Russian Cinese (semplificato) Inglese filippina Italiano Giapponese Korean Malay Thai vietnamita

L'Organizzazione marittima internazionale / IMO

IMOL'Organizzazione marittima internazionale o IMO (International Maritime Organization, IMO) è un'organizzazione internazionale intergovernativa che è un'agenzia specializzata delle Nazioni Unite e funge da veicolo per la cooperazione e lo scambio di informazioni su questioni tecniche relative alla navigazione commerciale internazionale.

Il rapido sviluppo delle relazioni commerciali internazionali nei primi anni del XIX secolo, ha contribuito alla ratifica di un enorme numero di accordi internazionali in materia di sicurezza marittima. Prendere una serie di accordi sulla prevenzione collisioni, la stazzatura delle navi,

Entro la fine del XIX secolo, è stato proposto di iniziare una associazione di categoria permanente, per l'esame della sicurezza funzionale dei compiti di navigazione. In 1888, i paesi nordici, è stato proposto di procedere alla creazione del Bureau International Maritime per risolvere i problemi tecnici di navigabilità.

Il risultato è stato la fondazione del Comitato marittima internazionale 1897, impegnata nella considerazione del diritto del mare. Il Comitato ha adottato diverse convenzioni (comunemente noto come "Bruxelles"), in seguito prese come base della moderna.

A Ginevra, marzo 6 1948, in una conferenza convocata dalle Nazioni Unite ha adottato Convenzione per l'Organizzazione marittima internazionale (IMCO) (Organizzazione intergovernativa consultiva della navigazione marittima, IMCO).

È stato il primo organismo internazionale in assoluto a occuparsi esclusivamente di affari marittimi. Il 17 marzo 1958 la convenzione entrò in vigore e la nuova organizzazione iniziò le sue attività, l'organizzazione determinò i seguenti punti importanti.

1. Fornire un meccanismo di cooperazione nel campo della regolamentazione tecnica di questioni pratiche che interessano il trasporto commerciale internazionale.

2. Promuovere e favorire l'armonizzazione dei massimi standard praticabili di sfera sicurezza marittima, non l'inquinamento marino provocato dalle navi, l'efficienza della navigazione.

3. Considerate le attività legali e amministrativi obiettivi sanciti dall'art correlati.

In 9-esima sessione dell'Assemblea delle Organizzazioni (A.358 Risoluzione (IX)) il suo nome è stato cambiato da quando si è ipotizzato che il termine "consulenza" potrebbe erroneamente essere interpretata come una limitazione di autorità o responsabilità, rispettivamente, del titolo di "intergovernativo" - indirettamente, causato sospetto e diffidenza.

Sulla base di queste considerazioni, la sostituzione del nome sulla Organizzazione marittima internazionale era assolutamente necessario rafforzare il ruolo dell'IMO a livello internazionale in modo da mettere la responsabilità per l'attuazione delle varie convenzioni internazionali, la definizione di standard e norme relative alla conservazione della vita umana e l'ambiente acquatico dalla contaminazione intenzionale o non intenzionale.

Già dal maggio 22 1982 anni il suo nome attuale agisce L'Organizzazione marittima internazionale, o IMO... La sede dell'organizzazione si trova a Londra.

attività di IMO sono finalizzate alla abolizione delle pratiche discriminatorie che colpiscono trasporti marittimi internazionali, nonché l'adozione di standard (standard) per garantire la sicurezza marittima e la prevenzione dell'inquinamento provocato dalle navi protezione dell'ambiente, soprattutto dell'ambiente marino. 

In un certo senso, l'organizzazione è un forum in cui gli stati membri di questa organizzazione si scambiano informazioni, discutono problemi legali, tecnici e di altro tipo relativi alla navigazione, nonché all'inquinamento ambientale provocato dalle navi, principalmente l'ambiente marino.

Come l'anno 2016, 171 è IMO Stati membri e Membri Associati del 3 (Isole Faroe, Hong Kong, Macao). L'organo supremo dell'organizzazione è l'Assemblea degli Stati membri. Sessioni dell'Assemblea si incontrano una volta l'anno 2.

Gli Stati membri dell'Organizzazione marittima internazionale

Australia, Austria, Azerbaijan, Albania, Algeria, Angola, Antigua e Barbuda, Argentina, Bahamas, Bangladesh, Barbados, Bahrain, Belgio, Belize, Benin, Bolivia, Bulgaria, Bosnia-Erzegovina, Brasile, Brunei, Cambogia, Vanuatu, Ungheria Venezuela, Vietnam, Gabon, Guyana, Haiti, Gambia, Ghana, Guatemala, Guinea, Guinea-Bissau, Germania, Honduras, Hong Kong (Cina), Grenada, la Grecia, la Georgia, la Danimarca, la Repubblica Democratica del Congo, Gibuti, Dominica, Repubblica Dominicana Egitto, Israele, India, Indonesia, Giordania, Iraq, Iran, Irlanda, Islanda Spagna, Italia, Yemen, Capo Verde, Kazakhstan, Cambogia, Camerun, Canada, Kenya, Cipro, Cina, Colombia, Comore, Congo, Corea del Nord, Costa Rica, Costa d'Avorio, Giordania, Kuwait, Lettonia, Libano, Liberia, Libia, Lituania, Lussemburgo, Mauritius, Madagascar, Mauritania, Macao (Cina), Malawi, Malaysia, Maldive, Malta, Isole Marshall, Messico, Monaco, il Mozambico, la Mongolia Myanmar, Namibia, Nepal, Nigeria, Paesi Bassi, Nicaragua, Nuova Zelanda, Norvegia, Regno Rep il momento clou della Tanzania, Emirati Arabi Uniti, Oman, Pakistan, Panama, Papua Nuova Guinea, Paraguay, Perù, Polonia, Portogallo, Repubblica di Corea, Repubblica di Macedonia, Repubblica di Moldova, Federazione Russa, Romania, Samoa, San Marino, San Sao Tome e Principe, l'Arabia Saudita, Seychelles, Senegal, St. Vincent e Grenadine, Saint Kitts e Nevis, Santa Lucia, Serbia e Montenegro, Singapore, Siria, Slovacchia, Slovenia, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Regno Uniti d'America, Sol ONES Islands, Somalia, Sudan, Suriname, Swaziland, Sierra Leone, Tailandia, Togo, Tonga, Trinidad e Tobago, Tunisia, Turchia, Turkmenistan, Ucraina, Uruguay Faroe Isole Fiji, Filippine, Finlandia, Francia, Croazia, Repubblica Ceca, Cile, Svizzera, Svezia, Sri Lanka, Ecuador, Guinea Equatoriale, Eritrea, Estonia, Etiopia, Sud Africa, Giamaica, Giappone.

C'è anche il Consiglio dell'IMO, composto da 40 stati, inclusa la Russia. Gli stati sono divisi in tre grandi gruppi: 10 stati marittimi leader, 10 altri stati significativi in ​​termini di commercio marittimo internazionale e 20 stati marittimi eletti al Consiglio con l'obiettivo di garantire la rappresentanza geografica delle diverse regioni del mondo. Oltre all'Assemblea, l'IMO ha 5 commissioni:

il Comitato per la sicurezza marittima (Comitato per la sicurezza marittima, MSC - MSC);
il Comitato per la protezione dell'ambiente marino (Comitato per la protezione dell'ambiente marino, MEPC - MEPC);
Comitato giuridico (LEG - YURKOM);
Comitato di cooperazione tecnica (CCC);
per facilitare le formalità di navigazione Comitato (FAL);

9 e sottocommissioni (costituito da MSC o MEPC) e il segretariato diretto dal Segretario Generale. Dal 2012, il rappresentante del Giappone Koji Sekimidzu è stato eletto segretario generale.

Tutti i documenti normativi e legali preparati in sottocommissioni e considerati nel corso della sessione del Comitato deliberata e adottata, di regola, alle sessioni ordinarie dell'Assemblea. I più gravi, le decisioni strategiche possono prendere decisioni organizzate dalla Conferenza diplomatica IMO.

IMO adotta decisioni in forma di risoluzioni, che all'occorrenza può essere collegato vari documenti (codici, circolari, modifiche degli strumenti esistenti - convenzioni, codici, ecc ...). In considerazione delle condizioni allegate, e la data effettiva di tale decisione vincolante devono essere attuate dalle Amministrazioni (Governi degli Stati membri). Le soluzioni di montaggio IMO che non cambiano o integrano l'adozione della convenzione, sono di natura consultiva e possono essere effettuate dalle amministrazioni marittime nazionali di soluzioni di (o creare sulla loro base delle proprie decisioni) nel diritto nazionale.

le attività dell'organizzazione

Il primo compito è stato quello di IMO adottare una nuova versione Convenzione SOLAS (Convenzione internazionale per la salvaguardia della vita umana in mare, SOLAS - SOLAS)La più importante di tutte le convenzioni in materia di sicurezza marittima. La convenzione è stata conclusa nel 1960, dopo di che l'IMO ha diretto la sua attenzione a questioni quali la promozione del trasporto marittimo internazionale (Convenzione sulla facilitazione del traffico marittimo internazionale 1965 anni), determinare la posizione della linea di carico (Convenzione sul carico marke1966 anno) e il trasporto di merci pericolose, è stato anche sistema rivisto per la misurazione del tonnellaggio (Convenzione internazionale per la stazzatura delle navi 1969 anni).

Novembre 1 1974, in occasione della Conferenza internazionale sulla sicurezza della vita umana in mare, SOLAS nuovo testo è stato adottato. In 1988, in occasione della Conferenza internazionale sul sistema armonizzato di ispezione e certificazione è stata adottata dal protocollo alla convenzione. In 1992, l'IMO ha emesso un cosiddetto testo consolidato della Convenzione SOLAS.

Sebbene la sicurezza in mare fosse e rimanga il compito più importante dell'IMO, a metà degli anni Sessanta il problema dell'inquinamento ambientale, principalmente l'inquinamento marino, è emerso. Particolarmente preoccupante è stato l'aumento del numero di prodotti petroliferi trasportati via mare, nonché le dimensioni delle navi che trasportavano tali prodotti petroliferi.La portata del problema è stata dimostrata dall'incidente della petroliera Torrey Canyon nel 60, quando 1967 tonnellate di petrolio hanno colpito il mare.

Nei prossimi anni, l'IMO ha adottato una serie di misure volte a prevenire gli incidenti delle petroliere e riducendo al minimo le conseguenze di questi incidenti. L'organizzazione ha anche preso l'inquinamento ambientale causato da azioni come la pulizia serbatoi dell'olio e dei locali macchine di dumping dei rifiuti - il quantitativo che causano più danni che l'inquinamento derivante da incidenti.

La più importante di queste misure è stata la Convenzione internazionale per la prevenzione dell'inquinamento causato da navi (MARPOL 73 / 78) (Convenzione internazionale per la prevenzione dell'inquinamento causato da navi, MARPOL)Essa è stata adottata nel corso dell'anno 1973, 1978 e modificato dal protocollo dell'anno. Esso copre non solo i casi di emergenza e / o inquinamento da idrocarburi operativo, ma anche l'inquinamento del mare da prodotti chimici liquidi, sostanze nocive in colli, di acque reflue, rifiuti e inquinamento alle navi di inquinamento atmosferico.

In 1990 anno è stato anche predisposto e firmato la Convenzione Internazionale per la preparazione in caso di inquinamento da idrocarburi, di risposta e la cooperazione.

Inoltre, l'IMO ha deciso il compito di creare un sistema progettato per garantire un risarcimento a chi ha sofferto finanziariamente a causa della contaminazione. Abbinamento due accordi multilaterali (convenzione internazionale sulla responsabilità civile per i danni derivanti dall'inquinamento e la Convenzione internazionale sull'istituzione di un fondo internazionale per il risarcimento dei danni derivanti dall'inquinamento) sono stati adottati e la 1969 1971, rispettivamente. Si semplificano e velocizzano la procedura per ottenere un risarcimento per l'inquinamento.

Entrambe le convenzioni sono state riviste nel 1992 e di nuovo nel 2000, il che ha aumentato i limiti del risarcimento dovuto alle vittime dell'inquinamento. Un gran numero di altri accordi e documenti internazionali su questioni riguardanti il ​​trasporto marittimo internazionale sono stati e sono in preparazione anche sotto gli auspici dell'IMO.

progressi enormi realizzati in tecnologia della comunicazione hanno reso possibile produrre miglioramenti duraturi nel sistema di soccorso di soccorso marittimo. In 1970-IES è stato messo in atto un sistema globale per la ricerca e soccorso di soccorso. Poi ci è stato istituito l'Organizzazione Internazionale del mobile satellitare (Organizzazione marittima internazionale satellitare, Inmarsat -INMARSAT), che ha gravemente migliorato le condizioni per il trasferimento di radio e altre comunicazioni da e per le navi in ​​mare.

Nel 1978, l'IMO ha istituito la Giornata marittima mondiale per aumentare la consapevolezza della sicurezza marittima e della conservazione delle risorse biologiche marine.

Nel 1992 è stato identificato fasi di attuazione del mondiale di soccorso e sistema di sicurezza (GMDSS) (sistema mondiale di soccorso e sicurezza in mare, GMDSS). Da febbraio 1999, il GMDSS era pienamente operativa ed ora tollerare qualsiasi punto del globo nave in difficoltà può ottenere aiuto, anche se l'equipaggio non ha il tempo per trasmettere un segnale di aiuto, perché il messaggio corrispondente verrà inviato automaticamente.

Altre misure sviluppate dall'IMO, la sicurezza dei container, rinfuse, navi cisterna per il trasporto di gas naturale liquefatto, così come altri tipi di navi. 

Particolare attenzione è stata prestata agli standard di formazione dell'equipaggio, compresa l'adozione di uno speciale Convenzione internazionale sulla formazione, la certificazione della gente di mare (Convenzione internazionale per le norme relative alla formazione, certificazione e tenuta della guardia, STCW - STCW), entrata in vigore nel mese di aprile 28 1984 anni. In 1995, la convenzione STCW è stata significativamente modificata. Cambiamenti significativi nel contenuto della convenzione STCW sono state fatte in seguito, tra cui 2010 anno in una conferenza a Manila (Filippine).

Attualmente si consiglia di chiamare una convenzione "STCW e successive modifiche,» (STCW e successive modifiche).
In 1983, l'IMO a Malmö (Svezia) è stata fondata dal World Maritime University, che fornisce istruttori, insegnanti e altri professionisti nel campo della navigazione.

In 1989 anno a La Valletta (Malta) è stato creato dall'Istituto internazionale di diritto marino dell'OMI, che addestra avvocati del diritto internazionale del mare. Allo stesso tempo, a Trieste (Italia) è stata fondata dal Maritime Academy internazionale, lo svolgimento di corsi specializzati a breve termine sulle varie discipline marittime.