). Membro della Zona Economica Speciale deve avere una voce di certificato di registrazione conferma in voci di registro registro di un imprenditore persona fisica o giuridica come membro zona economica speciale (di seguito - il certificato di registrazione), per svolgere la sua attività principale e avere un minimo di 75 per cento delle immobilizzazioni in t regione erritorii Magadan ".;
c) l'aggiunta di una parte due come segue:
"Altri concetti utilizzati nella presente legge federale nei valori determinati dalla legislazione doganale dell'Unione doganale all'interno della Comunità eurasiatica economica (di seguito - l'Unione doganale)., Trattati internazionali che costituiscono la base giuridica dell'Unione doganale, la legislazione della Federazione Russa in materia doganale e di altre normative della Federazione Russa" ;
3) L'articolo 4 è modificato come segue:
"Articolo 4. Regolazione giuridica dell'attività economica nella Zona Economica Speciale
Le autorità pubbliche della Federazione Russa e le autorità statali della regione di Magadan effettuato la regolamentazione giuridica delle attività economiche sul territorio della zona economica speciale in accordo con la loro competenza stabilito dalla Costituzione della Federazione Russa, della Federazione Russa e della presente legge federale.
Responsabile Amministrativo della Zona Economica Speciale è nominato e revocato dal Duma regionale Magadan sulla proposta dell'amministrazione della regione di Magadan.
Un regime giuridico speciale di attività economica, stabilito dalla presente legge federale, è previsto per i partecipanti alla zona economica speciale.
entità di business acquisiscono lo status dei partecipanti nella zona economica speciale dalla data di entrata rilevante nel registro tenuto dalla somministrazione di zona economica speciale in conformità con la legge della regione di Magadan, tenendo conto dei requisiti stabiliti conformemente alla normativa doganale dell'Unione doganale.
Amministrazione della zona economica speciale rende la voce del Registro del membro di registrazione della zona economica speciale entro tre giorni lavorativi dalla firma dell'accordo con lui sulla realizzazione delle attività. La procedura per la conclusione di un accordo sulla realizzazione delle attività, apportando modifiche e la sua cessazione stabiliti dalla legge della Regione di Magadan.
Amministrazione del partecipante zona economica speciale conferisce uno speciale certificato di registrazione zona economica, il giorno della relativa iscrizione nel registro.
La forma del certificato di registrazione è stabilito dalla legge della Regione Magadan, se un singolo modulo del certificato non è definito dalla Commissione dell'Unione doganale. La legge della regione di Magadan è determinato dall'ordine di rilascio, rinnovo e la cessazione, compresa la soppressione del certificato di registrazione.
La somministrazione di zona economica speciale deve fornire informazioni sulla registrazione di una persona come membro della zona economica speciale ed è una copia dell'accordo sulla realizzazione delle attività delle autorità fiscali e doganali durante il giorno lavorativo successivo alla data di entrata rilevante nel registro.
Se si esclude un membro della Zona Economica Speciale dal registro dell'amministrazione della Zona Economica Speciale di fare una voce appropriata nel registro.
Amministrazione della Zona Economica Speciale fornisce informazioni per escludere un partecipante della Zona Economica Speciale dal registro indicando le ragioni di una tale eccezione alle autorità fiscali e doganali durante il giorno lavorativo successivo alla data di entrata nelle voci di registro corrispondenti.
Amministrazione della Zona Economica Speciale di ogni anno entro e non oltre 1 aprile dell'anno a seguito della relazione è la relazione del governo sui risultati del funzionamento della zona economica speciale nel frattempo. ";
4) articolo 4.1 integrato come segue:
"Articolo 4.1. Esclusione Partito zona economica speciale dal registro
1. Membro della zona economica speciale è escluso dal Registro di sistema:
1) sulla base della loro presentate per iscritto alla domanda di esclusione dal registro (il giorno successivo alla data di ricevimento della Autorità Zona Economica Speciale della domanda);
2), sulla base della decisione un arbitrato di corte esecutivo di escludere un partecipante della Zona Economica Speciale dal registro;
3) nel caso di inserimento nel registro dello Stato unificato delle persone giuridiche della persona giuridica è in liquidazione (il giorno successivo alla data di entrata in questione nel registro dello Stato unificato delle persone giuridiche);
4) in caso di cessazione di un soggetto giuridico - membro della Zona Economica Speciale a seguito della sua riorganizzazione (il giorno successivo alla data di completamento della riorganizzazione);
5) in caso di esclusione di un individuo dal registro dello stato unitario dei singoli imprenditori (dal giorno successivo alla data di entrata rilevante nel Registro Statale Unificato degli imprenditori individuali);
6) in caso di cancellazione del certificato di registrazione (a partire dalla data di cancellazione).
2. La carta di circolazione deve essere annullato in anticipo rispetto alla zona economica speciale nel caso stabilito che l'ottenimento di un certificato di registrazione usando documenti falsi e (o) informazioni deliberatamente false ".;
5) articolo 6 considerato nullo;
6) articolo 6.1 integrato come segue:
"Articolo 6.1. La procedura doganale di zona doganale libera
1. Questo articolo definisce l'uso del territorio della zona economica speciale della procedura di zona doganale libera, istituita in conformità con la normativa doganale dell'Unione doganale.
La procedura e la tecnologia delle operazioni doganali per le merci, compresi i veicoli importati (importato) nel territorio della zona economica speciale e esportate dal territorio della zona economica speciale è determinato dall'organo federale del potere esecutivo autorizzato nel settore delle dogane.
2. Sul territorio della zona economica speciale può essere posizionato e utilizzato le merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera, unione doganale, non è posto sotto il regime doganale della zona doganale libera e merci estere, posta sotto altri regimi doganali.
3. Sul territorio della zona economica speciale al regime doganale della zona doganale libera.
Contenuto del regime doganale di zona doganale libera è definita dall'accordo sulla FEZ.
4. Il regime doganale della zona doganale liberi non si applica ai beni dell'Unione doganale nel territorio di una zona economica speciale o importato nel territorio della zona economica speciale.
5. merci straniere poste sotto libero regime di zona doganale, le merci fatte (ottenuta) con l'utilizzo di merci estere poste sotto libere consuetudini regime di zona e delle merci fatte (ottenuto) con l'utilizzo di merci estere poste sotto libero regime di zona dogana, e merci dell'Unione doganale possono essere localizzati e utilizzati solo sul territorio delle zone economiche speciali, tranne nei casi specificati dal comma del presente articolo 23.
6. Condizioni di vincolo al regime doganale di zona doganale libere è determinata dal consenso del FEZ.
7. Sotto il regime doganale della zona doganale libera non possono essere immessi prodotti, istituita in conformità con l'accordo sul FEZ, tra cui:
1) prodotti soggetti ad accisa;
2) prodotti in conformità con l'elenco compilato dal governo russo, tra cui la proposta dell'organo esecutivo supremo del potere statale della Regione Magadan.
8. Merci poste partecipanti nelle zone economiche speciali al regime doganale di zona doganale libera per la realizzazione delle loro attività sul territorio della zona economica speciale in conformità con l'accordo sulla realizzazione delle attività.
9. Dichiarante di merci vincolate ad doganali libero regime di zona può solo partecipante alla zona economica speciale.
10. Quando la dichiarazione doganale delle merci vincolate doganali libero regime di zona al fine di dimostrare il rispetto delle condizioni per il vincolo delle merci ad un regime doganale dei seguenti documenti sono presentati alle autorità doganali (le copie autenticate dalla persona che li ha presentato):
1) l'accordo sulla realizzazione delle attività;
2) certificato di registrazione.
11. Per merci estere livello locale (posta) al regime doganale della zona doganale libera e destinati ad effettuare in relazione a tali beni per operazioni di trattamento (trasformazione), a seguito della quale le merci perdono le loro caratteristiche individuali, e (o) per la fabbricazione di prodotti (gruppo includendo , smontaggio, installazione, regolazione), così come la riparazione, l'autorità doganale su richiesta del dichiarante effettua l'identificazione di tali merci nei prodotti in (ottenuto) con l'uso di merci estere locale nnyh sotto dogana libera regime di zona, fatte salve le disposizioni dei paragrafi 12 - 14 questo articolo.
12. Al fine di identificare le merci straniere vincolate al regime doganale di zona doganale liberi di manufatti (realizzato) con l'utilizzo di merci estere vincolate al regime doganale di zona doganale libera, utilizzato metodi di identificazione stabilite dall'accordo sul FEZ.
13. Accettabilità del metodo rivendicato per identificare merci estere vincolate procedura doganale libera per i manufatti (preparato) usando le merci estere vincolate procedura doganale connessione stabilita dalla dogana date le caratteristiche di merci ed operazioni con essi, detta al punto di questo articolo 11. Se il metodo dichiarante proposto per l'identificazione delle merci estere livello locale (posta) al regime doganale della zona doganale trasporto merci fabbricati (ottenuta) con uso di merci estere vincolate doganale libera regime di zona, l'autorità doganale ritiene opportuno, l'autorità doganale ha il diritto di determinare autonomamente la metodo di autenticazione.
14. La procedura di identificazione delle merci estere poste (posto) sotto il regime doganale di zona doganale libera di manufatti (realizzato) con l'utilizzo di merci estere vincolate al regime doganale di zona doganale libera, definito dal l'organo esecutivo federale autorizzato nel settore doganale.
15. Le transazioni effettuate con merci straniere vincolate al regime doganale di zona doganale libera, definito in conformità con l'accordo sul Fez.
Per quanto riguarda le merci estere vincolate al regime doganale delle zone e delle merci in dogana gratuito prodotto (fatta) con l'utilizzo di merci estere vincolate al regime doganale di zona doganale libera nel territorio della zona economica speciale permesso il trasferimento della proprietà, uso e smaltimento (o), comprese le vendite al dettaglio di beni e il loro consumo.
Il governo russo ha il diritto di stabilire l'elenco delle operazioni vietate con le merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera nel territorio della zona economica speciale. La corrispondente decreto della Federazione Russa entrerà in vigore non prima di un anno dopo la data della sua pubblicazione ufficiale.
16. Durante l'esportazione di merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera e merci (o) realizzato (ottenuta) con l'utilizzo delle merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera dal territorio di una zona economica speciale per il regime doganale di zona doganale libera deve essere completato per tranne l'invio di individui nel post sul resto del territorio doganale dell'Unione doganale di beni per uso personale e di quanto previsto ai punti 23 e 24 questo articolo.
17. Una volta completata la procedura doganale della zona doganale libera dichiarando la merce può essere un membro della Zona economica speciale, che è stato dichiarando la merce per la dichiarazione in dogana delle merci secondo la procedura doganale della zona franca, o di qualsiasi altra persona di cui al comma 1 o quinto comma comma dell'articolo 2 186 doganale Codice dell'Unione doganale.
Calcolo dei dazi doganali e delle tasse, a conclusione della procedura di zona doganale libera è effettuata in conformità con il calcolo dei dazi doganali regole e tasse imposte per il regime doganale al quale collocato merci estere poste sotto libere consuetudini di zona e (o) manufatti (ottenuta) con l'utilizzo di merci estere poste sotto libere consuetudini di zona con le specifiche stabilite dall'accordo sul FEZ.
La determinazione dello status di beni confezionati (ottenuta) con l'utilizzo di merci estere poste sotto libero regime di zona doganale è effettuata in conformità con l'accordo sul FEZ.
18. Se durante il controllo i costumi del corpo costumi rilevato segni che il documento che conferma lo stato dei beni fatte (ottenuto) con utilizzo di merci estere poste sotto dogana libero regime di zona, contiene informazioni false e (o) emesso sulla base di informazioni false, inaccurate e ( o) informazioni incomplete, l'autorità doganale trasmette un appello motivata al corpo autorizzato dal governo della Federazione russa sulla questione del documento (di seguito - l'autorità di autorizzare documento NNY sulla questione di confermare lo stato delle merci), per condurre un ulteriore, insieme con l'autorità doganale controlla la validità di tale documento. Secondo i risultati di questa ispezione un documento che confermi lo stato della merce potrà essere annullato autorità autorizzata a rilasciare il documento che conferma lo stato della merce.
La procedura per l'organizzazione e lo svolgimento di controlli di cui al primo comma del presente comma è determinata dall'organo federale del potere esecutivo autorizzato nel campo degli affari doganali insieme con l'organismo autorizzato a rilasciare il documento che conferma lo stato della merce.
19. Nel caso di stato di partecipante affrontare la perdita di una zona economica speciale e l'adempimento del contratto sulla realizzazione delle attività delle apparecchiature poste sotto libere consuetudini regime di zona e messa in servizio e le merci vincolate libere consuetudini di zona e utilizzato per la realizzazione di immobili sul territorio della speciale zona economica, riconosciuti come beni dell'Unione doganale senza essere sotto controllo doganale, senza il pagamento di dazi doganali e tasse, senza l'uso di preta e le restrizioni e senza vincolo al regime doganale di immissione in consumo interno.
In caso di perdita di uno status partito persona di una zona economica speciale di merci vincolate a questo utente della zona economica speciale sotto il regime doganale zona franca, fatta eccezione per le merci di cui al primo comma del presente paragrafo, conserva la qualità di beni esteri, e sotto controllo doganale entro cinque anni dalla data di ponendole sotto il regime doganale di zona doganale libera. Dopo questo periodo, tali merci sono considerate merci dell'Unione doganale senza essere sotto controllo doganale, senza il pagamento di dazi doganali e tasse, senza applicazione di divieti e restrizioni e senza vincolo al regime doganale di immissione in consumo interno.
In relazione ai prodotti di cui al primo e al secondo comma del presente paragrafo, non è richiesto il completamento della procedura doganale della zona doganale liberi.
Le disposizioni del presente comma non si applicano in caso di perdita di uno status partito persona di una zona economica speciale per i motivi di cui al punto paragrafo dell'articolo 6 1 41 del presente documento.
20. Al fine di rilevare i beni di cui al comma del presente articolo 19, i beni del partecipante dell'Unione doganale nella zona economica speciale deve essere presentata all'ufficio doganale una dichiarazione scritta, redatta in qualsiasi forma, e documenti contenenti informazioni:
1) partecipante zona economica speciale;
2) sull'attuazione del partecipante zona economica speciale in accordo sull'attuazione delle attività;
3) concernente l'immissione di tali merci al regime doganale di zona doganale libera;
4) la messa in attrezzature, se l'applicazione è in relazione all'apparecchiatura;
5) per la registrazione della proprietà partecipante nel registro dello Stato unificato dei diritti di beni immobili della zona economica speciale nel settore immobiliare e operazioni con essa, se l'applicazione è in materia di beni utilizzati per la realizzazione di immobili sul territorio della zona economica speciale.
21. I documenti che confermano le informazioni sui partecipanti della zona economica speciale, sono i seguenti:
1) i documenti costitutivi;
2) documento che conferma l'ingresso dei partecipanti della zona economica speciale - una persona giuridica nello Stato Registro Unico delle persone giuridiche, o di un documento che conferma l'ingresso dei partecipanti della zona economica speciale - una persona fisica nel registro dello stato uniforme dei singoli imprenditori. Se il documento non viene presentato ai partecipanti della zona economica speciale, su richiesta inter-agenzie delle autorità doganali l'autorità esecutivo federale responsabile per la registrazione statale delle persone giuridiche e persone fisiche come singoli imprenditori, fornendo le informazioni che confermano che il pagamento della persona giuridica o un imprenditore individuale nel registro dello Stato unificato delle persone giuridiche e unificata registro dello Stato di singoli imprenditori, rispettivamente, etstvenno;
3) certificato di iscrizione presso l'autorità fiscale. Se il documento non sia presentata da zona economica speciale, su richiesta inter-agenzie delle autorità doganali l'organo esecutivo federale funzioni di controllo e vigilanza sul rispetto della normativa fiscale esercizio, fornisce informazioni che conferma la dichiarazione della persona giuridica o la registrazione imprenditore individuale l'autorità fiscale;
4) certificato di registrazione.
22. Il documento che conferma l'esecuzione del partecipante zona economica speciale in accordo sulla realizzazione delle attività, un certificato di esecuzione del contratto, rilasciata dall'amministrazione della zona economica speciale secondo le modalità previste dalla legge della Regione Magadan.
23. Le merci vincolate al regime doganale di zona doganale franca possono essere esportate al resto della regione Magadan partecipanti della zona economica speciale ai fini della loro collocazione e (o) per propri bisogni industriali e tecnologiche, nel rispetto dei requisiti di cui all'articolo 6.2 del presente documento.
Ai fini del presente paragrafo, sotto la propria produzione e le esigenze tecnologiche del partecipante compreso le esigenze di una zona economica speciale, necessarie per lo svolgimento delle sue attività, un accordo specifico sulla realizzazione di attività e connessi con lo sviluppo di giacimenti di minerali, minerario, manifatturiero e delle costruzioni.
24. In caso di esportazione dal territorio della zona economica speciale per il resto del territorio doganale delle merci Unione doganale per uso personale, non sono beni dell'Unione doganale ed esportati da persone fisiche all'interno del movimento standard di costi, quantità e peso delle merci per uso personale in esenzione dai pagamenti doganali stabilita trattato stabilisce internazionali - membri dell'Unione doganale in materia di circolazione delle merci da parte di individui per uso personale attraverso là confine fluoropyridinium dell'Unione doganale e operazioni doganali connesse con il loro rilascio, non è richiesto il completamento della procedura doganale di zona doganale libera.
25. Quando l'importazione di merci nel territorio delle zone economiche speciali e esportazione di beni dal territorio della zona economica speciale vengono eseguiti dalle autorità doganali di operazioni doganali e di controllo doganale in conformità con la normativa doganale dell'Unione doganale e (o) la legge della Federazione russa in materia di dogane soggetti alle disposizioni del presente documento.
26. Il territorio di una zona economica speciale dovrebbe essere dotato a fini di controllo doganale.
Le importazioni di merci e veicoli sul territorio delle zone economiche speciali e l'esportazione di merci e veicoli dal territorio della zona economica speciale devono essere effettuate attraverso i posti di blocco nei territori che hanno fornito le condizioni per l'attuazione del controllo doganale delle merci e dei veicoli. Il territorio del checkpoint è una zona di controllo doganale.
Costruzione e gestione (manutenzione) i punti di controllo sono effettuate a spese del bilancio federale.
Sedi di posti di blocco e le esigenze a loro disposizione e le attrezzature sono determinati dal governo russo. Fornire insediamento e posti di blocco apparecchiatura è l'amministrazione della zona economica speciale.
27. I membri della zona economica speciale hanno l'obbligo di tenere un registro delle merci vincolate al regime doganale delle zone e delle merci in dogana gratuito prodotto (fatta) con utilizzo di merci estere poste sotto libero regime di zona doganale e di presentare alle autorità doganali rapporti su tali merci.
La procedura per la contabilità delle merci vincolate al regime doganale delle zone e delle merci in dogana gratuito prodotto (fatta) con utilizzo di merci estere vincolate al regime doganale di zona doganale libera, forme di rendicontazione su tali merci, la procedura per il completamento di queste forme e la procedura e le scadenze per la presentazione alla dogana segnalazione agenzia stabilito dal l'organo esecutivo federale autorizzato nel settore delle dogane.
28. Durante l'importazione nel territorio della zona economica speciale con il resto del territorio doganale dell'Unione doganale dei beni dell'Unione doganale, su richiesta dell'interessato, l'autorità doganale determina le caratteristiche di identificazione delle merci importate per confermare la posizione di merci dell'Unione doganale per la riesportazione di questi beni dal territorio di una zona economica speciale al resto il territorio doganale dell'Unione doganale, se tale esportazione avrà luogo.
La procedura di identificazione delle merci dell'Unione doganale nel caso previsto dal primo comma del presente comma è determinata dall'organo federale del potere esecutivo autorizzato nel settore delle dogane.
29. Quando le merci sono esportate dal territorio della zona economica speciale per il resto del territorio doganale dell'Unione doganale, l'autorità doganale deve essere presentata documenti che confermano il loro status di merci dell'Unione doganale, salvo l'invio di individui nel post sul resto del territorio doganale dell'Unione doganale delle merci per uso personale utilizzare, l'esportazione di merci estere importate nel territorio doganale dell'Unione doganale e vincolate al regime doganale diversa dalla dogana Noah regime di zona libere consuetudini, e nei casi di cui ai paragrafi 23 e 24 questo articolo.
30. I documenti presentati alle autorità doganali per confermare lo stato della merce esportata come i beni della unione doganale in conformità del paragrafo 29 del presente articolo possono essere:
1) dichiarazione in dogana, in base al quale le merci sono stati rilasciati negli stati - membri dell'Unione doganale al regime doganale di immissione in consumo interno, anche prima della data di entrata in vigore del codice doganale dell'Unione doganale, o in conformità con la procedura doganale di reimportazione;
2) documenti comprovanti l'origine di tali beni dal territorio dello Stato - un membro dell'Unione doganale;
3) documenti che confermano la condotta delle autorità doganali l'identificazione delle merci in conformità del paragrafo 28 del presente articolo;
4) documenti di trasporto e (o) di altri documenti che confermano l'acquisto di tali beni sul resto del territorio doganale dell'Unione doganale;
5) altri documenti che confermano lo stato della merce esportata come i beni della Unione doganale e sono disponibili presso la persona interessata.
31. Prima della rimozione effettivo della merce dal territorio della zona economica speciale al resto del territorio doganale l'autorità doganale unione doganale ha il diritto di verificare la conformità delle merci effettivamente esportate le informazioni contenute nei documenti presentati ai sensi del paragrafo 30 del presente articolo. ";
7) articolo 6.2 integrato come segue:
"Articolo 6.2. L'esportazione delle merci vincolate libere consuetudini di zona per la propria produzione e le esigenze tecnologiche del resto della regione di Magadan
1. Per quanto riguarda le merci vincolate al regime doganale della zona doganale libera, quando vengono esportati verso il resto della regione di Magadan per la propria produzione e le esigenze tecnologiche, gli importi di imposta sul valore aggiunto e delle accise, che sono stati oggetto di pagamento alla collocazione di tale merce al regime doganale di immissione in nazionale il consumo, calcolato alla data di registrazione delle autorità doganali della dichiarazione doganale, ha presentato istanza di vincolo al regime doganale dei costumi-libera quelli, così come i dazi doganali.
2. I prodotti descritti nel punto articolo 23 6.1 odierna, vincolate al regime di zona doganale libera vengono liberate con la condizionale prima dell'acquisizione dello status delle merci Unione doganale, la distruzione attuale (consumo) nella realizzazione di attività in conformità con l'accordo sulla realizzazione di attività o di rifiuto stato.
3. Quando la dichiarazione doganale delle merci di cui al paragrafo dell'articolo 23 6.1 zona economica speciale del presente documento parte delle autorità doganali servita una dichiarazione aggiuntiva sulla rimozione delle merci dichiarate per il resto della regione di Magadan. La dichiarazione fatta in qualsiasi forma scritta e deve contenere le informazioni sul nome della merce, per la loro rimozione, così come il luogo della loro posizione e utilizzare il resto della regione di Magadan.
4. Se vincolate al regime doganale della zona doganale libera, le merci non sono state dichiarate da intendersi per l'uso e il posizionamento del resto della regione di Magadan, l'esportazione di tali beni al resto della regione di Magadan del regime doganale di zona doganale libera rispetto a tali prodotti dovrebbe essere completata inserendo tale merci in regime doganale di zona doganale libera ai fini della rimozione di una parte della zona economica speciale, impegnati in questa esportazione, con il pagamento di un -programma di imposta sul valore aggiunto, accise, e fatte salve le disposizioni di cui al presente paragrafo.
Alla conclusione di un libero doganale zona doganale procedura azione nel caso considerato al primo paragrafo di questo punto, nel calcolare dazi, tasse, dazi, tasse, dogana valore dei beni e (o) le caratteristiche fisiche in termini fisici (quantità, peso, volume o altra caratteristiche), così come la quantità di beni e tassi di cambio stabiliti in conformità con la legislazione russa, sono definiti al momento della registrazione di autorità doganali di dichiarazioni doganali su data durante il posizionamento iniziale delle merci al regime doganale della zona doganale libera.
5. Per quanto riguarda i prodotti di cui al paragrafo dell'articolo 23 6.1 della presente legge federale, quando sono esportati verso il resto della regione Magadan partecipanti della zona economica speciale può essere eseguita la chirurgia, set point articolo 15 6.1 del presente documento, fatta eccezione per il trasferimento dei diritti di proprietà, uso e (o ) lo smaltimento di tali beni, tra cui la vendita all'ingrosso e al dettaglio.
6. Eventuali modifiche con merci esportate al resto della regione di Magadan, dovrebbero riflettersi nei registri del partecipante della Zona Economica Speciale e nelle relazioni presentate alle autorità doganali a norma del paragrafo dell'articolo 27 6.1 del presente documento.
Controllo sull'uso dei beni esportati nel resto della regione di Magadan per la propria produzione e le esigenze tecnologiche, effettuare le autorità doganali e l'amministrazione della zona economica speciale.
Nel caso di beni non per la dichiarazione d'intenti della zona economica speciale quando sono esportati verso il resto del territorio di Magadan Regione, in relazione a tali prodotti, gli importi dei dazi all'importazione che sarebbe dovuto quando si posiziona tali merci al regime doganale di immissione in consumo interno, calcolato il giorno della registrazione della dichiarazione doganale, depositata di vincolo al regime doganale di zona doganale libera.
7. Quando le merci di cui al paragrafo dell'articolo 23 6.1 della presente legge federale per la regione di Magadan nel resto del territorio doganale dell'Unione doganale alla dogana della dogana di zona franca per le merci che per essere completato vincolo di tale merce nel quadro delle procedure doganali stabiliti dal Codice doganale dell'Unione doganale, fatta eccezione per il regime doganale di transito doganale.
Nel caso di collocare le merci di cui al paragrafo dell'articolo 23 6.1 della legge federale attuale, sotto il regime doganale della messa per il calcolo il consumo interno e il pagamento dei dazi doganali e tasse in conformità con le norme previste per il regime doganale di immissione in consumo interno, tenendo conto delle peculiarità di alcuni accordo su FEZ. In precedenza assolta per tali imposte merci (IVA, accise) da contrapporre fiscali, calcolati vincolo delle merci al regime doganale di immissione in consumo interno. ";
8) articolo 6.3 integrato come segue:
"Articolo 6.3. Commesso nel territorio di zona economica speciale di operazioni doganali per le merci dell'Unione doganale, trasportati per via aerea
1. operazioni doganali per le merci dell'Unione doganale, trasportati per via aerea dal territorio della zona economica speciale al resto del territorio doganale dell'Unione doganale, commessi sul territorio di zone economiche speciali con le disposizioni del presente articolo.
2. operazioni doganali per le merci di cui al paragrafo 1 di questo articolo relativa alla conferma del loro status di merci dell'Unione doganale, sono realizzati dalle autorità doganali nella regione in cui si trova l'aeroporto, dal quale l'esportazione di beni dal territorio della zona economica speciale, prima del trasporto aereo tali beni.
3. L'interessato al corpo doganali presentato in dogana documenti che confermano lo stato delle merci di cui al paragrafo 1 del presente articolo, e commerciale, il trasporto (convogliamento) i documenti, o compilato in qualsiasi forma un inventario dei beni (se tali prodotti sono trasportati in un bagaglio privati ​​di persone senza commerciali, trasporti (trasporto) documenti). Tali documenti devono contenere le seguenti informazioni:
1) il nome della persona giuridica o cognome, nome, patronimico (se del caso) la persona fisica che è il mittente della merce;
2) designazione delle merci, numero di pezzi, peso lordo, tipo di imballaggio, il costo;
3) il nome della persona giuridica o cognome, nome, patronimico (se del caso) di un individuo, sono i destinatari delle merci;
4) il nome del punto di carico e scarico delle merci.
4. Al termine del l'autorità doganale delle operazioni doganali sul territorio della zona economica speciale in relazione ai prodotti dell'Unione doganale, si è trasferito dal territorio di zone economiche speciali in aereo, da un funzionario autorizzato dell'autorità doganale nei trasporti documenti commerciali, (trasporto) o inventario dei beni devono essere apposti: "Camion Export. permesso ", garantisce imprinting il sigillo numerato personale con indicazione della data e la firma.
5. Prima della rimozione effettiva dei beni dell'Unione doganale di cui al paragrafo 1 del presente articolo, dal territorio della zona economica speciale al resto del territorio doganale dell'autorità doganale unione doganale ha il diritto di verificare la conformità delle merci effettivamente esportate alle informazioni contenute nei documenti presentati ai sensi del paragrafo 3 questo articolo.
6. I prodotti per i quali il, trasporto (trasporto) documenti commerciali vengono mancare il bersaglio istituito dal punto 4 di questo articolo, non possono essere prese dal vettore al trasporto effettivo aria al resto del territorio doganale dell'Unione doganale.
7. Le autorità doganali hanno il diritto di ispezionare le merci trasportate nel bagaglio personale di un passeggero, e documenti per tali beni. In caso di mancato rispetto da parte del passeggero dei requisiti stabiliti nei paragrafi 3 e 4 presente articolo, tali beni non devono essere trasportati per via aerea al resto del territorio doganale dell'Unione doganale.
8. Le disposizioni del presente articolo non si applicano nei confronti di beni per uso personale, veicolato da persone fisiche. ";
9) articolo 6.4 integrato come segue:
"Articolo 6.4. Commesse sul territorio di zona economica speciale di operazioni doganali per le merci dell'Unione doganale, ha inviato a Postal
1. operazioni doganali per le merci dell'Unione doganale, inviato invii postali dal territorio della zona economica speciale al resto del territorio doganale dell'Unione doganale, sono realizzati nel rispetto delle disposizioni del presente articolo.
2. operazioni doganali per le merci di cui al paragrafo di questo articolo 1 relative al conferma del loro status di merci dell'Unione doganale, impegnata prima della registrazione della mailing comunicazione organizzazione di tali merci sul resto del territorio doganale dell'Unione doganale.
3. L'interessato al corpo doganali presentato in dogana documenti che confermano lo stato delle merci di cui al paragrafo di questo articolo 1 come beni dell'Unione doganale, nonché i completato i loro documenti postali che accompagnano la spedizione e che contengono le seguenti informazioni:
1) il nome del mittente e del destinatario delle merci;
2) designazione delle merci, peso lordo, dei costi.
4. operazioni doganali per le merci di cui al paragrafo 1 di questo articolo, commesso dall'autorità doganale, che si trova nel territorio della zona economica speciale.
5. Trasporto di merci in invii postali dell'Unione doganale di cui al comma del presente articolo 1, in conformità con le regole di fornitura di servizi postali.
6. Inoltro di mail al resto del territorio doganale dell'Unione doganale è soggetto a disponibilità sui documenti postali che accompagnano gli invii postali, e documenti che confermano lo stato della merce, il marchio "L'articolo TC Export permesso" timbrata da un funzionario doganale, situato nella zona economica speciale e garantire la tenuta numerato personale impresso con l'indicazione della data e firma. In assenza di segni sui documenti postali che accompagnano affrancatura, operatore postale non deve accettare tali elementi di posta per la spedizione al resto del territorio doganale dell'Unione doganale.
7. Le disposizioni del presente articolo non si applicano nei confronti di beni per uso personale, inviata da parte di individui. ";
10) articolo 6.5 integrato come segue:
"Articolo 6.5. Commesso nel territorio di zona economica speciale di operazioni doganali per le merci che per uso personale e veicoli per uso personale esportato da persone fisiche dal territorio della Zona Economica Speciale
1. operazioni doganali nel territorio della zona economica speciale in materia di beni per uso personale e mezzi di trasporto per uso privato, che non sono beni dell'Unione doganale ed esportati da parte di persone fisiche dal territorio della zona economica speciale al resto del territorio doganale dell'Unione doganale, impegnati con le modalità indicate dalla normativa doganale della Dogana Unione, la normativa Federazione russa doganale e della presente legge federale.
2. Per quanto riguarda le merci estere vincolate al regime doganale della zona doganale libera nel territorio della zona economica speciale, nel caso di esportazione di persone fisiche dal territorio della zona economica speciale per il resto del territorio doganale dell'Unione doganale per l'uso personale di pagamenti doganali, calcolato in base alla normativa doganale della dogana Unione, la normativa Federazione russa doganale e la Federazione russa su imposte e dazi sulle beni per uso personale, importati nel territorio doganale dell'Unione doganale.
3. Nel caso di esportazione delle persone fisiche dal territorio della zona economica speciale per il resto del territorio doganale dell'Unione doganale di veicoli per uso personale, posto sotto dogana libera regime di zona, tranne che nei casi previsti dal secondo comma del presente paragrafo sono versati i dazi doganali, calcolato secondo i costumi la legislazione dell'Unione doganale, la legislazione Federazione russa doganale e la Federazione russa in materia di legislazione fiscale e le spese per i veicoli per uso personale, importati nel territorio doganale dell'Unione doganale.
Veicoli per uso personale, vincolate al regime doganale di zona doganale franca possono essere esportate al resto della regione di Magadan da privati ​​per uso personale, soggetti al pagamento nei confronti della tassa automobilistica, calcolata conformemente alla normativa doganale dell'Unione doganale, la Federazione Russa doganale e la Federazione russa su imposte e competenze.
4. Quando si esportano le persone fisiche dal territorio della zona economica speciale al resto del territorio doganale delle merci Unione doganale per uso personale e mezzi di trasporto ad uso privato, che sono beni della unione doganale, le autorità doganali situati sul territorio della zona economica speciale, l'identificazione di tali merci e mezzi di trasporto secondo le modalità previste dalla normativa doganale dell'Unione doganale e (o) la legislazione Federazione russa in materia doganale.
Per l'identificazione delle merci e mezzi di trasporto di cui al primo comma del presente paragrafo, l'autorità doganale sottopone i documenti che confermano lo stato di tali beni e mezzi di trasporto in cui i beni dell'Unione doganale. Questi documenti possono includere:
1) dichiarazione doganale del passeggero;
2) Dichiarazione della merce;
3) documenti di trasporto e (o) di altri documenti che confermano l'acquisto di tali beni sul resto del territorio doganale dell'Unione doganale;
4) documenti che confermano la condotta delle autorità doganali l'identificazione delle merci di cui al paragrafo dell'articolo 28 6.1 del presente documento;
5) altri documenti che confermano lo stato di tali beni e mezzi di trasporto in cui i beni dell'Unione doganale e l'individuo esistente. ";
11) articolo 6.6 integrato come segue:
"Articolo 6.6. Disposizioni transitorie
1. I membri della zona economica speciale, che ha rilasciato il certificato di registrazione, valida alla data di entrata in vigore della presente legge federale conservano il loro status e può utilizzare la dogana regime di zona franca. Questi certificati di registrazione sono valide per il periodo per il quale sono stati rilasciati.
2. Durante 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge federale, i partecipanti della zona economica speciale di cui al paragrafo 1 presente articolo devono essere incluse nel registro, tenendo conto delle disposizioni dell'articolo 4 della presente legge federale. ";
12) articolo 7 considerato nullo;
13) articolo 7.1 integrato come segue:
"Articolo 7.1. La durata del funzionamento della zona economica speciale e la cessazione del suo funzionamento
1. La zona economica speciale di funzionare a dicembre 31 2014 anni.
2. La procedura per la cessazione del regime giuridico delle attività economiche e l'uso del regime doganale di zona doganale libera nel territorio della zona economica speciale è definito dalla legge federale. La presente legge federale entra in vigore al più tardi un anno prima della scadenza del termine di cui al comma del presente articolo 1.
3. Il funzionamento della zona economica speciale può essere terminata in anticipo dalla legge federale promulgata da uno dei seguenti motivi:
1) amministrazione su tutto il territorio della Federazione Russa della legge marziale;
2) amministrazione su tutto il territorio della Federazione Russa per un periodo superiore a tre mesi lo stato di emergenza. ".

Articolo 10
La legge federale del luglio 9 1999, il numero 160-FZ "sugli investimenti esteri nella Federazione Russa" (Collected legislazione della Federazione Russa, 1999, № 28, l'articolo 3493; 2011, № 30, art 4596 ..) le seguenti modifiche:
1) articolo 2:
a) Al quarto comma la parola "Nomenclatura delle materie prime di attività economica estera della Comunità degli Stati Indipendenti (CSI Codice delle merci)" sono sostituite con le parole "Single Commodity nomenclatura del commercio estero dell'Unione doganale all'interno della Comunità eurasiatica economica (di seguito - l'Unione doganale)";
b) al punto nove della parola "dazi doganali (ad eccezione di dazi doganali derivanti dall'applicazione delle misure per proteggere gli interessi economici della Russia nell'attuazione del commercio estero di beni in conformità con la legislazione della Federazione Russa)," sono soppressi;
2) articolo 9:
a) al primo comma del paragrafo parole 1 "dazi doganali (fatta eccezione per i dazi doganali derivanti dall'applicazione delle misure di protezione degli interessi economici della Federazione Russa per l'attuazione del commercio estero di beni in conformità con la legislazione della Federazione Russa)," sono soppressi, le parole "importati nel territorio doganale della russa Federazione "con le parole" importati nella Federazione russa ";
b) al secondo comma del paragrafo parole 5 "dazi all'importazione" sono soppresse;
3) articolo 12:
a) Nel titolo le parole "importati nel territorio della Federazione russa" con le parole "importati nella Federazione Russa";
b) le parole "importati nel territorio della Federazione russa" con le parole "importati nella Federazione Russa";
4) articolo 16 parole "la legislazione doganale della Federazione russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale, i trattati internazionali dei - membri dell'Unione doganale, la Federazione russa sulla legislazione doganale."

Articolo 11
Nella quarta parte dell'articolo 22 della Legge federale sulla 17 luglio 1999, il numero 176-FZ "On postale comunicazione" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 1999, № 29, Art. 3697) i termini "codice doganale della Federazione russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale EurAsEC, i trattati internazionali della Federazione russa, la normativa Federazione russa doganale e di altre normative della Federazione russa ".

Articolo 12
La legge federale sulla 18 luglio 1999, il numero 183-FZ "On controllo delle esportazioni" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 1999, № 30, l'articolo 3774 ;. 2005, № 30, l'articolo 3101 ;. 2007, № 49, art 6044. .; 2011, № 30, 4590 v) le seguenti modifiche:
1) nel nono comma parole dell'articolo 1 "merci che circolano, le informazioni, la proprietà intellettuale (diritti a loro) attraverso il confine doganale della Federazione Russa" con le parole "l'importazione nella Federazione Russa e l'esportazione della Federazione Russa di beni, informazioni, risultati di attività intellettuale (diritti sopra) ";
2) al sesto comma comma dell'articolo 2 5 è abrogata;
3) articolo 7 quarto comma è sostituito dal seguente:
"Controllo doganale nella commissione delle operazioni doganali per le merci controllate e tecnologie importate nella Federazione Russa ed esportati dalla Federazione russa, in conformità con la normativa doganale dell'Unione doganale all'interno del EurAsEC e (o) la legislazione della Federazione Russa in materia doganale";
4) all'articolo 19 parole "nel territorio doganale della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa."

Articolo 13
L'articolo 3 della Legge federale sulla 31 maggio 2001, il numero 73-FZ "On attività forensi Stato nella Federazione Russa" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2001, № 23, l'articolo 2291 ;. 2002, № 1, l'articolo 2 ;. 2007 , № 7, Art. 831) le parole "il codice doganale della Federazione russa" con le parole "la legge della Federazione russa in materia di dogane".

Articolo 14
Scrivere nella Federazione Russa Codice degli illeciti amministrativi (Raccolta della Federazione Russa, 2002, № 1, l'articolo 1 ;. № 30, l'articolo 3029 ;. № 44, l'articolo 4295 ;. 2003, № 27, articolo 2700, 2708, 2717 .; № 46, arte 4434 ;. № 50, Arte 4847, 4855 ;. 2004, № 31, arte 3229 ;. № 34, Arte 3529, 3533 ;. 2005, № 1, Arte 9, 13, 37, 40, 45. ; № 10, arte 763 ;. № 13, Arte 1075, 1077 ;. № 19, arte 1752 ;. № 27, Arte 2719, 2721 ;. № 30, Arte 3104, 3124, 3131 ;. № 50, Art 5247. ; № 52, arte 5574 ;. 2006, № 1, Arte 4, 10 ;. № 6, arte 636 ;. № 10, arte 1067 ;. № 12, arte 1234 ;. № 17, arte 1776 ;. № 18, Articolo 1907 ;. № 19, arte 2066 ;. № 23, arte 2380 ;. № 31, Arte 3420, 3433, 3438, 3452 ;. № 45, Arte 4641 .; № 50, arte 5279 ;. № 52, arte 5498 ;. 2007, № 1, Arte 21, 25, 29 ;. № 7, arte 840 ;. № 16, arte 1825 ;. № 26, arte 3089 ;. № 30 , Art 3755 ;. № 31, Arte 4007, 4008 ;. № 41, arte 4845 ;. № 43, art. 5084; Numero 46, art. 5553; 2008, № 18, art. 1941; Numero 20, art. 2251; Numero 30, art. 3604; Numero 49, art. 5745; Numero 52, art. 6235, 6236; 2009, № 1, art. 17; Numero 7, art. 777; Numero 23, art. 2759, 2776; Numero 26, art. 3120, 3122; Numero 29, art. 3597, 3599, 3642; Numero 30, art. 3739; Numero 48, art. 5711, 5724, 5755; Numero 52, art. 6412; 2010, № 1, art. 1; Numero 18, art. 2145; Numero 21, art. 2525, 2530; Numero 23, art. 2790; Numero 25, art. 3070; Numero 27, art. 3416; Numero 30, art. 4002, 4005, 4006, 4007; Numero 31, art. 4158, 4164, 4193, 4195, 4206, 4207, 4208; Numero 32, art. 4298; Numero 41, art. 5192; Numero 49, art. 6409; Numero 52, art. 6984; 2011, № 1, art. 10, 23, 54; Numero 7, art. 901; Numero 15, art. 2039; Numero 17, art. 2310; Numero 19, art. 2714, 2715; Numero 23, art. 3260; Numero 27, art. 3873, 3881; Numero 29, art. 4290, 4298; Numero 30, art. 4573, 4584, 4585, 4590, 4598, 4600, 4601, 4605; Numero 46, art. 6406) le seguenti modifiche:
1) articolo 1 1.8 delle parole ", tranne per i casi previsti dalla Federazione Russa, trattato internazionale";
2) in parte articolo 1 4.5 della parola "dogane, brevetti," sostituire la parola "brevetto", dopo le parole "allo scadere di un anno dalla data del reato amministrativo," le parole "per violazione della legislazione doganale dell'Unione doganale all'interno della Comunità economica eurasiatica (di seguito - Unione doganale) e (o) la legislazione Federazione russa in materia doganale al termine di due anni dalla data di commissione di un illecito amministrativo ";
3) capitolo 4 4.8 aggiungere articolo come segue:
"Articolo 4.8. Calcolo dei termini
1. I termini previsti dal presente Codice sono calcolate in ore, giorni, giorni, mesi, anni. Il periodo di tempo definito inizia il giorno dopo la data di calendario o evento che determinerà l'inizio del periodo.
2. Un periodo di tempo calcolato per giorni, scade nel 24 ore dell'ultimo giorno. Termine calcolato in mesi scade il corrispondente giorno del mese scorso, e se quel mese non ha una data corrispondente, il termine scade l'ultimo giorno del mese. Il termine calcolato in anni scade il corrispondente giorno e mese dello scorso anno.
3. Periodo calcolata in giorni scade l'ultimo giorno del termine. Se la fine del periodo calcolato in giorni cade in un giorno non lavorativo, l'ultimo giorno del termine è considerato il primo giorno lavorativo successivo.
4. Se le dichiarazioni, reclami e altri documenti o soldi sono stati messi in comunicazione, organizzazione, organizzazione di credito, sostenuto o trasferiti all'autorità o persona autorizzata a ricevere loro di 24 ore l'ultimo giorno del termine, il termine non è considerato mancante.
Nota. Le disposizioni del presente articolo non si applicano se gli altri articoli di questo codice stabilito una procedura per il calcolo i tempi, così come i termini di calcolo di sanzioni amministrative. ";
4) capitolo 14 14.50 aggiungere articolo come segue:
"Articolo 14.50. Il mancato rispetto di doveri e dalle necessità della realizzazione di operazioni di baratto commercio estero
La mancata esecuzione in modo tempestivo per l'attuazione del commercio estero operazioni di baratto dazi sulle importazioni nella Federazione russa equivalente del valore dei beni, fornitura di persone straniere di servizi equivalenti, lavoro di pari valore, il trasferimento dei diritti esclusivi equivalenti di proprietà intellettuale, o il diritto di utilizzare i diritti di proprietà intellettuale o obblighi in materia di trasferimento a conti in banche autorizzate in contanti se il commercio estero baratto SDEL e prevedere un utilizzo parziale di denaro e (o) altri mezzi di pagamento, o in caso di vendita di beni senza il loro importazione nella Federazione Russa o le prestazioni prive di fondamento di tale obbligo -
punibile con una sanzione amministrativa per i funzionari per un importo da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da una metà a costo una tantum delle materie prime, che sono i soggetti di un illecito amministrativo. ";
5) nel primo paragrafo di questo articolo 5 15.25 parole "nel territorio doganale della Federazione Russa (non percepito nel territorio doganale della Federazione Russa) prodotti" con le parole "alla Federazione Russa (non ricevuto nella Federazione Russa) prodotti";
Capitolo 6) 16 è modificato come segue:
"Capitolo 16. Violazioni amministrative nel settore delle dogane (violazione delle norme doganali)
§ 16.1. Il movimento illegale attraverso il confine doganale dell'unione doganale delle merci e (o) trasporto internazionale di veicoli
1. La violazione dell'ordine di arrivo delle merci e (o) trasporto internazionale di veicoli sul territorio doganale dell'Unione doganale con la loro importazione in aggiunta al settore della circolazione delle merci attraverso il confine doganale dell'unione doganale o altro stabilito dalle leggi del - membri della doganale sedi dell'Unione o al di fuori delle ore di lavoro dei corpi doganali o eseguire direttamente le azioni diretta ai reali doganali intersezione prodotti CU confine e (o) veicoli internazionale n carrozza Quando la loro partenza dal territorio doganale dell'Unione doganale, oltre al settore della circolazione delle merci attraverso il confine doganale dell'unione doganale o di altre leggi stabilite dei - membri dell'Unione doganale, o luoghi al di fuori delle ore di lavoro delle autorità doganali o senza il permesso delle autorità doganali -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini e le persone giuridiche nella quantità di un mezzo a tre volte il costo delle merci e (o) veicoli, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, con loro o senza la confisca o la confisca di soggetti di un illecito amministrativo; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli.
2. L'occultamento delle merci dal controllo doganale attraverso l'utilizzo di nascondigli o altri metodi che ostacolano l'individuazione della merce, o dando un altro tipo di merci, mentre loro si muove attraverso il confine doganale dell'unione doganale -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini e le persone giuridiche nella quantità di un mezzo a tre volte il valore della merce, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, con loro o senza la confisca e la confisca dei beni e dei veicoli (o), che erano gli strumenti di commettere il reato amministrativo o confisca di oggetti illecito amministrativo; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli.
3. Messaggio alle autorità doganali di informazioni ingannevoli circa il numero dei colli, la loro marcatura, il nome, peso lordo e (o) sulla quantità di merci in arrivo nel territorio doganale dell'Unione doganale, partenza dal territorio doganale dell'Unione doganale o il collocamento di merci al regime doganale di transito doganale o nella memoria temporanea presentando documenti validi o l'uso a scopo di identificazione o l'identificazione autenticità mezzi mezzi contraffatte appartenenti ad altri merci e (o) mezzi di trasporto -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di mille a duemila cinquecento rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa, o la confisca di soggetti di un illecito amministrativo; i funzionari - da cinquemila a diecimila rubli; per le persone giuridiche - da cinquantamila a centinaia di migliaia di rubli, con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza confisca o illecito amministrativo.
4. Presentazione dell'autorità doganale di documenti non validi per le merci in arrivo nel territorio doganale dell'Unione doganale, la partenza dal territorio doganale dell'Unione doganale o il collocamento di merci al regime doganale di transito doganale o di deposito temporaneo, se tali documenti può essere motivo di non rispetto degli accordi internazionali di - membri Unione doganale, le decisioni della Commissione dell'Unione doganale e gli atti normativi della Federazione russa, rilasciata dal acc Corollario con gli accordi internazionali di - i membri dell'Unione doganale di divieti e restrizioni, ad eccezione delle misure di regolamentazione non tariffarie -
punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila cinquecento rubli; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da cinquantamila a centomila.
Osservazioni:
1. Per gli illeciti amministrativi di cui al presente capitolo, persone impegnate in attività imprenditoriali senza formare una persona giuridica, devono assumersi la responsabilità amministrativa di persone giuridiche.
2. Ai fini del presente capo, si riferisce a non validi documenti di documenti falsi, documenti documenti contenenti informazioni false illegalmente ottenuti, i documenti relativi ad altri beni e (o) i mezzi di trasporto e altri documenti che non sono valide.
§ 16.2. La mancata dichiarazione o la dichiarazione inaffidabile di merci
1. Mancata dichiarazione nella forma prescritta delle merci soggette a dichiarazione doganale, ad eccezione dei casi previsti dall'articolo 16.4 del codice -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini e le persone giuridiche nella quantità di un mezzo a due volte il valore della merce, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, con loro o senza la confisca o la confisca di soggetti di un illecito amministrativo; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli.
2. Dichiarazione del dichiarante o agenti doganali per la dichiarazione in dogana delle merci falsi informazioni sulla loro nome, descrizione, codice di classificazione per una nomenclatura unica merce di attività economica estera dell'Unione doganale, il paese di origine, il loro valore in dogana o di altri dati, se tali dati sono serviti o possono servire come base per l'esenzione dai dazi doganali, tasse o sottostima la loro dimensione -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini e le persone giuridiche nella quantità di un mezzo a due volte l'importo dei dazi doganali dovuti e tasse, con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa, o la confisca di soggetti di un illecito amministrativo; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli.
3. Dichiarazione del dichiarante o agenti doganali per la dichiarazione in dogana delle merci false informazioni sui prodotti o la presentazione di documenti non validi, se tali informazioni o documenti possono essere motivo per non aver rispettato gli accordi internazionali di - membri dell'Unione doganale, le decisioni della Commissione dell'Unione doganale e gli atti normativi della Federazione Russa, ha emesso in rispetto degli accordi internazionali di - membri dell'Unione doganale, restrizioni e divieti -
punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila e cinquecento rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa, o la confisca di soggetti di un illecito amministrativo; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da centomila a trecentomila rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza confisca o illecito amministrativo.
§ 16.3. Il mancato rispetto dei divieti e delle restrizioni (o) l'importazione di beni nel territorio doganale dell'Unione doganale o la Federazione russa e (o) l'esportazione di merci dal territorio doganale dell'Unione doganale o la Federazione russa
1. Il mancato rispetto di accordi stabiliti internazionali - membri dell'Unione doganale, le decisioni della Commissione dell'Unione doganale e gli atti normativi della Federazione Russa, rilasciati in conformità con gli accordi internazionali di - membri dell'Unione doganale di divieti e restrizioni, ad eccezione delle misure di regolamentazione non tariffarie all'importazione di merci nel territorio doganale della Dogana Unione o la Federazione russa e (o) l'esportazione di merci dal territorio doganale dell'Unione doganale o la Federazione russa, con l'eccezione di m casi previsti dalla parte dell'articolo 4 16.1, 3 parte articolo 16.2 del Codice -
punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila cinquecento rubli; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da centomila a trecentomila.
2. Il mancato rispetto di accordi stabiliti internazionali - membri dell'Unione doganale, le decisioni della Commissione dell'Unione doganale e gli atti normativi della Federazione Russa, rilasciati in conformità con gli accordi internazionali di - membri dell'Unione doganale, regolazione tariffaria all'importazione di merci nel territorio doganale dell'Unione doganale o la Federazione russa e ( o) quando si esporta merci dal territorio doganale dell'Unione doganale o la Federazione russa, salvo i casi previsti da parte 3 16.2 ° articolo del presente Codice -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di mille a duemila rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa, o la confisca di soggetti di un illecito amministrativo; i funzionari - da cinquemila a diecimila rubli; per le persone giuridiche - da cinquantamila a centinaia di migliaia di rubli, con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza confisca o illecito amministrativo.
§ 16.4. La mancata dichiarazione o la dichiarazione inaffidabile delle persone fisiche di valuta estera o la valuta della Federazione Russa
La mancata dichiarazione o la dichiarazione inaffidabile delle persone fisiche di valuta estera, Federazione Russa valuta, assegni di viaggio o di titoli esterni o interni sotto forma documentario, trasportati attraverso il confine doganale dell'unione doganale e oggetto di dichiarazione scritta, -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di mille a duemila cinquecento rubli.
§ 16.5. La violazione del regime di zona di controllo doganale
Circolazione delle merci e veicoli (o) o persone, tra cui funzionari pubblici, con l'eccezione di funzionari doganali, attraverso la zona di confine controllo doganale o al suo interno, o l'attuazione di produzione o di altre attività economiche senza l'autorizzazione dell'autorità doganale, se tale autorizzazione è obbligatoria, -
comporta un avvertimento o l'imposizione di una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di trecento a cinquecento rubli; i funzionari - da cinquecento a mille rubli; per le persone giuridiche - da cinquemila a diecimila rubli.
§ 16.6. Mancata adozione di misure in caso di incidente o di forza maggiore
1. La mancata da parte del vettore in caso di incidente, forza maggiore o il verificarsi di altre circostanze impedendo la consegna delle merci e (o) veicoli in arrivo o in luogo di attraversamento della frontiera doganale dell'unione doganale, l'attuazione di un arresto o di una nave di atterraggio o di un aeromobile in luoghi o il trasporto dei prodotti designati secondo il transito doganale, le misure per garantire la sicurezza delle merci e (o) mezzi di trasporto, salvo i casi di perdita irrimediabile dei prodotti e dei trasporti (o) i fondi a causa di circostanze che il vettore non ha potuto evitare e che l'eliminazione non dipendeva da lui -
punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila rubli; i funzionari - da tremila a quattromila rubli; per le persone giuridiche - da trentamila a quarantamila rubli.
2. La mancata da parte del vettore alle autorità doganali più vicino per l'incidente di forza maggiore o il verificarsi di altre circostanze impedendo la consegna delle merci e (o) i mezzi di trasporto fino al luogo di arrivo o nel luogo di attraversamento della frontiera doganale dell'unione doganale, l'attuazione di un arresto o di atterraggio moto d'acqua o di un aeromobile montato luoghi o il trasporto di merci in regime di transito doganale, l'ubicazione delle merci e (o) i mezzi di trasporto o il fallimento dei trasporti di merci e di trasporto (o) l'autorità doganali più vicino o ad un altro specificato dall'Autorità doganale -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di trecento a cinquecento rubli; i funzionari - da cinquecento a mille rubli; per le persone giuridiche - da cinquemila a diecimila rubli.
§ 16.7. Presentazione di documenti non validi nella commissione delle operazioni doganali
Presentazione del dichiarante o altra persona al rappresentante doganale o altra persona di documenti per la presentazione alle autorità doganali nella commissione delle operazioni doganali, che ha portato ad una dichiarazione all'autorità doganale di rappresentante doganale o altra persona falsa informazioni su beni e (o) il mancato rispetto dei trattati internazionali sottoscritti dagli Stati membri dell'Unione doganale , le decisioni della Commissione dell'Unione doganale e gli atti normativi della Federazione russa, rilasciata in conformità con gli accordi internazionali e gli stati - membri dell'Unione doganale, restrizioni e divieti -
punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila e cinquecento rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa, o la confisca di soggetti di un illecito amministrativo; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da centomila a trecentomila rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza confisca o illecito amministrativo.
§ 16.8. Ormeggio alla dogana sotto controllo recipiente di acqua o altri mezzi galleggianti
Ormeggio a sotto controllo doganale vaso di acqua o altri galleggianti, tranne nei quali sia consentito attracco -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini nella quantità di cinquecento a mille rubli; i funzionari - da mille a duemila rubli; sui corpi di legge - da diecimila a ventimila rubli.
§ 16.9. NDR, la consegna di (trasferimento) senza l'autorizzazione dell'autorità doganale o la perdita di mancata consegna di merci o documenti su di loro
1. Mancata consegna delle merci trasportate in conformità della procedura di transito doganale, nel luogo di consegna o consegna di (trasferimento) senza l'autorizzazione dell'autorità doganale o la perdita di merci sotto controllo doganale -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila cinquecento rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da trecentomila a cinquecentomila rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa.
2. costumi NDR, documenti commerciali o di trasporto (trasporto) per le merci trasportate in transito doganale fino al luogo di consegna -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di trecento a cinquecento rubli; i funzionari - da cinquecento a mille rubli; per le persone giuridiche - da cinquemila a diecimila rubli.
§ 16.10. Il mancato rispetto dell'ordine di transito doganale
La mancata da parte del vettore specificato dall'autorità doganale del periodo di transito doganale o di uno specifico percorso autorità doganale di trasporto di merci o la consegna delle merci nella zona di controllo doganale, diversa da un'autorità doganale specifico come il luogo di consegna -
comporta un avvertimento o l'imposizione di una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di trecento a cinquecento rubli; i funzionari - da cinquecento a mille rubli; per le persone giuridiche - da cinquemila a diecimila rubli.
§ 16.11. La distruzione, la rimozione, la modifica o la sostituzione di mezzi di identificazione
La distruzione, la rimozione, la modifica o la sostituzione di mezzi di identificazione utilizzato dall'autorità doganale, senza l'autorizzazione dell'autorità doganale, o danni o la perdita di mezzi di identificazione -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di trecento a mille rubli; i funzionari - da cinquecento a duemila rubli; per le persone giuridiche - da cinquemila a ventimila rubli.
§ 16.12. La presentazione tardiva della dichiarazione in dogana o la presentazione di documenti e informazioni
1. Il mancato rispetto dei termini per la presentazione di una dichiarazione in dogana completa per la dichiarazione doganale periodiche temporanea, la dichiarazione finale della merce per la dichiarazione di merci in dichiarazione smontato o non montato, o di una dogana e (o) i documenti necessari e le informazioni con lo svincolo delle merci per la dichiarazione doganale -
punibile con una sanzione amministrativa per i funzionari nella quantità di tremila a cinquemila rubli; sui corpi di legge - da diecimila a cinquantamila rubli.
2. La presentazione della dichiarazione doganale con la scadenza necessaria nei casi in cui viene fatta la dichiarazione dopo l'effettiva esportazione delle merci -
punibile con una sanzione amministrativa per i funzionari per un importo da cinquemila a diecimila rubli; per le persone giuridiche - da cinquantamila a centomila.
3. La mancata presentazione entro il termine prescritto l'autorità doganale di documenti e le informazioni necessarie per il controllo doganale -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di mille a duemila cinquecento rubli; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da centomila a trecentomila.
4. Il mancato rispetto del termine per la presentazione della dichiarazione doganale per le merci, che sono stati gli strumenti, i mezzi di realizzazione o di soggetti di un illecito amministrativo o un crimine -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di mille a duemila rubli; i funzionari - da tremila a cinquemila rubli; sui corpi di legge - da diecimila a cinquantamila rubli.
5. La mancata persone, tra cui che opera nel settore delle dogane, i dazi per l'archiviazione dei documenti necessari per il controllo doganale, il possesso di che è un must -
punibile con una sanzione amministrativa per i funzionari della quantità di duemilacinquecento a cinquemila rubli; sui corpi di legge - da duecentomila a trecentomila.
§ 16.13. Fare carico o altre operazioni con le merci sotto controllo doganale senza autorizzazione o notifica delle autorità doganali
1. Rendendo le operazioni di scarico, carico, scarico e il ricarico (trasbordo) e altre operazioni di carico con merci sotto controllo doganale, il prelievo di campioni e campioni di materie prime come spazi aperti o in altri luoghi in cui possa esservi tali beni, o la sostituzione di un veicolo di trasporto internazionale trasporto di merci sotto controllo doganale, senza l'autorizzazione dell'autorità doganale nei casi in cui tale autorizzazione è obbligatoria -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini nella quantità di cinquecento a mille rubli; i funzionari - da mille a duemila rubli; sui corpi di legge - da diecimila a ventimila rubli.
2. Esecuzione di operazioni di scarico e di ricarico (trasbordo) e altre operazioni di carico con merci sotto controllo doganale, o la sostituzione di un veicolo di trasporto internazionale, il trasporto di merci sotto controllo doganale, senza notifica all'autorità doganale nei casi in cui sia necessario tale comunicazione -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di trecento a cinquecento rubli; i funzionari - da cinquecento a mille rubli; per le persone giuridiche - da cinquemila a diecimila rubli.
§ 16.14. La violazione dell'ordine di vincolo delle merci in deposito, l'ordine delle loro operazioni di stoccaggio o di evasione degli ordini con loro
La violazione dei requisiti e delle condizioni per il vincolo delle merci in un deposito doganale, deposito temporaneo, in un altro luogo per lo stoccaggio temporaneo o in deposito franco, l'ordine del loro stoccaggio o di evasione degli ordini di beni sotto le operazioni di controllo doganale senza il permesso dell'autorità doganale nei casi in cui tale autorizzazione certo, se non nei casi previsti in altri articoli di questo capitolo -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini nella quantità di cinquecento a mille cinquecento rubli; i funzionari - da duemila a diecimila rubli; per le persone giuridiche - da cinquemila a ventimila rubli.
§ 16.15. Mancata presentazione delle relazioni alle autorità doganali
La mancata o violazione del termine per la presentazione di rapporti di autorità doganali nei casi previsti dalla normativa doganale dell'Unione doganale e (o) la legislazione Federazione russa doganale o segnalazione contenente informazioni false -
comporta un avvertimento o l'imposizione di una sanzione amministrativa per i funzionari per un importo di duemila a cinquemila rubli; sui corpi di legge - da ventimila a cinquantamila rubli.
§ 16.16. La violazione dei termini di deposito temporaneo delle merci
La violazione dei termini di deposito temporaneo delle merci -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila cinquecento rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da cinquantamila a centinaia di migliaia di rubli, con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa.
§ 16.17. Presentazione di documenti non validi per il rilascio delle merci alla dichiarazione doganale
Presentazione di documenti non validi per il rilascio delle merci alla dichiarazione doganale, se le informazioni contenute in tali documenti influenzare l'adozione del corpo doganale della decisione di ritirare le merci la dichiarazione doganale -
punibile con una sanzione amministrativa per i funzionari per un importo da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da cinquantamila a centomila.
§ 16.18. La mancata esportazione o mancata reimportazione di merci e (o) mezzi di trasporto per persone fisiche
1. La mancata esportazione dal territorio doganale dell'Unione doganale da parte di individui d'importazione temporanea di merci e (o) mezzi di trasporto entro il termine prescritto di ammissione temporanea -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di mille cinquecento a duemila e cinquecento rubli con la confisca dei beni e dei veicoli (o), che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza confisca o illecito amministrativo.
2. La mancata reimportare le persone fisiche nella Federazione russa, temporaneamente esportato merci per essere in conformità con la legislazione russa obbligatoria reimportazione -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini nella misura del valore dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo.
§ 16.19. Il mancato rispetto della procedura doganale
1. La dichiarazione nella dichiarazione di merci falsa informazione su di loro o la presentazione di documenti non validi, se tali informazioni e documenti potrebbero servire come base di vincolo al regime doganale, che prevede l'esenzione totale o parziale dai dazi doganali e tasse o il rimborso delle somme versate e (o) misure non-uso regolamentazione non tariffaria, tranne nei casi di cui ai paragrafi 3 e articoli 4 16.1, e le parti articolo 2 3 16.2, l'articolo 16.17 del Codice -
punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila e cinquecento rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa, o la confisca di soggetti di un illecito amministrativo; i funzionari - da cinquemila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da centomila a cinquecentomila rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza confisca o illecito amministrativo.
2. Uso o la vendita di merci in violazione del regime doganale cui è stata vincolata, compreso il trasferimento del diritto d'uso del regime doganale trasmettendo per le merci dei diritti di proprietà, uso o disposizione, se permesso in conformità con la procedura doganale ad un'altra persona senza il permesso delle autorità doganali, se tale autorizzazione è obbligatoria -
punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila e cinquecento rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza di essa, o la confisca di soggetti di un illecito amministrativo; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da uno a due volte il valore della merce, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, con loro o senza la confisca o il sequestro di illecito amministrativo.
3. Il mancato completamento in tempo il regime doganale per il quale l'obbligo di suo completamento -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di mille a duemila rubli; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da centomila a trecentomila rubli con la confisca dei beni, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza confisca o illecito amministrativo.
§ 16.20. Uso illegale o lo smaltimento di merci liberate con la condizionale, o l'uso illegale delle merci arrestati
1. L'utilizzo di merci liberate con la condizionale, il trasferimento del possesso o l'uso di, la vendita di beni liberate con la condizionale o alienare loro in qualsiasi altro modo in violazione dei divieti e delle restrizioni (o) sull'uso e lo smaltimento di tali prodotti, ad eccezione dei casi previsti dalla parte 2 articolo 16.19 del codice, -
punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila cinquecento rubli; i funzionari - da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da uno a due volte il valore della merce, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, con loro o senza la confisca o il sequestro di illecito amministrativo.
2. L'utilizzo di prodotti che sono sotto controllo doganale in arresto, senza il permesso delle autorità doganali -
punibile con una sanzione amministrativa per i funzionari per un importo da cinquemila a diecimila rubli; sui corpi di legge - da diecimila a trentamila rubli.
§ 16.21. Uso illegale di merci, la loro acquisizione, la conservazione o il trasporto
L'utilizzo di beni che sono illegalmente trasferiti attraverso il confine doganale dell'unione doganale e per i quali non pagati i dazi doganali, tasse o requisiti specificati dai trattati internazionali afferma - i membri dell'Unione doganale, le decisioni della Commissione dell'Unione doganale e gli atti normativi della Federazione Russa, emanato in conformità con i trattati internazionali Stati - membri dell'Unione costumi, i divieti e le restrizioni, o beni rilasciati, tra cui condizionale, in conformità con la percentuale costumi eduroy, il cui uso, la cui trasmissione possesso o l'uso o lo smaltimento di che altrimenti ha ammesso in violazione dei divieti e (o) le restrizioni, così come l'acquisto, la detenzione o il trasporto di merci -
punibile con una sanzione amministrativa per i funzionari per un importo da diecimila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da un mezzo a due volte il valore della merce, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, con loro o senza la confisca o il sequestro di illecito amministrativo.
§ 16.22. La violazione dei termini di pagamento dei dazi doganali
La violazione dei termini di pagamento dei dazi doganali e delle imposte dovute in relazione alla circolazione delle merci attraverso il confine doganale dell'unione doganale -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini nella quantità di cinquecento a duemila cinquecento rubli; i funzionari - da cinquemila a diecimila rubli; per le persone giuridiche - da cinquantamila a trecento mila rubli.
§ 16.23. attività illegali nel settore delle dogane
1. Prestazioni delle operazioni doganali per conto del dichiarante o altre persone interessate da una persona non incluso nel registro dei rappresentanti doganali, o incluso in detto registro sulla base di documenti non validi, o escluso da essa, salvo nei casi in cui l'obbligo di effettuare operazioni doganali lì per l'esclusione di rappresentante doganale della detto registro o se la legislazione doganale dell'Unione doganale e (o) la legislazione della Federazione russa in materia di dogane ha diritto ad un operazioni doganali consumati senza il requisito per l'inclusione delle persone nel registro dei rappresentanti doganali -
punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila cinquecento rubli; i funzionari - da duemila a cinquemila rubli; sui corpi di legge - da diecimila a cinquantamila rubli.
2. A fare da spedizionieri doganali, gli operatori economici autorizzati, i proprietari di negozi duty-free, magazzini di custodia temporanea o depositi doganali persone incluse nel registro delle pertinenti sulla base di documenti non validi o esclusi dai registri delle persone che svolgono attività nel settore delle dogane, a meno che tali attività per effetto del completamento delle operazioni doganali, la responsabilità per la commissione di cui si sono verificati prima che le eccezioni volto Ia del registro appropriata -
punibile con una sanzione amministrativa per i funzionari per l'importo di duemila a cinquemila rubli; sui corpi di legge - da diecimila a cinquantamila rubli.
3. La mancata o violazione del termine di messaggi nella all'autorità doganale di modificare le informazioni contenute nella domanda di iscrizione in uno dei registri delle persone che svolgono attività nel settore degli affari doganali, o di sospendere le attività di questi soggetti -
comporta un avvertimento o l'imposizione di una sanzione amministrativa per i funzionari della quantità di cento a cinquecento rubli; per le persone giuridiche - da duemila a diecimila rubli.
§ 16.24. operazioni illegali con veicoli importati temporaneamente
1. L'uso di veicoli importati temporaneamente di trasporto internazionale per il traffico interno attraverso il territorio doganale dell'Unione doganale o il loro trasferimento in possesso o l'uso di, vendere o disporre di loro in qualsiasi altro modo in violazione delle restrizioni sull'uso e lo smaltimento di tali veicoli -
punibile con una sanzione amministrativa ai cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila cinquecento rubli; i funzionari - da cinquemila a ventimila rubli; per le persone giuridiche - da cinquantamila a trecento mila rubli.
2. Cessione del diritto d'uso o altrimenti disporre di veicoli importati temporaneamente da parte di individui senza rispettare le condizioni stabilite dalla normativa doganale dell'Unione doganale -
punibile con una sanzione amministrativa per i cittadini per un importo di mille e cinquecento a duemila cinquecento rubli con la confisca dei veicoli, che sono i soggetti di un illecito amministrativo, o senza confisca o illecito amministrativo. ";
7) articolo 23.1:
a) parte del 1 dopo le figure "14.37", integrati da figure "14.50,";
b) dopo i numeri della 2 "16.21," aggiungere le parole "parte dell'articolo 2 16.24,";
c) Il terzo paragrafo della 3 dopo le figure "14.37", integrati da figure "14.50,";
8) articolo 23.8:
a) parte del 1 è sostituito dal seguente:
". 1 autorità doganale prende in considerazione i casi di illeciti amministrativi, forniti da parti 1, 3 e 4 16.1 articoli, articoli 16.2 - 16.24 del codice.";
b) una parte del 2 1.1 aggiungere paragrafo per leggere come segue:
"1.1) Capo unità strutturale del corpo esecutivo federale autorizzato nel campo degli affari doganali, ei suoi sostituti;";
9) punto del 3 2 23.9 articolo aggiungere le parole "e dei loro supplenti";
10) il punto di questo articolo 12 2 28.3 dopo le figure "14.10", integrati da figure "14.50,";
11) articolo 29.5 1.1 parte supplemento come segue:
". 1.1 nei casi previsti dai trattati internazionali, procedimenti amministrativi è considerato il luogo di rilevamento di un illecito amministrativo, se il luogo della sua commissione è il territorio di un altro Stato.";
12) in un articolo delle parole 1 30.10 "di cui agli articoli 30.1 - 30.3" sostituito da "di cui agli articoli 30.1, 30.2, parti 1 e articolo 3 30.3".

Articolo 15
Nel paragrafo 3 articolo 61.1 della Legge federale sulla 26 ottobre 2002, il numero 127-FZ "On insolvenza (fallimento)" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2002, № 43, l'articolo 4190; .. 2009, № 18, art 2153) le parole "dogana la Federazione russa "con le parole" la legislazione doganale dell'Unione doganale entro il EurAsEC e (o) la legislazione della Federazione russa per le questioni doganali ".

Articolo 16
Scrivi articolo 29 della Legge federale sulla 27 dicembre 2002, il numero 184-FZ "On regola tecnica" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2002, № 52, l'articolo 5140 ;. 2009, № 29, l'articolo 3626 ;. 2010, № 1, Art . 6) le seguenti modifiche:
1) nel titolo le parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
2) al paragrafo 1:
a) al primo comma la parola "regimi" sostituito da "Procedura", il "territorio doganale" parole sostituita dal "territorio", il "regime doganale" parole sostituire "regime doganale" con le parole;
b) il secondo comma è sostituito dal seguente:
"Ai fini della dichiarazione in dogana delle merci del Governo della Federazione Russa, sulla base della legge federale adottata o decreto del Presidente della Federazione Russa, e la Federazione governo russo delle regole tecniche non più tardi di 30 giorni prima della data di entrata in vigore del regolamento tecnico approva gli elenchi dei prodotti coperti dal il primo comma del presente paragrafo, specificando un unico codice della nomenclatura dei prodotti del commercio estero Tamozhennog Union. Gli organi dirigenti federali che svolgono funzioni nel settore consolidata di attività, insieme con l'organo esecutivo federale autorizzato nel settore doganale, e l'autorità esecutivo federale responsabile della fornitura di servizi statali e la gestione dei beni dello Stato in materia di regolamentazione tecnica e la metrologia, effettuare la formazione di queste liste e la loro presentazione al governo entro e non oltre sessanta giorni prima della la data di entrata in vigore delle norme tecniche. ";
c) al terzo comma le parole "sdoganamento" con le parole "dichiarazione in dogana", le parole "della merce nomenclatura delle attività economiche estere" con le parole "Single Commodity nomenclatura del commercio estero dell'Unione doganale";
3) al primo comma del paragrafo 2 parole "nel territorio doganale della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa", la parola "regimi" sostituito da "Procedura";
4) Nel paragrafo parole 3 "territorio doganale della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa", le parole "approvati dal governo della Federazione Russa" con i termini "stabilito dalla normativa doganale dell'Unione doganale."

Articolo 17
La legge federale sulla 7 luglio 2003, il numero 126-FZ "On comunicazione" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2003, № 28, l'articolo 2895 ;. 2007, № 7, l'articolo 835 ;. 2010, № 7, art 705 .; ... № 27, l'articolo 3408, № 31, l'articolo 4190; 2011, № 45, 6333 v) le seguenti modifiche:
1) nel comma dell'articolo 2 2 parole "importazione nel territorio della Federazione russa" con le parole "importazione nella Federazione Russa";
2) L'articolo 71 è modificato come segue:
"Articolo 71. L'importazione di Radio impianti elettronici e dispositivi ad alta frequenza nella Federazione Russa e l'esportazione di dispositivi elettronici e dispositivi ad alta frequenza da parte della Federazione Russa
L'importazione di Radio impianti elettronici e dispositivi ad alta frequenza nella Federazione Russa e l'esportazione di dispositivi elettronici e dispositivi ad alta frequenza da parte della Federazione Russa effettuate in conformità con i trattati internazionali della Federazione Russa, della legislazione doganale dell'Unione doganale all'interno della Comunità economica eurasiatica e la Federazione russa. ".

Articolo 18
La legge federale sulla 8 dicembre 2003, il numero 164-FZ "Sulla base della normativa nazionale del commercio estero" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2003, № 50, l'articolo 4850 ;. 2004, № 35, l'articolo 3607 ;. 2010, № 45, .. Articolo 5750, № 50, 6594 v) le seguenti modifiche:
1) articolo 2:
a) il punto 7 è modificato come segue:
"7) Commercio estero - importazione e (o) esportazione di prodotti circolazione delle merci tra le parti del territorio della Federazione Russa e l'altra parte del territorio della Federazione Russa, se queste parti non sono collegate via terra territorio russo attraverso il territorio doganale di uno Stato straniero, la circolazione delle merci su. territorio della Federazione russa dal territorio delle isole artificiali, installazioni e strutture su cui la Federazione russa è competente in conformità con la legislazione del russo esimo Federazione e le norme del diritto internazionale, o il movimento delle merci tra i territori delle isole artificiali, installazioni e strutture su cui la Federazione russa ha giurisdizione in conformità con la legislazione russa e il diritto internazionale, non il commercio estero delle merci ";
b) Nel paragrafo 10 parole "nel territorio doganale della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa";
c) al paragrafo 15 la parola "costumi" e la parola "doganale" sono soppresse;
g) il punto 19 è abrogato;
e) al paragrafo parole 28 "territorio doganale della Federazione russa" con le parole "della Federazione Russa";
2) articolo punto 3 4 è abrogata;
3) articolo 6:
a) il punto 3 è modificato come segue:
"3) regolamentazione statale del commercio estero, compresi i costumi e regolazione tariffaria e non tariffaria, nei casi previsti dalle leggi federali e dai trattati internazionali della Federazione Russa e le decisioni della Commissione dell'Unione doganale, nonché la regolamentazione statale delle attività nel campo della valutazione della conformità dei beni requisiti obbligatori in materia di la loro importazione nella Federazione russa e l'esportazione dalla Federazione russa ";
b) il punto 5, dopo la parola "definizione", le parole "in conformità con i trattati internazionali della Federazione Russa e le decisioni della Commissione dell'Unione doganale";
c) la lettera 6 dopo la parola "definizione", le parole "in conformità con i trattati internazionali della Federazione Russa e le decisioni della Commissione dell'Unione doganale";
4) articolo 13:
a) la voce del 2 1, dopo la parola "determina" le parole "in conformità con i trattati internazionali della Federazione Russa e le decisioni della Commissione dell'Unione doganale";
b) parte 2:
3 comma è sostituito dal seguente:
"3) stabilisce le aliquote dei dazi doganali, salvo quanto diversamente disposto dai trattati internazionali dei - membri dell'Unione doganale all'interno della Comunità Economica Eurasiatica (di seguito - l'Unione doganale);";
punto 4 dopo la parola "determina" le parole "in conformità con i trattati internazionali della Federazione Russa e le decisioni della Commissione dell'Unione doganale";
5 comma è sostituito dal seguente:
"5) nei casi previsti dai trattati internazionali della Federazione Russa stabilisce una procedura d'autorizzazione di esportazione e (o) l'importazione di alcuni tipi di merci che possono avere un impatto negativo sulla sicurezza dello Stato, la vita o la salute dei cittadini, di proprietà di persone fisiche o giuridiche, di proprietà pubblica o comunale, l'ambiente, vita o la salute degli animali e delle piante, nonché determinare l'elenco delle specifiche tipologie di prodotti per i quali si applica tale ordine; ";
6 comma, le parole "la procedura delle licenze nel settore del commercio estero di merci e" sono soppressi;
punti 7 8 e dichiarate nulle;
punto 11 dopo la parola "determina" le parole "in conformità con i trattati internazionali della Federazione Russa e le decisioni della Commissione dell'Unione doganale";
punto 13 è abrogata;
articolo 5) 19, dopo le parole "in conformità con" le parole "gli accordi internazionali di - membri dell'Unione doganale e (o)";
6) articolo 21:
a) il nome come segue:
". L'articolo restrizioni quantitative 21 imposte dal governo russo in casi eccezionali previsti dai trattati internazionali della Federazione Russa";
b) Il primo comma del 2 è sostituito dal seguente:
". 2 del Governo della Federazione Russa in conformità con i trattati internazionali della Federazione Russa nei casi eccezionali non più di sei mesi possono essere installati:";
7) articolo 2 25 parte la seguente dicitura:
"2 l'esportazione e (o) l'importazione di alcuni tipi di merci è effettuata in conformità con i trattati internazionali della Federazione Russa e le decisioni della Commissione dell'Unione doganale per il rilascio dei permessi per l'esportazione e (o) l'importazione di alcuni tipi di merci..»;
8) L'articolo 26 è modificato come segue:
"Articolo 26. Il diritto esclusivo di esportare e (o) l'importazione di alcuni prodotti
1. Il diritto di svolgere attività di commercio con l'estero può essere limitato dalla concessione di un diritto esclusivo di esportare e (o) l'importazione di alcuni tipi di merci da parte della Commissione dell'Unione doganale, e nei casi previsti dai trattati internazionali della Federazione Russa, Governo della Federazione Russa.
2. Alcuni tipi di merci per l'esportazione e l'importazione (o) di cui è stato concesso il diritto esclusivo, e l'ordine del governo della Federazione Russa, un'organizzazione che fornisce il diritto esclusivo di esportare e (o) l'importazione di alcuni tipi di merci, stabilito dalla decisione della Commissione dell'Unione doganale. L'elenco delle organizzazioni che hanno ottenuto il diritto esclusivo di esportare e (o) l'importazione di alcuni tipi di merci, stabilita dal governo russo. ";
9) articolo 27, dopo le parole "In accordo con" le parole "trattati internazionali della Federazione Russa, le decisioni dell'Unione doganale della Commissione, e";
10) in un articolo delle parole 2 31 "legislazione doganale della Federazione russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale e (o) della legislazione della Federazione Russa per le questioni doganali", la parola "dogana" e la parola "doganale" sono soppresse;
11) in un articolo del 1 32:
a) il punto parole 4 "e beni culturali";
b) al paragrafo 9:
nel comma "a", le parole "la legislazione doganale della Federazione russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale e (o) la legislazione Federazione Russa in materia doganale";
nel comma "b" della parola "carico" è soppressa;
12) articolo 45:
a) parte del 1 considerato nullo;
b) nella parte 2 parole "nel territorio doganale della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa", le parole "territorio doganale della Federazione russa" con le parole "il territorio della Federazione Russa";
c) del 4 considerato nullo;
g) nel primo comma, le parole 5 "sul territorio della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa";
e) del 6 e 7 dichiarate nulle;
13) dell'articolo 2 54 considerato nullo.

Articolo 19
La legge federale sulla 10 dicembre 2003, il numero 173-FZ "On regolamento valuta e valuta Control" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2003, № 50, l'articolo 4859 ;. 2005, № 30, l'articolo 3101 ;. 2007, № 1, ..... articolo 30, № 29, l'articolo 3480; 2010, № 47, l'articolo 6028; 2011, № 29, l'articolo 4291, № 30, 4584 v) le seguenti modifiche:
1) nel comma "d" del comma dell'articolo 9 1 1 le parole "nel territorio doganale della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa", il "territorio doganale della Federazione Russa" le parole con le parole "della Federazione Russa";
2) L'articolo 15 è modificato come segue:
"Articolo 15. L'importazione nella Federazione Russa e l'esportazione della Federazione Russa, i valori di valuta, la valuta Federazione Russa e titoli interni
L'importazione nella Federazione Russa e l'esportazione della Federazione Russa di valuta estera e (o) gli assegni in valuta e travellers Federazione Russa, estera e (o) titoli nazionali in forma certificata sono fatte da residenti e non residenti, senza restrizioni soggetti ai requisiti della legislazione doganale dell'Unione doganale nel quadro Comunità economica eurasiatica e la legislazione Federazione russa in materia doganale. ";
3) articolo 19:
a) al paragrafo 2 1 delle parole "nel territorio doganale della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa", la parola "doganale" sono soppressi;
b) al paragrafo 4 2 della parola "dogana" è soppressa;
4) in un articolo delle parole 15 23 "attraverso il confine doganale della Federazione Russa" con le parole "importati nella Federazione Russa ed esportati dalla Federazione russa", le parole "della sdoganamento di" sostituto "per la commissione delle operazioni doganali in materia di".

Articolo 20
La legge federale sulla 20 dicembre 2004, il numero 166-FZ "sulla pesca e la conservazione di acquatici Risorse biologiche" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2004, № 52, l'articolo 5270 ;. 2007, № 50, l'articolo 6246 ;. 2008, № 49 .., l'articolo 5748; 2011, № 1, 32 v) le seguenti modifiche:
1) al paragrafo dell'articolo 4 2 13 delle parole "nel territorio doganale della Federazione russa" con le parole "nei porti della Federazione Russa, così come nei casi e ordine determinato dal governo della Federazione Russa, in un altro luogo di consegna";
2) articolo 19:
a) nella parte del 3.2 parole "nel territorio doganale della Federazione russa" con le parole "nei porti marittimi della Federazione russa o nei casi e le procedure stabilite dal governo della Federazione Russa, in un altro luogo di consegna";
b) parte di 3.3 è sostituito dal seguente:
"3.3. L'ordine di consegna di cui al comma 3.2 questo articolo cattura organismi acquatici vivi ed i prodotti fatti da loro pesce e altri prodotti nei porti marittimi della Federazione Russa, così come nei casi e l'ordine determinato dal governo russo in un altro luogo di consegna fissato dal governo russo." .

Articolo 21
La legge federale sulla 22 luglio 2005, il numero 116-FZ "On zone economiche speciali nella Federazione Russa" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2005, № 30, l'articolo 3127 ;. 2006, № 23, l'articolo 2383 ;. 2007, № 45 ...., v 5417; 2009, № 52, l'articolo 6416; 2011, № 30, l'articolo 4563, № 45, 6335 v) le seguenti modifiche:
1) L'articolo 1 è modificato come segue:
"Articolo 1. Regolamentazione giuridica dei rapporti nel campo delle zone economiche speciali nella Federazione Russa
1. Relazioni nel campo delle zone economiche speciali nella Federazione Russa sono regolati dall'Accordo sulle (speciali) zone franche nel territorio doganale dell'Unione doganale e il regime doganale di zona doganale libera da 18 giugno 2010 anni (di seguito - l'accordo sulla FEZ), altri atti della legislazione doganale doganale Unione all'interno della Comunità economica eurasiatica (di seguito - l'Unione doganale), la normativa Federazione russa in zone economiche speciali e altre normative russa.
2. legislazione russa sulle zone economiche speciali consistono della presente legge federale e ha ricevuto in accordo con essa altre leggi federali.
3. Relazioni nel campo delle zone economiche speciali possono anche essere regolati da decreti del Presidente della Federazione Russa da parte del governo russo e di altri atti normativi adottati in conformità con la legislazione russa in zone economiche speciali. ";
2) capitolo 1 5.1 aggiungere articolo come segue:
"Articolo 5.1. Tassazione dei residenti di zone economiche speciali
Tassazione dei residenti di zone economiche speciali in conformità con la legislazione russa sulle imposte e tasse ".
3) articolo 3 10 parte la seguente dicitura:
. "imprenditori 3 individuali e le imprese che non sono residenti di una zona economica speciale hanno il diritto di esercitare la propria attività nella zona economica speciale, con l'eccezione del porto zona economica speciale, fatte salve le disposizioni della presente parte B della zona economica speciale di porta ha il diritto di svolgere attività .:
1) amministrazione del porto, porto fluviale, l'aeroporto, le imprese statali e federali società per azioni (le azioni sono di proprietà federale) - al fine di garantire il funzionamento e la sicurezza del porto, porto fluviale, l'aeroporto in piena conformità con la legislazione russa;
2) organo esecutivo della Federazione russa o la società di gestione o di cui al comma 2 articolo 8 odierna società dotato di alcuni poteri alla porta di gestione speciale zona economica ai sensi dell'articolo 7 del presente documento, - al fine di garantire il funzionamento della zona economica speciale di porta ;
3) imprenditori individuali e le imprese che non sono residenti della zona economica speciale di porta - la costruzione e la gestione di infrastrutture di zone economiche speciali portuali e gli oggetti di infrastruttura creati entro i confini dei terreni concessi alle autorità di controllo del porto zona economica speciale residente della porta zona economica speciale. ";
4) nel capitolo 8:
a) il nome come segue:
". Capitolo applicazione 8 del regime doganale di zona doganale libera nei territori delle zone economiche speciali";
b) l'articolo 36 è modificato come segue:
"Articolo 36. Disposizioni generali sull'uso del regime doganale di zona doganale libera nei territori delle zone economiche speciali
1. Questo capitolo definisce l'uso dei territori di produzione industriale, lo sviluppo tecnologico e zone economiche speciali portuali del regime di zona libere consuetudini stabilite dalla normativa doganale dell'Unione doganale.
2. Nelle aree di zone economiche speciali turistico-ricreativo interno gratuito doganali zona doganale non è applicabile.
3. Nelle zone di produzione industriale e di zone economiche speciali tecnologia innovativa può essere posizionato ed utilizzato merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera, unione doganale, non è posto sotto il regime doganale della zona doganale libera e merci estere, posta sotto altri regimi doganali.
4. Nei territori di zone economiche speciali portuali possa essere presentato e merci vincolate a dogana libero regime di zona utilizzata, e nei casi stabiliti dall'accordo sulla SEZ, trasporto internazionale di veicoli e merci non vincolate a dogana libera di zona. Unione doganale le merci importate nel porto zona economica speciale potere esecutivo della Federazione Russa o la società di gestione o della parte 2 articolo 8 del presente documento per azioni società impegnata nel territorio dei singoli poteri della zona economica speciale di porta per la gestione della zona economica speciale di approdo ai sensi Articolo 7 del presente documento, compresa la fornitura del suo funzionamento, al regime doganale dei costumi liberi aree non si adattano.
5. L'organo esecutivo federale autorizzato nel settore delle dogane, e la tecnologia determina l'ordine delle operazioni doganali per le merci, compresi i veicoli importati (importati) sul territorio di zone economiche speciali e esportate dal territorio di zone economiche speciali. ";
c) L'articolo 37 è modificato come segue:
"Articolo 37. La procedura doganale di zona doganale libera
1. Contenuto del regime doganale di zona doganale libera e le condizioni per il vincolo delle merci al regime doganale di zona doganale libera definita dall'accordo sul Fez.
2. Sotto il regime doganale della zona doganale libera non possono essere immessi prodotti, istituita in conformità con l'accordo sul FEZ. Il governo russo ha il diritto di stabilire l'elenco dei prodotti che non possono essere vincolate al regime doganale di zona doganale libera.
3. Le merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera sono soggetti a dichiarazione doganale secondo le modalità previste dalla normativa doganale dell'Unione doganale e (o) la legislazione della Federazione Russa per le questioni doganali, fatta eccezione per le merci di cui alla parte 4 questo articolo.
4. merci estere importate nel territorio della zona economica speciale di porta con il territorio di uno Stato che non è membro dell'Unione doganale, se tali beni non sono destinati a fini di costruzione, ricostruzione delle infrastrutture portuali, porto fluviale, l'aeroporto, che si trova nella zona economica speciale di porta devono essere sistemati sotto la procedura doganale della zona doganale libera senza dichiarazione doganale, salvo casi stabiliti conformemente alla presente articolo 5 parte. In relazione a tali merci sono fatte solo operazioni doganali connesse con l'arrivo della merce nel territorio doganale dell'Unione doganale.
5. Il governo russo ha il diritto di stabilire i casi in cui le merci estere importate nel territorio della zona economica speciale di porta con il territorio di uno Stato che non è membro dell'Unione doganale e vincolate al regime di zona doganale libera, sono soggetti a dichiarazione doganale.
6. Quando si posiziona merci al regime doganale di zona doganale libera, applicato nel territorio di industriale-produzione o zona economica speciale tecnologia innovativa, dichiarando la merce residente può solo di una zona economica speciale, che vengono importati nel territorio di tali beni.
7. Quando si posiziona merci al regime doganale di zona doganale libera, applicato nel territorio di speciale zona portuale economica, il dichiarante può essere un residente della zona economica speciale di porta, o di qualsiasi altra persona di cui al comma 1 o quinto comma dell'articolo 2 186 del codice doganale dell'Unione doganale.
8. Le merci vincolate dai residenti di zone economiche speciali al regime doganale di zona doganale libera per l'attuazione (gestione) della produzione industriale, lo sviluppo tecnologico e le operazioni portuali in conformità con l'accordo sull'attuazione della (conduzione) le operazioni sul territorio della zona economica speciale.
9. Al fine di confermare il rispetto delle condizioni di vincolo della zona con regime doganale residente di una zona economica speciale all'ufficio doganale presentato un accordo sull'attuazione del (conduzione) le operazioni sul territorio della zona economica speciale e un certificato di iscrizione nel registro dei residenti della zona economica speciale, o copie di tali documenti certificata da una persona sottoponendoli.
10. Se le merci sono vincolate al regime doganale della zona doganale libera in vista della loro immissione sul territorio di speciale zona portuale economica da un non residente di zone economiche speciali portuali, per confermare il rispetto delle condizioni di vincolo della procedura di libera zona doganale per dichiarare le merci devono essere presentate alle autorità doganali concluso tra il proprietario di tali beni, e un residente di zona economica speciale porta un contratto per la fornitura di prodotti di magazzino (stoccaggio), carico (scarico) di beni e le prestazioni di altre operazioni stabilite dal accordo sullo FEZ.
11. Per merci estere livello locale (posta) al regime doganale della zona doganale libera e destinati ad effettuare in relazione a tali beni per operazioni di trattamento (trasformazione), a seguito della quale le merci perdono le loro caratteristiche individuali, e (o) per la fabbricazione di prodotti (gruppo includendo , smontaggio, installazione, regolazione), così come la riparazione, l'autorità doganale su richiesta del dichiarante effettua l'identificazione di tali merci nei prodotti in (ottenuto) con l'uso di merci estere locale nnyh al regime doganale di zona doganale libera.
12. Al fine di identificare le merci straniere vincolate al regime doganale di zona doganale liberi di manufatti (realizzato) con l'utilizzo di merci estere vincolate al regime doganale di zona doganale libera, possono essere utilizzati metodi di identificazione stabilite dall'accordo sul FEZ.
13. Accettabilità del metodo rivendicato per identificare merci estere vincolate procedura doganale libera per i manufatti (preparato) usando le merci estere vincolate procedura doganale connessione stabilita dalla dogana date le caratteristiche di merci ed operazioni con essi, detta in termini di questo articolo 11. Se il metodo dichiarante proposto per l'identificazione delle merci estere livello locale (posta) al regime doganale della zona doganale trasporto merci fabbricati (ottenuta) con uso di merci estere vincolate doganale libera regime di zona, l'autorità doganale ritiene opportuno, l'autorità doganale ha il diritto di determinare autonomamente la metodo di autenticazione.
14. La procedura di identificazione delle merci estere poste (posto) sotto il regime doganale di zona doganale libera di manufatti (realizzato) con l'utilizzo di merci estere vincolate al regime doganale di zona doganale libera, definito dal l'organo esecutivo federale autorizzato nel settore doganale.
15. Completamento del regime doganale di zona doganale liberi è effettuata in conformità con l'accordo sul FEZ.
16. Al termine della procedura di zona doganale libera applicata in settori della produzione industriale e tecnologia innovativa zone economiche speciali, per merci vincolate libere consuetudini di zona e beni confezionati (ottenuto) con l'uso delle merci vincolate al regime doganale zona doganale libera, dichiarando solo speciale residente zona economica può agire, una merce al regime doganale della zona doganale libera, e per eccezione dei casi previsti nel 17 e 18 questo articolo.
17. In caso di perdita di uno status persona residente della zona economica speciale alla fine del regime doganale di zona doganale libera secondo le modalità previste dall'accordo sul FEZ, dichiarando la merce esegue la persona che ha perso lo status di residente di una zona economica speciale.
18. In caso di trasferimento dei diritti di proprietà, uso e smaltimento (o) delle merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera, un altro residente della zona economica speciale a conclusione del regime doganale zona franca in conformità con la procedura prevista dall'accordo sulla FEZ, dichiarando la merce è un residente di una zona economica speciale ai quali i diritti di proprietà, uso e smaltimento (o) di questi beni.
19. Quando le merci sono vincolate al regime di zona doganale libera applicabile nel territorio di speciale zona porto economica, e al termine di tale procedura doganale se tali prodotti sono rimasti invariati, salvo variazioni dovute a normale usura o perdita naturale nelle normali condizioni di trasporto (trasporto ), lo stoccaggio e (o) uso (funzionamento), dichiarando la merce può essere un residente della zona economica speciale di porta, posta della merce alle dogane esimo procedura di zona doganale libera, ad eccezione dei casi previsti nel 17 e 18 di questo articolo, o di qualsiasi altra persona di cui al comma 1 o quinto comma del sub-articolo 2 186 del codice doganale dell'Unione doganale.
20. A conclusione dei costumi della procedura zona doganale libera applicabile nel territorio di particolare zona del porto economica, per i beni lavorati (prodotto) nel territorio della zona economica speciale di porta con l'uso di merci vincolate ad dogana libera regime di zona, il dichiarante può solo abitante di porta speciale zona economica, messo le merci al regime doganale di zona doganale libera, salvo nel caso di cui al comma 17 questo articolo.
21. A conclusione del regime doganale zona franca, vincolo al regime doganale di reimportazione di beni confezionati (ottenuto) esclusivamente merci dell'Unione doganale, anche con l'uso dei beni della unione doganale non immesse in dogana libera regime di zona, devono essere restituiti al bilancio federale l'importo della tassa imposta sul valore aggiunto, accise per le merci dell'Unione doganale, che una volta vincolate al regime di zona doganale libera è stata effettuata in zmeschenie queste imposte e tasse secondo la legislazione russa su imposte e competenze.
22. Gli importi dell'imposta sul valore aggiunto, accise, nei casi di cui al comma 21 del presente articolo sono calcolati sulla base delle tariffe in vigore alla data di registrazione della dichiarazione doganale di vincolo dell'Unione doganale nell'ambito del regime zona doganale libera e il valore in dogana delle merci e (o) il loro fisico caratteristiche in termini fisici (quantità, peso, volume o altre caratteristiche), definite il giorno del vincolo delle merci dell'Unione doganale nell'ambito del regime doganale di zona doganale libera.
23. Se durante il controllo i costumi del corpo costumi rilevato segni che il documento che conferma lo stato dei beni fatte (ottenuto) con utilizzo di merci estere poste sotto dogana libero regime di zona, contiene informazioni false e (o) emesso sulla base di informazioni false, inaccurate e ( o) informazioni incomplete, l'autorità doganale trasmette un appello motivata al corpo autorizzato dal governo della Federazione russa sulla questione del documento (di seguito - l'autorità di autorizzare documento NNY sulla questione di confermare lo stato delle merci), per condurre un ulteriore, insieme con l'autorità doganale controlla la validità di tale documento. Secondo i risultati di questa ispezione un documento che confermi lo stato della merce potrà essere annullato autorità autorizzata a rilasciare il documento che conferma lo stato della merce.
24. La procedura per l'organizzazione e lo svolgimento di ispezione di cui al comma 23 presente articolo è determinata dall'organo federale del potere esecutivo autorizzato nel campo degli affari doganali insieme con l'organismo autorizzato a rilasciare il documento che conferma lo stato della merce.
25. Al termine del funzionamento della zona economica speciale dell'apparecchiatura posta sotto libere consuetudini regime di zona, è entrato in servizio e utilizzati da un residente di una zona economica speciale per l'attuazione dell'accordo sull'attuazione del (conduzione) le operazioni sul territorio della zona economica speciale, così come le merci vincolate al regime doganale libera zona e utilizzati per la realizzazione di immobili sul territorio della zona economica speciale, riconosciuti come beni dell'Unione doganale, non il signor Facendo sotto controllo doganale, senza il pagamento di dazi doganali e tasse, senza applicazione di divieti e restrizioni e senza vincolo al regime doganale di immissione in consumo interno.
26. In caso di perdita di uno status persona residente in collegamento con la scadenza dell'accordo sulla (conduzione) le operazioni sul territorio della zona speciale economica e l'attuazione dei termini di questo accordo, attrezzature poste sotto libere consuetudini regime di zona, è entrato in servizio e utilizzati da un residente per l'attuazione degli accordi su implementazione (svolgimento) per le operazioni sul territorio della zona economica speciale, e merci vincolate libere consuetudini di zona e utilizzato per un Creazione di immobili sul territorio della zona economica speciale, riconosciuti come beni dell'Unione doganale senza essere sotto controllo doganale, senza il pagamento di dazi doganali e tasse, senza applicazione di divieti e restrizioni e senza vincolo al regime doganale di immissione in consumo interno.
27. Al fine di rilevare i beni di cui parti 25 e 26 del presente articolo, i beni del residente Unione doganale di una zona economica speciale devono essere presentate all'ufficio doganale una dichiarazione scritta, redatta in qualsiasi forma, e documenti contenenti informazioni:
1) del residente;
2) sull'attuazione di un residente dell'accordo sull'applicazione della (conduzione) le operazioni sul territorio della zona economica speciale;
3) concernente l'immissione di tali merci al regime doganale di zona doganale libera;
4) la messa in attrezzature, se l'applicazione è in relazione all'apparecchiatura;
5) per la registrazione di proprietà di un residente di una zona economica speciale sulla proprietà in uniforme Stato Registro dei diritti di beni immobili e operazioni con essa, se l'applicazione è in materia di beni utilizzati per la realizzazione di immobili sul territorio della zona economica speciale.
28. I documenti che confermano i dati sui residenti della zona economica speciale, sono i seguenti:
1) i documenti costitutivi;
2) documento che conferma l'entrata del residente - persona giuridica nello Stato Registro Unico delle persone giuridiche, o una voce di documento che conferma del residente - persona fisica nel registro dello stato uniforme dei singoli imprenditori. Se il documento non viene presentata da un residente di una zona economica speciale, su richiesta inter-agenzie delle autorità doganali l'autorità esecutivo federale responsabile per la registrazione statale delle persone giuridiche e persone fisiche come singoli imprenditori, fornendo informazioni che conferma che il pagamento della persona giuridica o un imprenditore individuale nel registro dello Stato unificato delle persone giuridiche e unificata registro dello Stato di singoli imprenditori, rispettivamente, etstvenno;
3) certificato di iscrizione presso l'autorità fiscale. Se il documento non è rappresentata da un residente di una zona economica speciale, su richiesta inter-agenzie delle autorità doganali l'organo esecutivo federale funzioni di controllo e di supervisione possa esercitare sulla osservanza della normativa fiscale, fornisce informazioni che conferma la dichiarazione della persona giuridica o la registrazione imprenditore individuale l'autorità fiscale;
4) certificato di iscrizione nel registro dei residenti della zona economica speciale. Se il documento non è rappresentata da un residente di una zona economica speciale, su richiesta inter-agenzie delle autorità doganali l'organo esecutivo federale l'esecuzione di registrazione delle persone giuridiche e imprenditori individuali come i residenti di zone economiche speciali, fornendo informazioni che conferma l'inserimento della persona giuridica o imprenditore individuale nel registro i residenti di zone economiche speciali.
29. Il documento che conferma l'esecuzione di un residente di uno speciale zona economica dell'accordo sull'applicazione della (conduzione) le operazioni sul territorio della zona economica speciale, è un certificato scritto rilasciato dal organo di governo della zona economica speciale nella forma e modalità stabilite dal corpo federale del potere esecutivo responsabile per lo sviluppo delle funzioni statali la politica e la regolamentazione legale normativa nel campo della creazione e il funzionamento delle zone economiche speciali nella Federazione russa.
30. Merci vincolate al libere consuetudini di zona e diventare inutilizzabile, e anche importati insieme alla merce al territorio di materiali speciali di zona e di imballaggio economiche, in tutto o in parte perso la loro funzione originaria e le sue proprietà di consumo, con il permesso del corpo doganali può essere distrutto la zona economica speciale o esportate dal territorio di una zona economica speciale allo scopo di distruggerli in un ordine determinato dal esecutivo federale autorità autorizzata nel campo degli affari doganali, e con la riflessione del fatto della distruzione delle merci vincolate al regime doganale della zona doganale libera e fatiscente, nelle relazioni presentate alle autorità doganali, a norma dell'articolo 37.4 del presente documento.
31. Il governo russo ha il diritto di stabilire i casi in cui i materiali di imballaggio e confezionamento che sono merci estere importate nel territorio della zona economica speciale insieme a prodotti stranieri, e non hanno perso la loro funzione originaria e le sue proprietà di consumo, possono essere rimossi dal territorio di una zona economica speciale con lo scopo di distruzione senza vincolo al regime doganale di distruzione, nonché le condizioni e le procedure per la loro rimozione e distruzione. ";
g) per aggiungere l'articolo 37.1 come segue:
"Articolo 37.1. Operazioni eseguite con le merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera nei territori delle zone economiche speciali
1. Le operazioni eseguite con le merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera, definito in conformità con l'accordo sul FEZ.
2. Nei territori di produzione industriale, lo sviluppo tecnologico e le zone economiche speciali portuali è vietata la vendita al dettaglio di merci vincolate al regime di zona libere consuetudini e prodotti realizzati (ottenuti) con l'utilizzo delle merci vincolate al regime doganale della zona doganale libera. Il governo russo ha il diritto di stabilire un elenco di altre operazioni vietate eseguite con le merci vincolate al regime doganale della zona doganale libera, nelle aree di produzione industriale, lo sviluppo tecnologico e zone economiche speciali portuali. La corrispondente decreto della Federazione Russa entrerà in vigore non prima di un anno dopo la data della sua pubblicazione ufficiale.
3. Con il permesso delle autorità doganali consentito alla Commissione delle operazioni di campionamento e campioni a norma dell'articolo 155 del codice doganale dell'Unione doganale e il trasferimento di tali campioni e campioni per la ricerca, anche ai fini della certificazione in materia di:
1) merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera;
2) Articoli (ottenuti) con l'utilizzo delle merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera;
3) prodotti realizzati (ottenuto) con l'utilizzo delle merci vincolate al regime doganale delle zone e dei beni dell'Unione doganale dogana libera non vincolate al regime doganale di zona doganale libera.
4. Autorizzazione ad effettuare operazioni di prelievo dei campioni e campioni in relazione ai prodotti specificati nella parte 3 di questo articolo e il trasferimento di tali campioni e campioni per la ricerca, rilasciato dall'autorità doganale sulla base del formato libero richiesta scritta della persona interessata - speciale residente zona economica o di un'altra persona che è il proprietario della merce, il posizionamento di che viene effettuata sul territorio della zona economica speciale di porta. Il permesso è rilasciato per iscritto lo stesso giorno in un documento separato o mediante l'apposizione di un funzionario autorizzato del corpo costumi dei marchi corrispondenti su richiesta scritta della persona interessata. L'autorizzazione è consentito solo secondo i requisiti stabiliti dagli articoli comma 2 155 del codice doganale dell'Unione doganale.
5. Durante il trasferimento di un residente di una zona economica speciale di proprietà, uso e (o) lo smaltimento di merci vincolate a dogana libero regime di zona, un altro residente della zona economica speciale di tali beni può essere spostato da una zona di zone economiche speciali, dove il regime doganale della zona doganale libera dall'altra territorio delle zone economiche speciali, dove il regime doganale della zona doganale libera, secondo la procedura doganale di transito doganale.
6. Caratteristiche dell'applicazione del regime doganale di transito doganale per le merci di cui alla parte 5 del presente articolo sono stabilite dall'organo esecutivo federale autorizzato nel settore doganale.
7. Se commessi nel territorio della zona economica speciale di operazioni connesse con il consumo di merci vincolate dogana libera regime di zona, il fatto che il consumo di tali prodotti dovrebbe riflettersi nelle relazioni presentate alle autorità doganali, a norma dell'articolo 37.4 del presente documento. ";
d) articolo 37.2 integrato come segue:
"Controllo Articolo 37.2. Doganale sul territorio di zone economiche speciali
1. controllo doganale sul territorio delle zone economiche speciali è effettuata dalle autorità doganali in conformità con la normativa doganale dell'Unione doganale e (o) della Federazione russa sulla legislazione doganale.
2. Il territorio della zona economica speciale è una zona di controllo doganale. Circolazione delle merci, veicoli e persone, tra cui funzionari di governo, con l'eccezione di funzionari della dogana attraverso il confine delle zone economiche speciali e le loro limiti con l'autorizzazione dell'autorità doganale e sotto la sua supervisione per quanto riguarda le disposizioni del presente articolo.
3. Il territorio di una zona economica speciale deve essere progettato e attrezzato a scopo di controllo doganale. Al fine di garantire l'efficienza del controllo doganale della organo esecutivo federale autorizzato nel settore doganale, in coordinamento con l'autorità esecutiva federale funzioni di ordine pubblico e di regolamentazione legale di eseguire nella sfera della creazione e il funzionamento delle zone economiche speciali sul territorio della Federazione Russa stabilisce i requisiti per la disposizione e le attrezzature della zona economica speciale, così come la disposizione dei terreni e attrezzature s terra ai residenti della zona economica speciale, nei casi di cui al paragrafo del presente articolo 4.
4. Secondo la decisione del potere esecutivo federale funzioni di ordine pubblico e di regolamentazione giuridica nella sfera della creazione e il funzionamento delle zone economiche speciali nella Federazione Russa l'esecuzione, in accordo con l'organo esecutivo federale autorizzato nel campo degli affari doganali, ha consentito la costruzione e le attrezzature della terra diagramma fornito da zone economiche speciali SEZ residenti e generale erimetra due o più appezzamenti di terreno forniti da vari residenti della zona economica speciale, a condizione che equipaggia i confini di terreni mancano, non appartengono a questi residenti della zona economica speciale.
5. Garantire il regime posto di blocco nel territorio della zona economica speciale, compresa la definizione della procedura per l'accesso delle persone a tale territorio, è fissato come determinato dal l'organo esecutivo federale autorizzato nel campo degli affari doganali in coordinamento con l'autorità esecutiva federale funzioni di ordine pubblico l'esecuzione e regolamentazione giuridica nella sfera della creazione e del funzionamento delle zone economiche speciali nella Federazione russa.
6. Importazione di merci nel territorio della zona economica speciale, dove il regime doganale di zona doganale libera, fatta eccezione per la zona economica speciale di porta, realizzata con la notifica delle autorità doganali di tali beni sono importati. Importazione di merci nel territorio della speciale zona del porto economica, in cui la procedura doganale di zona doganale libera e l'esportazione di beni dal territorio delle zone economiche speciali, dove viene effettuata la procedura doganale della zona doganale libera con l'autorizzazione dell'autorità doganale.
7. Le forme di notifiche e autorizzazioni di cui parte 6 di questo articolo e la procedura per la loro realizzazione sono stabiliti dall'ente federale del potere esecutivo autorizzato nel settore delle dogane.
8. Le autorità doganali possono effettuare l'identificazione delle merci importate nel territorio della zona economica speciale, secondo le modalità previste dal codice doganale dell'Unione doganale. L'organo esecutivo federale autorizzato nel settore doganale, al fine di garantire l'osservanza della normativa doganale dell'Unione doganale, la legislazione della Federazione Russa in materia doganale e della presente legge federale definisce la procedura delle operazioni doganali connesse con l'attuazione della identificazione delle merci importate (importati) nella speciale zona economica ".;
e) l'articolo 37.3 integrato come segue:
"Articolo 37.3. L'attuazione di custodia temporanea delle merci in aree di produzione o di tecnologia innovativa industriale zone economiche speciali
1. Locali, aree esterne, binari ferroviari e piattaforme container disposti in accordo con le aree delle autorità doganali entro i confini delle zone di produzione o di zone economiche speciali tecnologia innovativa industriali e destinati per lo stoccaggio temporaneo di merci estere importate dai residenti delle zone economiche speciali sono luoghi di stoccaggio temporaneo . Questi luoghi di deposito temporaneo nella zona economica speciale devono soddisfare i requisiti e le parti articolo 1 2 71 della legge federale del novembre 27 2010, il numero 311-FZ "On regolamento doganale nella Federazione Russa".
2. I requisiti per la disposizione, attrezzature e le posizioni dei luoghi di stoccaggio temporaneo in aree di produzione industriale e zone economiche speciali tecnologia innovativa sono determinate dall'organo esecutivo federale autorizzato nel campo degli affari doganali, fatte salve le disposizioni del presente articolo.
3. Se un luogo di stoccaggio temporaneo sul territorio di industriale-produzione o la tecnologia innovativa zona economica speciale è una piattaforma aperta, e (o) camera, che si trova sulla terra assegnata ad un residente di uno speciale organo di gestione zona economica della zona economica speciale, lo stoccaggio di merci estere appartenenti a terzi, questo sito non è permesso.
4. operazioni doganali nei confronti delle merci importate da un residente di uno speciale zona economica sul territorio di attività industriali-produzione o la tecnologia innovativa zona economica speciale e esportate dal territorio di attività industriali-produzione o la tecnologia innovativa zona economica speciale, necessario per il vincolo di tale merce al regime doganale selezionato o per completare le azioni delle procedure doganali e le operazioni doganali che coinvolgono il posizionamento delle merci in custodia temporanea, commessi sul territorio della industriali e la produzione o la zona economica speciale tecnologia innovativa in deposito temporaneo secondo le modalità previste dalla normativa doganale dell'Unione doganale, la legislazione Federazione Russa doganale e della presente legge federale.
5. Resident industriale-produzione o zona economica speciale tecnologia innovativa possano essere immessi soltanto quei prodotti, dichiarando che egli può agire sul deposito temporaneo in un deposito temporaneo sul territorio di attività industriali-produzione o la tecnologia innovativa zona economica speciale.
6. Il deposito temporaneo di merci in custodia temporanea nella zona economica speciale è effettuata con l'autorizzazione scritta dell'autorità doganale sulla base della redatto in forma di una richiesta scritta di un residente di una zona economica speciale, l'importazione di merci straniere nel territorio della zona economica speciale. Rilascio di un permesso per lo stoccaggio temporaneo di merci in custodia temporanea e la presentazione dei documenti e delle informazioni per l'immissione merci in custodia temporanea nel territorio di attività industriali-produzione o la tecnologia innovativa zona economica speciale vengono effettuate secondo le modalità previste dalla normativa doganale dell'Unione doganale, la legislazione della Federazione Russa in materia doganale e della presente legge federale.
7. Resident industriale-produzione o la tecnologia innovativa zona economica speciale che ha ricevuto un permesso per lo stoccaggio temporaneo di merci in custodia temporanea nella zona economica speciale è:
1) per garantire la sicurezza delle merci in custodia temporanea;
2) di non consentire le operazioni con le merci senza l'autorizzazione delle autorità doganali;
3) tenere un registro delle merci poste in deposito temporaneo, secondo la procedura stabilita dal corpo esecutivo federale autorizzato nel campo degli affari doganali, e di presentare alle autorità doganali rapporti su tali merci.
8. In caso di perdita della merce, che sono temporaneamente memorizzati nella memoria temporanea nella zona economica speciale, trasferirli a terzi senza l'autorizzazione delle autorità doganali o l'uso di tali prodotti per fini diversi da deposito temporaneo di speciale residente zona economica, ha ricevuto il permesso per la custodia temporanea di tali merci, devono a pagare i dazi doganali e le tasse ai sensi dell'articolo 172 del Codice doganale dell'Unione doganale.
9. Segnalazione forme sulle merci che vengono memorizzati temporaneamente in deposito temporaneo nelle zone economiche speciali, la procedura per il loro completamento, nonché le procedure e le scadenze per la presentazione di tali relazioni alle autorità doganali stabiliti dall'organo esecutivo federale autorizzato nel settore delle dogane. ";
g) per aggiungere l'articolo 37.4 come segue:
"Articolo 37.4. Contabilizzazione delle merci e le dichiarazioni sui prodotti nell'applicazione del regime doganale zona franca
1. Un residente di una zona economica speciale conserva la documentazione dei prodotti immessi in dogana libero regime di zona e prodotti (ottenuto) con l'utilizzo delle merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera e presentare relazioni su tali merci alle autorità doganali.
2. Tutte le modifiche che si verificano per le merci vincolate al regime di zona libere consuetudini e prodotti (ottenuti) con l'utilizzo di merci vincolate ad regime di zona libere consuetudini, dovrebbe riflettersi nei registri.
3. La procedura per la contabilità delle merci vincolate al regime doganale delle zone e delle merci in dogana gratuito prodotto (fatta) con l'utilizzo delle merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera, forme di rendicontazione su tali merci, la procedura per il riempimento di forme e le modalità ei termini per la presentazione alle autorità doganali tali relazioni sono stabilite dall'ente federale del potere esecutivo autorizzato nel settore delle dogane. ";
h) integra l'articolo 37.5 come segue:
"Articolo 37.5. L'importazione nel territorio del porto zona economica speciale di merci collocato all'estero fino all'importazione, alle procedure doganali applicabili alle merci esportate
1. Le merci vincolate al di fuori del territorio delle zone economiche speciali portuali nell'ambito delle procedure doganali applicabili alle merci esportate possono essere importate nel territorio della zona economica speciale di porta per lo stoccaggio e si impegnano a loro le operazioni di scarico, altre operazioni di carico necessarie per l'avvio del trasporto internazionale di ricarica e prodotti quando sono esportati dal territorio doganale dell'Unione doganale.
2. Stoccaggio di beni specificati nella parte 1 questo articolo e compimento delle operazioni per lo scarico e il ricarico e le altre operazioni di carico con tali beni può essere fatta solo da un residente di porto zona economica speciale.
3. Importazione di beni specificati nella parte 1 di questo articolo, sul territorio della speciale zona portuale economica, l'esportazione di tali beni dal territorio della zona economica speciale di porta, tra cui il resto del territorio doganale dell'Unione doganale, e lo stoccaggio di tali prodotti nel territorio della speciale zona del porto economica sono svolte in secondo le disposizioni del presente articolo secondo le modalità previste dal corpo esecutivo federale autorizzato nel settore delle dogane.
4. Durante l'importazione nel territorio del porto zona economica speciale di merci dell'Unione doganale vincolate al regime doganale per l'esportazione sono esenti dal pagamento dell'imposta sul valore aggiunto, accise o un rimborso di importi precedentemente versati dell'imposta sul valore aggiunto, accise, se tale esenzione o il rimborso sono stabiliti dalla legislazione RF imposte e tasse nella effettiva esportazione di merci da parte della Federazione russa.
5. Quando non è in realtà esportate dal territorio del porto zona economica speciale di beni specificati nella parte 4 di questo articolo, in pochi giorni 180 dal giorno successivo alla data della loro entrata nel territorio della zona economica speciale di porta, soggetta al pagamento delle imposte con interessi maturati al tasso di rifinanziamento Banca centrale della Federazione russa in vigore durante il periodo di questi beni nel territorio della zona economica speciale di porta, secondo le modalità previste dalla legislazione della Federazione russa che di poter effettivamente di riscuotere le tasse e gli interessi quando l'importazione di merci nella Federazione Russa.
6. L'esportazione di beni di cui alla parte 4 di questo articolo, dal territorio della zona economica speciale porta sul resto del territorio doganale dell'Unione doganale, se tale operazione non è legato alla partenza del trasporto internazionale di merci, con l'autorizzazione dell'autorità doganale, soggetta al pagamento di imposte e tasse secondo la legislazione Federazione russa doganale per la riscossione delle imposte sull'importazione di merci nella Federazione russa.
7. La risoluzione delle autorità doganali sulle esportazioni di merci nel caso previsto dal comma 6 del presente articolo è rilasciato sulla base di redatta in una dichiarazione scritta del dichiarante di tale merce al regime doganale per l'esportazione, il suo successore o il rappresentante autorizzato o altra persona da cui tali beni sono legalmente possesso. Termine di considerazione dell'autorità doganale di una tale affermazione non è più di tre giorni lavorativi dalla data di ricezione della stessa alle autorità doganali. ".

Articolo 22
La legge federale sulla 10 gennaio 2006, il numero 16-FZ "Sulla Zona Economica Speciale nella regione di Kaliningrad e sulle modifiche alla taluni atti legislativi della Federazione Russa" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2006, № 3, l'articolo 280 ;. 2007, № .... 22, l'articolo 2564, № 45, l'articolo 5417; 2010, № 48, l'articolo 6252; 2011, № 27, 3880 v) le seguenti modifiche:
1) L'articolo 1 è modificato come segue:
"Articolo 1. Il campo di applicazione della presente legge federale
Questa legge federale regola i rapporti sorga in connessione con la costituzione, il funzionamento e la cessazione del funzionamento della zona economica speciale nella regione di Kaliningrad, tenendo conto della situazione geopolitica della regione di Kaliningrad, al fine di accelerare il suo sviluppo socio-economico. ";
2) articolo 2:
a) al primo comma, i termini "In questa legge federale" con le parole "In 1 presente legge federale.";
b) il punto parole 1 "e utilizzato la dogana libero regime di zona";
c) aggiungere Parte 2 come segue:
"2. Ai fini dei capitoli 3 e 3.1 presente legge federale i termini definiti dal codice doganale dell'Unione doganale e l'accordo sulle (speciali) zone franche nel territorio doganale dell'Unione doganale e la procedura di zona con costumi da 18 giugno 2010 anni (di seguito - accordo SEZ). ";
3) il punto di questo articolo 6 2 3 è sostituito dal seguente:
"6) formulare proposte per l'inclusione nella lista delle merci che non possono essere vincolate al regime doganale di zona doganale libera";
4) in un articolo delle parole 2 6 "la circolazione delle merci attraverso il confine doganale della Federazione Russa" con "l'importazione di merci nella Federazione Russa e l'esportazione di merci dalla Federazione russa";
5) nel capitolo 3:
a) il nome come segue:
". Capitolo 3 Effetti del regime doganale di zona doganale libera";
b) l'articolo 8 è modificato come segue:
"Articolo 8. Ambito di applicazione del presente capo
1. Questo capitolo definisce l'uso del territorio della zona economica speciale della procedura di zona doganale libera, istituita in conformità con la normativa doganale dell'Unione doganale all'interno della Comunità Economica Eurasiatica (di seguito - l'Unione doganale).
2. Sul territorio della zona economica speciale può essere posizionato e utilizzato le merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera, unione doganale, non è posto sotto il regime doganale della zona doganale libera e merci estere, posta sotto le procedure doganali di altri. ";
c) L'articolo 9 è modificato come segue:
"Articolo 9. L'uso del regime doganale zona franca
1. Sul territorio della zona economica speciale al regime doganale della zona doganale libera. Contenuto del regime doganale di zona doganale libera è definita dall'accordo sulla FEZ.
2. Il regime doganale della zona doganale liberi non si applica ai beni dell'Unione doganale nel territorio di una zona economica speciale o importato nel territorio della zona economica speciale.
3. merci straniere poste sotto libere consuetudini regime di zona, beni confezionati (ottenuto) con l'utilizzo di merci estere poste sotto libere consuetudini di zona e articoli in (ottenuto) con l'utilizzo di merci estere poste sotto dogana libero regime di zona e beni di Unione doganale, può essere eseguito solo ed utilizzati sul territorio delle zone economiche speciali, salvo i casi stabiliti dall'accordo in materia di FEZ su una zona economica.
4. La procedura e la tecnologia delle operazioni doganali per le merci, compresi i veicoli importati (importato) nel territorio della zona economica speciale e esportate dal territorio della zona economica speciale è determinato dall'organo federale del potere esecutivo autorizzato nel settore delle dogane. ";
d) l'articolo 10 è modificato come segue:
"Articolo 10. Condizioni di vincolo al regime doganale di zona doganale libera
1. Condizioni di vincolo al regime doganale di zona doganale libere è determinata dal consenso del FEZ.
2. Sotto il regime doganale della zona doganale libera non possono essere immessi prodotti, istituita in conformità con l'accordo sul FEZ, tra cui:
1) prodotti soggetti ad accisa;
2) prodotti in conformità con l'elenco compilato dal governo russo, tra cui la proposta dell'organo esecutivo supremo del potere statale della regione di Kaliningrad.
3. Merci poste residenti nell'ambito della procedura di zona doganale libera al fine di attuare i loro progetti di investimento nella zona economica speciale.
4. Quando si posiziona merci al regime doganale dei costumi liberi di zona residente o una persona da lui autorizzata, per l'autorità doganale costituisce una prova per l'iscrizione nel registro dei residenti e la dichiarazione di investimento, o copie di tali documenti certificati da un residente. Le persone giuridiche, registrazione statale avviene nella regione di Kaliningrad secondo le modalità previste dalla legislazione della Federazione Russa, e che non sono residenti sono posti merci al regime doganale della zona doganale libera per il loro posizionamento e l'uso per i fini previsti dalla legge federale presente.
5. Dichiarante delle merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera, può essere residente o una persona giuridica, la registrazione statale viene effettuato nella regione di Kaliningrad secondo le modalità previste dalla legislazione della Federazione Russa.
6. Per merci estere livello locale (posta) al regime doganale della zona doganale libera e destinati ad effettuare in relazione a tali beni per operazioni di trattamento (trasformazione), a seguito della quale le merci perdono le loro caratteristiche individuali, e (o) per la fabbricazione di prodotti (gruppo includendo , smontaggio, installazione, regolazione), così come la riparazione, l'autorità doganale su richiesta del dichiarante effettua l'identificazione di tali merci nei prodotti in (ottenuto) con l'uso di merci estere locale nnyh sotto dogana libera regime di zona, fatte salve le disposizioni di cui all'articolo 11 del presente documento. ";
d) l'articolo 11 è modificato come segue:
"Articolo 11. L'identificazione delle merci straniere vincolate al regime doganale di zona doganale libera di manufatti (fatto) con l'utilizzo di prodotti stranieri
1. Al fine di identificare le merci straniere vincolate al regime doganale di zona doganale liberi di manufatti (realizzato) con l'utilizzo di merci estere vincolate al regime doganale di zona doganale libera, utilizzato metodi di identificazione stabilite dall'accordo sul FEZ.
2. Accettabilità del metodo rivendicato per identificare merci estere vincolate procedura doganale libera per i manufatti (preparato) usando le merci estere vincolate procedura doganale connessione stabilita dalla dogana date le caratteristiche di merci ed operazioni con essi, detta ai sensi dell'art 6 10 del presente documento. Se il metodo dichiarante proposto per l'identificazione delle merci estere livello locale (posta) al regime doganale della zona doganale trasporto merci fabbricati (ottenuta) con uso di merci estere vincolate doganale libera regime di zona, l'autorità doganale ritiene opportuno, l'autorità doganale ha il diritto di determinare autonomamente la metodo di autenticazione.
3. La procedura di identificazione delle merci estere posto (posto) sotto il regime doganale di zona doganale libera di manufatti (realizzato) con l'utilizzo di merci estere vincolate al regime doganale di zona doganale libera, stabilito dall'organo esecutivo federale autorizzato nel settore doganale. " ;
e) l'articolo 12 considerato nullo;
g) per aggiungere l'articolo 12.1 come segue:
". Operazioni articolo 12.1 con le merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera
1. Con le merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera, il territorio della zona economica speciale è consentita l'esecuzione di operazioni determinate in conformità con l'accordo sul FEZ.
2. Per quanto riguarda le merci vincolate a dogana libero regime di zona e delle merci fatte (ottenuto) con l'utilizzo delle merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera nel territorio della zona economica speciale permesso il trasferimento della proprietà, uso e smaltimento (o), tra cui comprese le vendite al dettaglio di beni e il loro consumo.
3. Il governo russo ha il diritto di stabilire l'elenco delle operazioni vietate con le merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera nel territorio della zona economica speciale. La corrispondente decreto della Federazione Russa entrerà in vigore non prima di un anno dopo la data della sua pubblicazione. ";
h) integra l'articolo 12.2 come segue:
"Articolo 12.2. L'uso della procedura di zona doganale gratuito per alcune categorie di merci
1. Veicoli per il trasporto di merci, trattori, rimorchi, semirimorchi, trattori, autobus, aerei, Watercrafts, materiale rotabile ferroviario (compresi i veicoli vuoti), posta sotto il regime doganale della zona doganale libera nel territorio della zona economica speciale è considerato ai fini doganali, come la trasporto internazionale di veicoli di trasporto internazionale di merci, passeggeri e bagagli tra la regione di Kaliningrad e territori di sovrani stranieri STV e il trasporto di merci, passeggeri e bagagli tra la regione di Kaliningrad e il resto del territorio della Federazione russa attraverso il territorio di uno Stato straniero, anche attraverso il territorio dello Stato - un membro dell'Unione doganale, soggetta alle seguenti condizioni:
1) il veicolo sia immatricolato nel territorio della regione di Kaliningrad;
2) veicolo appartenga ad una persona giuridica, la registrazione statale viene effettuato nella regione di Kaliningrad.
2. Veicoli per uso personale registrata nel territorio della regione di Kaliningrad e posto sotto il regime doganale di zona doganale libera nel territorio della zona economica speciale possono essere prese temporaneamente fuori da individui dal territorio della regione di Kaliningrad e ha portato il resto del territorio della Federazione Russa nelle seguenti condizioni:
1) il periodo di esportazione temporanea di tali veicoli non può superare due mesi;
2) in relazione a tali veicoli prevista garanzia per il pagamento dei dazi doganali e tasse secondo le modalità previste dalla normativa doganale dell'Unione doganale e (o) la legislazione della Federazione Russa in materia doganale, nella quantità prescritta per i veicoli per uso privato immatricolato nel territorio di Stati esteri e importati nel territorio doganale dell'Unione doganale afferma individui - i membri dell'Unione doganale.
3. Beni specificati nelle sottosezioni 1 e 2 presente articolo, posta sotto il regime doganale di zona doganale libera, vengono liberate con la condizionale prima dell'acquisizione dello status dei beni dell'Unione doganale, la distruzione effettiva o il rifiuto a favore dello Stato.
4. Il governo russo ha il diritto di limitare la durata dei veicoli di cui parte 1 di questo articolo, il resto del territorio della Federazione Russa. La corrispondente decreto della Federazione Russa avrà effetto non prima di trenta giorni dopo la data della sua pubblicazione ufficiale.
5. operazioni doganali in materia di aerei (compresa vuoto), importati nel territorio della zona economica speciale, vincolate al regime doganale di zona doganale libera e il trasporto di merci, passeggeri e bagagli tra la regione di territorio di Kaliningrad e il resto del territorio della Federazione russa senza commettere un atterraggio intermedio aereo territorio straniero, commessa sul territorio della zona economica speciale, tenendo conto delle disposizioni dell'articolo 15.2 del presente documento.
6. In questo articolo, veicoli per uso privato si intende:
1) automobili ed altri autoveicoli costruiti principalmente per il trasporto di persone classificati nella voce 8703 singolo Commodity nomenclatura del commercio estero dell'Unione doganale (di seguito - TN VED TS), con l'eccezione dei veicoli progettato specificamente per la guida sulla neve, veicoli per il trasporto di giocatori di golf e veicoli simili sono classificati nella voce sottovoce 8703 10 HS TC, così come i veicoli progettati per la guida su B ezdorozhyu (ATV), che sono classificati nella voce sottovoce 8703 21 HS TC;
2) i motocicli, ciclomotori, scooter sono classificati nella voce 8711 HS TC;
3) gli autoveicoli per il trasporto di non più di 12 persone compreso il conducente, rientrano nella voce 8702 HS TC ".;
e) L'articolo 13 è modificato come segue:
"Articolo 13. Completamento del regime doganale di zona doganale libera
1. L'azione della dogana di zona franca per le merci vincolate al regime doganale di zona doganale libera nel territorio della Zona Economica Speciale, compilato conformemente agli articoli 15 e 24 accordo SEZ.
2. Durante l'esportazione dal territorio della Zona Economica Speciale di veicoli vincolate al regime doganale di zona doganale libera, nei casi specificati nelle sottosezioni 1 e articolo 2 12.2 del presente documento, il completamento della procedura doganale della zona doganale libera nei confronti di tali veicoli non sono necessari.
3. Una volta completata la procedura doganale della libera calcolo zona doganale di dazi doganali e le tasse imposte al regime doganale al quale collocato merci estere poste sotto libere consuetudini regime di zona e dei beni (o) realizzato (ottenuta) con l'uso di merci straniere poste sotto il il regime doganale della zona doganale libera, realizzato con le specifiche stabilite dall'accordo sul FEZ.
4. Determinare lo stato di beni confezionati (ottenuto) con l'utilizzo di merci estere vincolate al regime doganale della zona doganale libera, se l'effetto del regime di zona libere consuetudini completato con l'esportazione di beni dal territorio doganale dell'Unione doganale, o se la merce non è esportato al di fuori i costumi il territorio dell'Unione doganale nei confronti di residenti registrati prima del gennaio 1 2012 anni, e gli individui, la registrazione statale viene eseguita in Kaliningrad campo ° e che a partire dal 1 aprile 2006 anni hanno lavorato sulla base della legge federale del 22 gennaio 1996, il numero 13-FZ "On Zona Economica Speciale nella regione di Kaliningrad", effettuata a norma dell'articolo 19 accordo FEZ soggetti alle disposizioni di cui all'articolo 10 accordo SEZ.
5. Una volta completata la procedura doganale della zona doganale libera dichiarando la merce può essere una persona giuridica che stava dichiarando la merce per la dichiarazione in dogana delle merci secondo la procedura doganale della zona franca, o di qualsiasi altra persona di cui al comma 1 o comma dell'articolo 2 quinto comma 186 codice doganale Union.
6. In caso di perdita di uno status persona residente e le prestazioni dei termini di dichiarazione di investimento di apparecchiature poste sotto libere consuetudini regime di zona e messa in servizio e le merci vincolate a libere consuetudini di zona e utilizzati per la realizzazione di immobili sul territorio della zona economica speciale, prodotti riconosciuti unione doganale non posto sotto controllo doganale, senza il pagamento di dazi doganali e tasse, senza applicazione di divieti e restrizioni e senza messa sotto Procedura amozhennuyu di immissione in consumo interno.
7. Al fine di rilevare i beni di cui alla parte 6 del presente articolo, i beni del residente dell'Unione doganale devono essere presentate all'ufficio doganale una dichiarazione scritta, redatta in qualsiasi forma, e documenti contenenti informazioni:
1) del residente;
2) sull'attuazione delle condizioni residenti della dichiarazione di investimento;
3) concernente l'immissione di tali merci al regime doganale di zona doganale libera;
4) la messa in attrezzature, se l'applicazione è in relazione all'apparecchiatura;
5) per la registrazione della proprietà di un residente sulla proprietà in uniforme Stato Registro dei diritti di beni immobili e operazioni con essa, se l'applicazione è in materia di beni utilizzati per la realizzazione di immobili sul territorio della zona economica speciale.
8. I documenti che confermano le informazioni sul residente, comprendono:
1) i documenti costitutivi;
2) documento che conferma l'ingresso del residente nel registro dello Stato unificato delle persone giuridiche. Se il documento non è rappresentato da un residente, su richiesta del corpo esecutivo federale autorità doganale tra agenzie svolgimento registrazione statale delle persone giuridiche, fornisce informazioni che confermino che il pagamento della persona giuridica nel registro dello Stato unificato delle persone giuridiche;
3) certificato di iscrizione presso l'autorità fiscale. Se il documento non è rappresentato da un residente, su richiesta del corpo esecutivo federale autorità doganale tra agenzie funzioni di controllo e vigilanza sul rispetto della normativa fiscale esercizio, fornisce informazioni a conferma della dichiarazione del soggetto giuridico l'autorità fiscale;
4) il certificato residente iscrizione nel registro. Se l'autorità doganale ha detto che il documento non è residente, su richiesta dell'amministrazione di inter-agenzia Special Economic Zone fornisce informazioni che conferma l'inserimento della persona giuridica nel registro dei residenti di zone economiche speciali.
9. Il documento che conferma l'esecuzione di un residente di termini di dichiarazione di investimento, è appropriato certificato rilasciato ai sensi dell'articolo 7 del presente documento. ";
a) articolo 14 e 15 dichiarate nulle;
l) per aggiungere l'articolo 15.1 come segue:
"Articolo 15.1. Delle operazioni doganali e costumi dei controlli effettuati sul territorio della Zona Economica Speciale
1. Per quanto riguarda le merci importate nel territorio della zona economica speciale e esportate dal territorio delle zone economiche speciali, operazioni doganali e controllo doganale sono effettuate dalle autorità doganali in conformità con la normativa doganale dell'Unione doganale, la legislazione della Federazione Russa in materia doganale e fatte salve le disposizioni del presente documento.
2. rilascio Termine della merce da parte il vincolo delle merci al regime doganale della zona doganale libera e alla fine della sua azione si basa sul tempo del corpo doganale di ventiquattro ore dal momento della registrazione della dichiarazione di merci soggette alla presentazione, allo stesso tempo, con la dichiarazione di merci di tutti i documenti necessari, con l'eccezione dei casi in cui i in conformità con la legislazione russa in materia doganale documenti specifici possono essere presentate dopo il rilascio della merce. In questo periodo le autorità doganali, se necessario, effettuare controlli sulla dichiarazione di merci, beni e dei documenti presentati.
3. Se durante il controllo i costumi del corpo costumi rilevato segni che il documento che conferma lo stato dei beni fatte (ottenuto) con utilizzo di merci estere poste sotto dogana libero regime di zona, contiene informazioni false e (o) emesso sulla base di informazioni false, inaccurate e ( o) informazioni incomplete, l'autorità doganale trasmette un appello motivata al corpo autorizzato dal governo della Federazione russa sulla questione del documento (di seguito - l'autorità di autorizzare documento NNY sulla questione di confermare lo stato delle merci), per condurre un ulteriore, insieme con l'autorità doganale controlla la validità di tale documento. Secondo i risultati di questa ispezione un documento che confermi lo stato della merce potrà essere annullato autorità autorizzata a rilasciare il documento che conferma lo stato della merce.
4. La procedura per l'organizzazione e lo svolgimento di ispezione di cui al comma 3 presente articolo è determinata dall'organo federale del potere esecutivo autorizzato nel campo degli affari doganali insieme con l'organismo autorizzato a rilasciare il documento che conferma lo stato della merce.
5. I residenti e le persone giuridiche, la registrazione statale avviene nella regione di Kaliningrad, sono obbligati a tenere un registro di merci vincolate ad libere consuetudini regime di zona e prodotti realizzati (ottenuto) con l'utilizzo di merci estere poste sotto libero regime di zona doganale e di presentare alla dogana autorità riferisce su tali merci.
6. La procedura per la contabilità di merci vincolate ad libere consuetudini regime di zona e delle merci fatte (ottenuto) con l'utilizzo di merci estere poste sotto libere consuetudini regime di zona, le forme di rendicontazione su tali merci, la procedura per il completamento di queste forme e la procedura e le scadenze per la presentazione alla dogana corpo riferire su tali beni è stabilito dall'organo esecutivo federale autorizzato nel settore delle dogane. ";
m) per aggiungere l'articolo 15.2 come segue:
"Articolo 15.2. Delle operazioni doganali in materia di velivoli vincolate al regime doganale di zona doganale libera nel territorio della Zona Economica Speciale
1. operazioni doganali in materia di aeromobili di cui al comma all'articolo 5 12.2 della legge federale presente commesso nel territorio della zona economica speciale prima dell'inizio del trasporto aereo di merci, passeggeri e bagagli dal territorio di una zona economica speciale per il resto del territorio della Federazione Russa e il trasporto aereo di completamento merci, passeggeri e bagagli dal resto del territorio della Federazione russa sul territorio della zona economica speciale.
2. Quando si esporta l'aereo dal territorio di una zona economica speciale per il resto del territorio della Federazione Russa per l'attuazione del trasporto di merci, passeggeri e portapacchi seguenti informazioni devono essere presentate all'ufficio doganale:
1) per posizionare il velivolo al regime doganale di zona doganale libera;
2) sull'aeroporto di partenza e l'aeroporto di destinazione;
3) sugli aeroporti pianerottoli intermedi, se tale sarà il caso secondo il piano di volo;
4) sul numero di volo;
5) il periodo previsto per la reimportazione del velivolo nel territorio della zona economica speciale.
3. Mentre i documenti che confermano quanto dichiarato e necessaria per le operazioni doganali, il vettore ha presentato copia autenticata della dichiarazione doganale, in base al quale l'aeromobile è stato posto sotto il regime doganale della zona doganale libera, e una copia del lavoro sul volo del velivolo.
4. Al termine delle operazioni doganali connesse con l'esportazione di aeromobili di cui al comma all'articolo 5 12.2 della legge federale attuale, al fine di attuare il trasporto di merci, passeggeri e bagagli dal territorio della zona economica speciale per il resto del territorio della Federazione russa autorizzato ufficiali dell'autorità doganale una copia della dichiarazione doganale , secondo la quale il velivolo è stato posto sotto dogana libero regime di zona, è riportata la dicitura: "Export consentito" zaveryaema imprimendo il sigillo numerato personale con indicazione della data e la firma. Una copia della dichiarazione doganale con notazioni dall'autorità doganale viene restituito al vettore o al suo rappresentante. Una copia del lavoro sul volo del velivolo rimane con le autorità doganali.
5. Quando si importa il resto del territorio della Federazione Russa del velivolo per il quale impegna operazioni doganali in conformità alla parte 4 presente articolo, le operazioni doganali le autorità doganali situati sul resto del territorio della Federazione Russa, non sono fatti.
6. Durante l'importazione nel territorio della zona speciale velivolo economico, per i quali le operazioni doganali impegnati di cui ai paragrafi 2 e 4 di questo articolo, il vettore all'ufficio doganale deve essere presentata al seguente portante certificata dei documenti attestanti la conformità con i requisiti della legge russa per quanto riguarda l'uso del regime doganale del libero zona doganale e necessario per le operazioni doganali:
1) una copia della dichiarazione doganale, in base al quale l'aeromobile è stato posto sotto il regime doganale della zona doganale libera, con notazioni da parte dell'autorità doganale fornito 4 parte di questo articolo;
2) ha pubblicato un lavoro di copia sul volo del velivolo, che contiene informazioni sulla condotta del volo (volo).
7. Un funzionario dell'autorità doganale per l'attuazione del controllo doganale può richiedere altri documenti, tra cui una richiesta per il volo (piano di volo), in volo magazine, documenti contenenti informazioni su merci aereo, passeggeri e bagagli trasportati.
8. Al termine delle operazioni doganali relative all'importazione del velivolo di cui al comma articolo 5 12.2 della presente legge federale, con il resto del territorio della Federazione russa sul territorio della zona economica speciale, un funzionario autorizzato dell'autorità doganale su una copia della dichiarazione doganale, secondo la quale l'aereo è stato posto sotto il regime doganale di zona doganale libera, con i segni dell'autorità doganale, a condizione 4 parte di questo articolo, è riportata la dicitura: "Importa è consentito "Assicuro imprinting il sigillo numerato personale con indicazione della data e la firma. Una copia della dichiarazione doganale con notazioni da parte delle autorità doganali in materia di esportazione (importazione) del velivolo viene restituito al vettore o al suo rappresentante. Una copia dei compiti attribuiti per il volo del velivolo, che contiene informazioni sulla condotta del volo (volo), rimane con l'autorità doganale.
9. L'autorità doganale tenere un registro degli aeromobili di cui all'articolo 5 12.2 parte del presente documento. Procedimento e conclusioni delle contabilità di tali aeromobili sono determinate dall'organo federale del potere esecutivo autorizzato nel settore delle dogane. ";
n) articolo 16 considerato nullo;
6) completata la testa di 3.1 come segue:
"Capitolo 3.1. Circolazione delle merci dell'Unione doganale tra la zona economica speciale e il resto del territorio doganale dell'Unione doganale
§ 16.1. Impegnata nel territorio della Zona Economica Speciale di operazioni doganali per le merci dell'Unione doganale, trasportati per via aerea
1. Per quanto riguarda le merci dell'Unione doganale, trasportati per via aerea dal territorio della zona economica speciale al resto del territorio doganale dell'Unione doganale senza commettere un atterraggio intermedio aereo nel territorio di uno Stato non membro dell'Unione doganale, le operazioni doganali effettuati sul territorio di zone economiche speciali con le disposizioni del presente articolo .
2. operazioni doganali per le merci di cui alla parte 1 di questo articolo relativo alla conferma del loro status di merci dell'Unione doganale, sono impegnati alle autorità doganali che si trovano nei luoghi di partenza nel territorio della regione di Kaliningrad, prima del trasporto aereo di tali prodotti.
3. L'interessato all'ufficio doganale in dogana, i documenti che confermano lo stato dei beni specificati nella parte 1 di questo articolo, e commerciale, dei trasporti (trasporto) documenti, o compilati in qualsiasi forma un inventario dei beni (se tali prodotti sono trasportati in un bagaglio privati ​​di persone senza commerciali, trasporti (trasporto) documenti). Tali documenti devono contenere le seguenti informazioni:
1) il nome della persona giuridica o cognome, nome, patronimico (se del caso) la persona fisica che è il mittente della merce;
2) designazione delle merci, numero di pezzi, peso lordo, tipo di imballaggio, il costo;
3) il nome della persona giuridica o cognome, nome, patronimico (se del caso) di un individuo, sono i destinatari delle merci;
4) il nome del punto di carico e scarico delle merci.
4. Al termine del l'autorità doganale delle operazioni doganali sul territorio della zona economica speciale in relazione ai prodotti dell'Unione doganale, si è trasferito dal territorio di zone economiche speciali in aereo, da un funzionario autorizzato dell'autorità doganale nei trasporti documenti commerciali, (trasporto) o inventario dei beni devono essere apposti: "Camion Export. permesso ", garantisce imprinting il sigillo numerato personale con indicazione della data e la firma.
5. Prima della rimozione effettiva dei beni dell'Unione doganale di cui alla parte 1 di questo articolo, dal territorio della zona economica speciale al resto del territorio doganale dell'autorità doganale unione doganale ha il diritto di verificare la conformità delle merci effettivamente esportate alle informazioni contenute nei documenti presentati conformemente alla parte 3 questo articolo.
6. I prodotti per i quali i trasporti, (spedizione) documenti commerciali vengono mancare il bersaglio stabilito 4 parte di questo articolo non possono essere prese dal vettore al trasporto effettivo aria al resto del territorio doganale dell'Unione doganale.
7. Le autorità doganali hanno il diritto di ispezionare le merci trasportate nel bagaglio personale di un passeggero, e documenti per tali beni. In caso di mancato esigenze dei passeggeri stabiliti 3 e 4 parti di questo articolo, tali beni non devono essere trasportati per via aerea al resto del territorio doganale dell'Unione doganale.
8. Durante l'importazione nel territorio della zona economica speciale in aereo al resto del territorio doganale dell'Unione doganale dei beni dell'Unione doganale non vincolate al regime doganale di transito doganale, su richiesta dell'interessato, l'autorità doganale determina le caratteristiche di identificazione delle merci importate per confermare la posizione di merci dell'Unione doganale in retromarcia l'esportazione di questi beni dal territorio della zona economica speciale al resto del territorio doganale dell'Unione doganale, se tale esportazione avrà luogo.
9. La procedura di identificazione delle merci dell'Unione doganale nel caso previsto parte 8 di questo articolo, è determinato dall'organo esecutivo federale autorizzato nel settore delle dogane.
10. Le disposizioni del presente articolo non si applicano per i beni per uso personale, veicolato da persone fisiche.
§ 16.2. Impegnata nel territorio della Zona Economica Speciale di operazioni doganali per le merci dell'Unione doganale, ha inviato a Postal
1. operazioni doganali per le merci dell'Unione doganale, inviato invii postali dal territorio della zona economica speciale al resto del territorio doganale dell'Unione doganale, sono realizzati nel rispetto delle disposizioni del presente articolo.
2. operazioni doganali per le merci di cui alla parte 1 di questo articolo relativo alla conferma del loro status di merci dell'Unione doganale, impegnata prima della registrazione della mailing comunicazione organizzazione di tali merci sul resto del territorio doganale dell'Unione doganale.
3. L'interessato all'ufficio doganale in dogana, i documenti che confermano lo stato dei beni specificati in 1 parte di questo articolo, in cui i beni dell'Unione doganale, nonché il completamento dei documenti postali che accompagnano la spedizione e che contengono le seguenti informazioni:
1) il nome del mittente e del destinatario delle merci;
2) designazione delle merci, peso lordo, dei costi.
4. operazioni doganali per le merci di cui alla parte 1 di questo articolo, commessi dalle autorità doganali, che si trova presso il sito dello scambio postale internazionale nella città di Kaliningrad.
5. Trasporto di merci in invii postali dell'Unione doganale di cui alla parte 1 del presente articolo deve essere in conformità con le regole del servizio postale.
6. Inoltro di mail al resto del territorio doganale dell'Unione doganale e procedure di liquidazione dei transito doganali effettuati in presenza sui documenti postali che accompagnano gli invii postali, e documenti che confermano lo stato della merce, il marchio "L'articolo TC Export permesso" timbrata da un funzionario doganale, situato presso il sito dello scambio postale internazionale nella città di Kaliningrad, ed è certificata imprimendo il sigillo numerato personale con indicazione della data e la firma. In assenza di segni sui documenti alle autorità doganali situati ai posti di blocco in tutto il confine di Stato della Federazione russa nella regione di Kaliningrad, come ad affrancatura di ritorno al posto dello scambio postale internazionale nella città di Kaliningrad per il controllo doganale e, se necessario, di effettuare operazioni doganali di cui al presente articolo.
7. Le disposizioni del presente articolo non si applicano nei confronti di beni per uso personale, inviata da parte di individui. ";
Capitolo 7) 7 è modificato come segue:
"Capitolo 7. La durata del funzionamento della zona economica speciale e la cessazione del suo funzionamento
§ 21. La durata del funzionamento della Zona Economica Speciale
La zona economica speciale di funzionare ad aprile 1 2031 anni.
§ 22. La chiusura di un regime giuridico speciale sul territorio della Zona Economica Speciale
1. La procedura per la cessazione dello status giuridico speciale e l'applicazione del regime doganale di zona doganale libera nel territorio della zona economica speciale è definito dalla legge federale. La presente legge federale entra in vigore al più tardi un anno prima della scadenza del termine di cui all'articolo 21 del presente documento.
2. Il funzionamento della zona economica speciale può essere terminata in anticipo dalla legge federale promulgata da uno dei seguenti motivi:
1) amministrazione su tutto il territorio della Federazione Russa della legge marziale;
2) amministrazione su tutto il territorio della Federazione Russa per un periodo superiore a tre mesi lo stato di emergenza. ";
8) capitolo 8 considerato nullo.

Articolo 23
La legge federale sulla 12 aprile 2010, il numero 61-FZ "sulla circolazione dei medicinali" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2010, № 16, l'articolo 1815 ;. № 42, l'articolo 5293; .. № 49, Articolo 6409) le seguenti modifiche :
1) in un articolo del 1 1 parole "importazione nel territorio della Federazione Russa e l'esportazione dalla Federazione russa" con "l'importazione per la Federazione Russa, l'esportazione della Federazione Russa";
2) nel comma Articolo 28 4 parole "nel territorio della Federazione Russa e l'esportazione dalla Federazione russa" con "l'importazione verso la Federazione Russa e l'esportazione dalla Federazione russa";
3) in un articolo del 3 9 parole "importazione nel territorio della Federazione russa" con le parole "importazione nella Federazione Russa";
4) nel nome del capo della 9 parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa", le parole "dal territorio della Federazione russa" con le parole "della Federazione Russa";
5) articolo 47:
a) Nel titolo le parole "nella Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa", le parole "dal territorio della Federazione Russa" con le parole "della Federazione Russa";
b) nella parte 1 parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa", le parole "della Federazione Russa" con le parole "La legislazione doganale dell'Unione doganale all'interno della Comunità economica eurasiatica (di seguito - l'Unione doganale) e (o) della Federazione Russa su gli affari doganali ";
c) 2 delle parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
g) delle parole 3 "sul territorio della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa", le parole "un particolare partito", le parole "registrati e (o)";
d) nella parte 4 parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "nella Federazione Russa";
e) delle parole 5 "sul territorio della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa";
g) nella parte di parole 6 "dal territorio della Federazione russa" con le parole "della Federazione Russa";
h) nella parte del 7 parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa", le parole "le leggi della Federazione Russa" con le parole "la legislazione doganale dell'Unione doganale e (o) la legge della Federazione russa doganale";
e) in 8 delle parole "dal territorio della Federazione russa" con le parole "della Federazione Russa", dopo la parola "stabilito" le parole "La legislazione doganale dell'Unione doganale e (o)";
6) articolo 48:
a) Nel titolo le parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
b) al primo comma, i termini "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
7) articolo 49:
a) Nel titolo le parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
b) al primo comma, le parole 1 "sul territorio della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa", le parole "della Federazione Russa" con le parole "La legislazione doganale dell'Unione doganale e (o) della Federazione russa sulla legislazione doganale";
c) 2 delle parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
8) articolo 50:
a) Nel titolo le parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
b) parte 1:
Nel primo comma, le parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
1 paragrafo le parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
3 paragrafo le parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
5 paragrafo le parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
c) 2 delle parole "sul territorio della Federazione Russa" con le parole "alla Federazione Russa";
g) delle parole 3 "sul territorio della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa";
9) in un articolo delle parole 2 51 "sul territorio della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa", le parole "dal territorio della Federazione russa" con le parole "della Federazione Russa";
10) in un articolo delle parole 3.7 71 "sul territorio della Federazione russa" con le parole "alla Federazione Russa."

Articolo 24
articolo Parte 3 325 della Legge federale sulla 27 novembre 2010, il numero 311-FZ "On regolamento doganale nella Federazione Russa" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2010, № 48, Art. 6252) le parole "anni 1 gennaio 2012" con le parole " da gennaio 1 2013 anni. "

Articolo 25
I seguenti sono abrogati:
1) al sesto comma comma dell'articolo 1 9 la legge federale del dicembre 27 1995, il numero 213-FZ "Per ordine di Difesa dello Stato" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 1996, № 1, art 6) .;
2) Legge federale di aprile 14 1998, il numero 63-FZ "On misure per proteggere gli interessi economici della Federazione Russa per l'attuazione del commercio con l'estero" (Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 1998, № 16, art 1798) .;
3) articolo 18 e 58 Legge federale del 29 giugno 2004, il numero 58-FZ "sulle modifiche alla taluni atti legislativi della Federazione Russa e l'annullamento di taluni atti legislativi della Federazione Russa in connessione con l'attuazione di buone misure di governo" (Raccolta della legislazione del russo Federazione, 2004, № 27, art 2711) .;
4) articolo 6 della Legge federale sulla 22 luglio 2005, il numero 117-FZ "sulle modifiche ad alcuni atti legislativi in ​​relazione all'adozione della legge federale" Sulla zone economiche speciali nella Federazione Russa "(Raccolta della legislazione della Federazione Russa, 2005, № 30, Art . 3128);
5) quinto comma - il ventiduesimo punto 1, punto 2 e 5, commi terzo, quarto, sesto e ottavo punti 6, sottolinea 7, 9, 11 - articolo 17 1 della Legge federale sulla 8 novembre 2005, il numero 144-FZ "sulle modifiche cambiamenti nella legge RF "Sulla tariffa doganale" (Raccolta della legislazione della Federazione russa, 2005, № 46, articolo 4625.);
6) il punto 2 articolo 1 della Legge federale sulla 17 maggio 2007, il numero 84-FZ "sulle modifiche alla articoli 5 e 23 della legge federale" Sulla zona economica speciale nella regione di Kaliningrad e sulle modifiche alla taluni atti legislativi della Federazione russa ", l'articolo 89 la prima parte del codice fiscale RF e articolo 288.1 e 385.1 del Codice fiscale della Federazione russa "(legislazione Raccolta del Federazione russa, 2007, № 22, articolo 2564.);
7) articolo 3 della Legge federale sulla 24 novembre 2008, il numero 205-FZ "sulle modifiche alla taluni atti legislativi della Federazione Russa in connessione con la legge federale" sul bilancio federale per 2009 anno e il periodo di programmazione di 2010 e 2011 anni "(Raccolta della legislazione del russo Federazione, 2008, № 48, Art. 5500).

Articolo 26
1. La presente legge federale entrerà in vigore dopo la sua pubblicazione ufficiale, fatta eccezione per le disposizioni previste nel presente articolo altri termini della loro entrata in vigore.
2. Articolo 1 e 3, punti 1 - 5, primo comma - XIII, XV, XVI, XVIII - trentuno, trentitreesime al trenticinquesima, cinquantesimo - la sessantisettesima paragrafo 6, i punti 7 - 13 articolo 9, l'articolo 21, 22, 23 , 24, 3 punti - articolo 7 25 di questa legge federale entra in vigore trenta giorni dopo la data di pubblicazione del presente documento.
3. I paragrafi XIV, XVII, trenta secondi, 36-40-nono articolo 6 9 della presente legge federale entra in vigore il novantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente documento.
4. Le disposizioni del comma 2 2 13 articolo della legge della Federazione Russa da maggio 21 1993, il numero 5003-1 "On tariffa doganale" (come modificata dalla presente legge federale) non si applicano dopo la scadenza di un anno dopo la data di entrata in vigore della presente legge federale.

Il presidente russo Dmitry Medvedev