Russian Cinese (semplificato) Inglese filippina Italiano Giapponese Korean Malay Thai vietnamita
informazioni pubblicazione

pubblicazione

(0 voti)
Valuta questo articolo
Come fare ricorso contro una decisione doganale

In 2018 è stata introdotta una nuova procedura per le decisioni accattivanti delle autorità doganali (capitolo 51 della legge federale n. 03.08.2018-FZ di 289 "sul regolamento doganale nella Federazione russa e sugli emendamenti a determinati atti legislativi della Federazione russa" (di seguito la legge).
"L'appello del dipartimento ha una serie di vantaggi rispetto all'appello giudiziario", afferma il capo della dogana del Baltico, Sergei Senko. "I reclami nelle autorità doganali sono esaminati tempestivamente, non sono soggetti ad un obbligo statale, il richiedente non sostiene inoltre altri costi finanziari: per il pagamento di servizi di avvocati, la raccolta di prove, spese di viaggio."
Come osservato nelle dogane del Baltico, il principio fondamentale di ricorso rimane lo stesso: chiunque ha il diritto di impugnare la decisione, l'azione (inazione) dell'autorità doganale e il suo funzionario se, a parere della persona, tale decisione, azione (inazione) ha violato i suoi diritti, libertà o interessi, ha creato ostacoli alla loro attuazione o gli è stato illegittimamente affidato un obbligo.
La denuncia è depositata presso l'autorità doganale superiore attraverso l'autorità doganale, la cui decisione è oggetto di ricorso. La denuncia contro la decisione della dogana è presentata alla dogana. Va notato che presentare un reclamo direttamente ad una più alta autorità doganale non è un ostacolo alla sua considerazione, tuttavia, il periodo di considerazione in questo caso aumenterà.
La cerchia di persone che hanno presentato reclami non è cambiata in modo significativo: sono entrambe entità legali, organizzazioni che non sono entità legali e individui. Tuttavia, a differenza della precedente procedura, la nuova legge non obbliga i gestori che agiscono per conto di organizzazioni prive di una procura a presentare, contestualmente alla denuncia, i documenti costitutivi, nonché i documenti che confermano la loro posizione ufficiale.
Una denuncia presentata da un rappresentante di un'organizzazione o di un cittadino deve essere accompagnata da originali o copie autenticate di documenti che confermino la sua autorità. L'esempio più comune di tale documento è la procura. Dovrebbe garantire il diritto di impugnare le decisioni, le azioni (inazione) nel settore doganale.
Il reclamo deve ancora essere presentato per iscritto e firmato dal richiedente o dal suo rappresentante, ma da 1 a gennaio di 2022, la legge prevede la presentazione di un reclamo in formato elettronico.
Il reclamo deve essere indicato:
• nome dell'autorità doganale, la cui decisione è oggetto di ricorso;
• cognome, nome, patronimico del richiedente o nome della persona giuridica;
• indirizzo (posizione);
• numero di identificazione del contribuente (TIN);
• la sostanza della decisione impugnata, l'azione (inazione) e le motivazioni in base alle quali la persona che presenta il reclamo ritiene che i suoi diritti siano stati violati.
"Il termine per la presentazione di un reclamo non è cambiato - tre mesi dal giorno in cui una persona è venuta a conoscenza o avrebbe dovuto prendere coscienza di una violazione dei suoi diritti, delle sue libertà o degli interessi legittimi. Se parliamo di inerzia, lo stesso periodo inizia a decorrere dalla data di scadenza del termine affinché l'autorità doganale possa prendere una decisione o eseguire un'azione. In caso di mancato rispetto della scadenza, può essere ripristinato su richiesta del richiedente. Una domanda di reintegrazione è presentata contemporaneamente al reclamo per iscritto come documento separato o può essere inclusa nel testo del reclamo. Allo stesso tempo, devono essere presentati documenti che confermino la validità dei motivi per cui manca la scadenza ", SeaNews è stato informato presso la dogana del Baltico.
Il capitolo 51 della legge disciplina dettagliatamente la procedura di sospensione della decisione impugnata. Su richiesta scritta del richiedente, la decisione oggetto di ricorso, diretta a riscuotere i pagamenti doganali dovuti in relazione alla sua adozione, può essere sospesa subordinatamente alla costituzione di un pegno in contanti o di una garanzia bancaria per l'importo del recupero. La decisione sulla sospensione è competenza dell'autorità doganale che ha presentato ricorso contro la decisione.
L'autorità doganale ha il diritto di rifiutare di esaminare il reclamo nel merito se esiste uno dei motivi:
• se i termini per il ricorso non sono rispettati, e il richiedente non ha presentato una mozione per ripristinare il termine per il ricorso, o tale mozione è respinta;
• la forma e il contenuto del reclamo non sono conformi alla legge;
• non sono presentati documenti che confermino l'autorità del rappresentante del richiedente;
• il reclamo è presentato da una persona i cui diritti e libertà o interessi legittimi della decisione impugnata non sono pregiudicati o che non vi è motivo di impugnazione;
• se la decisione impugnata dell'autorità doganale o delle circostanze da stabilire in relazione all'esame del reclamo è soggetta all'esame del giudice;
• se esiste già una decisione su un reclamo analogo adottato dalla stessa o più alta autorità doganale.
La decisione di rifiutare di considerare il reclamo, oltre alla non conformità con i requisiti per la forma e il contenuto del reclamo e la mancata presentazione dei documenti che confermano i poteri del rappresentante, impedisce la ripetizione dello stesso reclamo.
Una denuncia presentata in conformità con tutte le norme per la sua presentazione sarà presa in considerazione dall'autorità doganale entro un mese dalla data del suo ricevimento. Il termine di esame del reclamo può essere esteso, ma non oltre un mese.
La legge prevede il diritto dell'organismo doganale che considera il reclamo di richiedere ulteriori documenti al richiedente. In questo caso, il periodo di tempo per l'esame del reclamo è sospeso fino a quando non vengono forniti i documenti e le informazioni richiesti (non più di tre mesi dopo il giorno in cui è stata inviata la richiesta).
Per iscritto, puoi lamentarti delle decisioni, delle azioni delle dogane e dei loro funzionari alle dogane del Baltico. Orale - a un funzionario superiore della dogana o della dogana. Le decisioni delle dogane del Baltico possono essere impugnate all'Amministrazione doganale nord-occidentale.
Si noti che la legislazione prevede un altro modo più operativo di ottenere informazioni sulla decisione presa, l'azione (inazione) dei funzionari doganali, che ha anche una serie di vantaggi rispetto a un ricorso giudiziario. Pertanto, ai sensi dell'articolo 265 della legge, una persona ha il diritto di presentare una richiesta, sia verbalmente che per iscritto, circa la decisione presa, l'azione (inazione) dei funzionari doganali all'autorità doganale che ha preso la decisione o ha commesso l'azione (inazione). Una richiesta orale è considerata dall'autorità doganale il giorno in cui è stata ricevuta. Quando si invia una richiesta scritta, la risposta deve essere data per iscritto entro dieci giorni dalla data di ricevimento.
In questo caso, la richiesta deve essere presentata entro sei mesi dalla data della decisione, l'azione (inazione) o la scadenza della loro accettazione o impegno, o dal giorno in cui la persona è venuta a conoscenza della decisione o dell'azione (inazione).

fonte: http://seanews.ru/2019/01/15/ru-kak-obzhalovat-reshenie-tamozhni/

(0 voti)
Valuta questo articolo
I negozi online stranieri collegano l'opzione della dogana russa

Gli acquirenti russi di negozi online stranieri avranno l'opportunità di pagare i dazi doganali direttamente al momento dell'acquisto sul sito, che deriva dal materiale della Rossiyskaya Gazeta. Fino a gennaio 2019, i russi hanno pagato una tassa presso gli uffici postali al ricevimento della merce.
I negozi online stranieri saranno in grado di collegare volontariamente una nuova opzione nel quadro del progetto pilota "Post of Russia" e del Servizio federale delle dogane. La soluzione tecnologica consentirà loro di informare immediatamente l'acquirente quando viene superata la soglia di acquisto in franchigia.
Ora il "soffitto" è di 500 euro al mese. Per tutto l'eccesso, viene fornita una commissione di 30%. Cioè, al momento dell'ordine di pacchi, ad esempio, su euro 700 al mese, il russo pagherà 30% con 200 euro.
Al momento dell'acquisto in un negozio online estero collegato al progetto di pagamento a distanza del dazio, la tassa attraverso il "Post of Russia" sarà trasferita immediatamente al tesoro. Se il negozio non è coinvolto nel progetto, l'acquirente pagherà comunque una commissione all'ufficio postale.
In precedenza, i media hanno scritto sulla nuova possibilità della FCS di addebitare commissioni aggiuntive sui pacchi dalla Cina, sottovalutando il costo o il peso.
Secondo Data Insight, per 2018 un anno, il volume degli acquisti nei negozi online stranieri in Russia (vendite transfrontaliere) in rubli è aumentato del 29%, a 348 miliardi di rubli.

fonte: https://www.buybrand.ru/news/21850/

(0 voti)
Valuta questo articolo
La dogana russa ha avuto accesso alle informazioni sulle spedizioni dalla Cina

Il Servizio federale delle dogane (FCS) ha ottenuto l'accesso alle informazioni sulle spedizioni dalla Cina, compresi i dati relativi a costi, peso e frequenza di ricezione da parte di un destinatario specifico. Questa misura è necessaria per combattere le importazioni illegali, secondo Vedomosti.
Ottenere informazioni dettagliate sulle spedizioni è diventato possibile dopo aver firmato un memorandum speciale con la Cina. Le richieste alle autorità doganali di qualsiasi paese possono essere inviate ora, ma senza tali accordi, la risposta non è garantita, hanno detto alla FCS.
Finora, i funzionari doganali russi hanno accesso alle informazioni solo sul potenziale traffico di migranti e sui prodotti che potrebbero violare i diritti di proprietà intellettuale, ma l'elenco si espanderà in futuro.
Secondo Artem Sokolov, presidente dell'Associazione delle società di commercio su Internet (AKIT), 70% dell'e-commerce transfrontaliero è costituito da piccoli elettrodomestici, elettronica, accessori, abbigliamento e calzature. Vengono inviati come beni per uso personale, quindi non superano la certificazione e non sono tassati, anche se in seguito rivenderanno questi prodotti.
Dai paesi europei, il Servizio federale delle dogane sta già ricevendo informazioni sui pacchi, osserva Elena Belozerova, direttrice della direzione del commercio estero e della legislazione doganale presso lo studio legale BCLP. Ma le autorità doganali cinesi non hanno sempre risposto alle richieste della dogana russa o non hanno fornito le informazioni richieste, aggiunge.
"Ora la dogana saprà chi ha inviato, quanto spesso la stessa persona riceve la merce, qual è il peso del pacco, a quale prezzo è andato", ha spiegato Belozerova.

fonte: https://rb.ru/news/posylki-iz-kitaya/

(1 Rate)
Valuta questo articolo
L'arbitrato ha preso la parte degli imprenditori in una controversia con l'autorità fiscale

Il tribunale arbitrale della regione di Chelyabinsk si è pronunciato a favore della società RusPromTehSnab, che importa motori elettrici per frantoi per cereali, in una controversia con le autorità doganali. Le autorità fiscali, come ha rilevato l'istanza, hanno illegalmente addebitato alle imprese i pagamenti per le attrezzature importate.

I conflitti relativi ai pagamenti supplementari - principalmente dazi - sono permanenti nel rapporto tra importatori e doganieri. Uno di questi processi risonanti era una disputa tra RusPromTehSnab LLC e la dogana di Chelyabinsk, come precedentemente descritto in dettaglio da Pravda UrFO.
Come sapete, quando l'importazione di merci nella Federazione russa nella dichiarazione indica il suo codice di classificazione, che è la base per il calcolo e il calcolo dei dazi doganali. L'autorità doganale ha la possibilità di ricontrollare il codice specificato e addebitare un dazio di svariati milioni di dollari per gli ultimi tre anni di fornitura di questo prodotto. Allo stesso tempo, l'importatore non viene risparmiato dal fatto che le consegne possono essere effettuate regolarmente per un lungo periodo con lo stesso codice, che in precedenza non ha causato alcuna pretesa di fiscalità.
"A settembre dello scorso anno, la dogana ha avviato l'ispezione dei nostri prodotti. Abbiamo aperto il container, sequestrato i motori per l'esame e deciso circa un mese dopo che le merci erano state classificate erroneamente secondo il codice doganale per la dichiarazione del TNVED, "Pavel Goncharov, direttore commerciale di RusPromTechSnab, ricorda le fonti del conflitto.
Di conseguenza, il prodotto era, secondo il capo dell'azienda, il dazio sull'interesse 11. L'ammontare di 1,5 mln rubli è stato cancellato dal conto corrente della società. Dal momento che per l'intero periodo di consegne il sovrapprezzo potrebbe raggiungere 10 milioni di rubli, Pavel Goncharov non ha escluso la chiusura della società.
Tuttavia, gli stessi funzionari doganali hanno fatto riferimento alle disposizioni di legge, consentendo loro di rivedere unilateralmente i risultati delle ispezioni precedenti e di addebitare commissioni aggiuntive. In alcuni casi, il dichiarante può essere esposto a responsabilità penale.
"Se le caratteristiche tecniche o qualitative chiave dei beni sono indicate in modo errato e questo ha influito sulla sua classificazione, allora questo fatto costituisce la composizione di un reato amministrativo, le cui sanzioni possono ammontare a due differenze di pagamento non pagate nel bilancio. Nel caso in cui la differenza monetaria sia significativa, il dichiarante può anche ricadere sotto la responsabilità penale ", Stanislav Vasev, il vice capo delle dogane di Chelyabinsk per le attività economiche, ha spiegato le azioni dei dipendenti.
Tuttavia, durante la preparazione della domanda al tribunale da parte di avvocati che rappresentano gli interessi dell'importatore, è apparso evidente che le autorità fiscali hanno commesso un numero significativo di gravi violazioni, anche in sede di revisione del codice di classificazione.
"La cosa più sorprendente è che l'autorità doganale ha presentato alla causa due versioni delle decisioni di classificazione contestate, che differivano dalla decisione inviata al dichiarante. Cioè, dopo aver ricevuto una domanda al tribunale dall'autorità doganale effettuato il lavoro sugli errori commessi dalle autorità doganali ed è elencato come le violazioni in una dichiarazione alla corte, ma la prima volta a correggere tutti gli errori non ha funzionato, per cui v'è un'altra revisione soluzione per lo stesso numero di la stessa data in cui è stata impugnata la decisione. Il totale nel file del caso erano tre decisioni doganali con contenuti diversi. Inoltre, la dogana ha affermato che il dichiarante importava un tipo di motore diverso da quello dichiarato e documentato dal dichiarante. In questo caso, l'autorità doganale delle constatazioni effettuate esclusivamente sulla base dei pareri di esperti doganali, che sono alle relazioni elettriche non ha, come si è scoperto in tribunale, uno dei massimi esperti doganali è un radioamatore, ed era convinto che sia abbastanza per essere considerato un esperto.
Va ricordato che l'esperto centrale forense Competenza Amministrazione delle dogane, che ospita la ricerca del prodotto, e che fa parte delle autorità doganali, in particolare, si tratta di una consulenza di alto livello o di capo, ma solo lo stato ispettore di dogana, in modo esperto non è indipendente, completa e imparziale . È per questo che abbiamo detto richiesta di esame forense, indipendentemente dalle opinioni e l'influenza dell'autorità doganale, che, di fatto, ha confermato che avevamo ragione, "- ha detto i dettagli del processo di managing partner dello studio legale" Forestale e partner "Peter Forestale.
Di conseguenza, l'arbitrato di 17 di dicembre ordinò il ritorno dei fondi raccolti illegalmente alla società. La corte ha soddisfatto i requisiti del "RusPromTehSnab", ha dichiarato illegale la decisione dei costumi Chelyabinsk di 6 settembre 2017 anno sulla classificazione delle merci in regime di HS, ha ordinato l'agenzia di stato per tornare alla società sovraccarica pagamenti doganali, così come recuperare da Chelyabinsk spese processuali doganali per un importo di 172 mille. Rubli, e la tassa di Stato nella quantità di 3 mille rubli.
Gli esperti nel frattempo prestano attenzione al significato della decisione dell'istanza per gli importatori russi. "Nonostante la legge senza precedenti nella Federazione Russa, il sistema giudiziario analizza costantemente le precedenti decisioni della corte. Pertanto, possiamo tranquillamente affermare che la decisione presa ieri consentirà agli imprenditori di risparmiare milioni di rubli e, a volte, di salvare l'azienda dalla bancarotta ", ha detto la fonte, specializzandosi in controversie legali con le autorità doganali.

Autore: Bogdan Budnik
fonte: http://pravdaurfo.ru/news/172052-sud-zastavil-chelyabinskuyu-tamozhnyu-vernut

(0 voti)
Valuta questo articolo
La dogana francese ha sequestrato tonnellate di cocaina a 1,7 a Cannes

Il farmaco è arrivato dal Brasile, il valore del lotto è di 70 milioni di euro.
La dogana francese ha intercettato tonnellate di cocaina in un porto di Cannes nei pressi di 1,7. Lo ha riferito l'agenzia di stampa Xinhua, citando il ministero di Stato e finanza.
L'incidente si è verificato anche a dicembre 6, ma è diventato noto solo ora. Secondo la dichiarazione del ministero, i doganieri hanno trovato della cocaina che pesava 1662 kg nascosto in un contenitore durante un'ispezione in un porto commerciale. Il valore del lotto è 70 milioni di euro.
Il contenitore in cui sono stati trovati i farmaci è stato portato in Francia dal Brasile. La polizia locale ha iniziato a indagare su questo caso.

fonte: http://www.trud.ru/article/11-12-2018/1370175_tamozhnja_frantsii_perexvatila_v_kannax_1_7_tonny_kokaina.html

(0 voti)
Valuta questo articolo
La dogana non ha lasciato una tonnellata di ricambi auto a Vladivostok

Più di una tonnellata di pezzi di ricambio non dichiarati per camion sono stati identificati dai dipendenti delle dogane di Vladivostok nella dogana del porto marittimo di Vladivostok. Articolo - 1 100 parti automobilistiche - arrestate. Rapporti su di esso «Primorskaya Gazeta» con riferimento al segretario stampa della dogana di Vladivostok Asya Berezhnaya.

- L'importatore russo ha presentato una dichiarazione doganale sull'importazione dalla Cina di vari pezzi di ricambio per autocarri con un peso totale superiore alle tonnellate di 24. Durante l'ispezione doganale, i funzionari della dogana di Vladivostok hanno trovato nel container, oltre alle merci dichiarate, 1 100 ricambi auto non dichiarati - fari, cuscinetti, olio e filtri dell'aria. I pezzi di ricambio per automobili sono stati nascosti nella profondità del contenitore tra i prodotti dichiarati, - ha spiegato il servizio di stampa doganale.

Il fornitore non aveva documenti che confermassero la sicurezza e la qualità delle merci, quindi deliberatamente non ha indicato i ricambi auto nella dichiarazione. Le merci vengono arrestate, viene presa in considerazione la possibilità di avviare una causa amministrativa per la mancata dichiarazione delle merci.

Per la mancata dichiarazione nella forma prescritta di beni è responsabile una persona giuridica. Una sanzione amministrativa può variare da 1 / 2 al doppio del valore dei beni che sono oggetto di un reato amministrativo o della loro confisca.

fonte: https://primgazeta.ru/news/tamozhnya-ne-pustila-tonnu-avtozapchastej-vo-vlvdivostok-10-12-2018-01-23-30
Foto: Servizio stampa doganale di Vladivostok

(0 voti)
Valuta questo articolo
Quasi 25 tonnellate di gamberi senza documenti arrivarono a Vladivostok dalla Cina

La società importatrice è stata portata alla responsabilità amministrativa.

Un'azienda di Vladivostok, che ha trasportato quasi 25 tonnellate di gamberetti cotti e surgelati dalla Cina alla Russia, incorrerà in sanzioni amministrative per violazione dei requisiti veterinari e sanitari, riferisce l'ENV, citando il servizio stampa della gestione Rosselkhoznadzor nel Primorsky Krai e Sakhalin Oblast.
Nel porto commerciale di Vladivostok, quando una grande quantità di gamberi controllati con un peso lordo di 24 kg di 900 importati dal trasporto marittimo dalla Cina è stata importata nella Federazione Russa, i funzionari dell'amministrazione Rosselkhoznadzor nella regione Primorsky Krai e Sakhalin hanno individuato violazioni dei requisiti veterinari e sanitari uniformi.
Durante l'ispezione presso il deposito temporaneo di LLC "DRT" nel territorio di Vladivostok, l'ispettore di stato della direzione ha rilevato che il vettore non aveva il permesso di importare il capo ispettore veterinario della Federazione russa per i prodotti sotto sorveglianza.
Per violazione dei requisiti veterinari e sanitari per il trasporto di prodotti di origine animale, l'Ufficio ha avviato procedimenti amministrativi ai sensi della Parte X NUMX, Art. X NUMX del Codice Amministrativo della Federazione Russa ("Violazione di norme sulla quarantena animale o altre norme sanitarie e veterinarie").

fonte: https://novostivl.ru/post/68165/

(0 voti)
Valuta questo articolo
La corte ha arrestato il vice capo della dogana di Mosca nel caso di una grossa mazzetta

Meshchansky, tribunale di Mosca, ha arrestato il vice capo delle dogane regionali di Mosca della FCS, colonnello del servizio doganale Denis Rudenko, accusato di corruzione, ha riferito alla RIA Novosti il ​​servizio stampa della corte.
"La corte ha deciso di scegliere una misura di moderazione sotto forma di detenzione", - le parole del giudice sono riportate nel messaggio.
Secondo il servizio stampa della SU di Mosca interregionale sul trasporto della IC russa, Rudenko è stato detenuto in uno dei caffè di Mosca durante il trasferimento di una tangente per un importo di 11 milioni di rubli da parte dell'imprenditore, mentre il sospetto ha promesso di non controllare contro la società per la quale aveva materiali.
Rudenko non si è dichiarato colpevole, citando il fatto che è confermato solo da una testimonianza. Come ha affermato l'investigatore durante l'incontro, il Regno Unito ha aperto un procedimento penale sulla base del reato "Prendendo tangenti su larga scala".
"Rudenko può nascondere e influenzare i testimoni, ha la capacità di influenzare l'investigatore Potemkin, che ha indicato direttamente Rudenko come la persona che ha commesso il crimine", ha detto il rappresentante dell'agenzia dei trasporti del Regno Unito.
Il sospetto ha dichiarato di essere pronto a collaborare all'inchiesta. "Darò testimonianza onesta e sincera, sono iscritto a Mosca, ho un figlio piccolo, il coniuge non lavora e lo fa.Il mio figlio è la cosa più preziosa che ho nella mia vita.Per favore scegli i miei arresti domiciliari", ha chiesto Rudenko .
Secondo il vice capo della dogana, ha una biografia immacolata, ci sono premi.
Secondo l'indagine, in 2012-2017, Rudenko era a capo del dipartimento per l'investigazione di casi particolarmente importanti nel Dipartimento di investigazione interregionale di Mosca per il trasporto dell'IC RF. In precedenza, è stato vicedirettore delle dogane operative centrali. In 2017, il Servizio federale delle dogane della Russia ha condotto un'ispezione non programmata delle dogane regionali di Mosca e ha rivelato una serie di violazioni della legislazione doganale. Di conseguenza, un certo numero di funzionari esecutivi è stato licenziato, compreso il primo vice capo della dogana.


fonte: https://ria.ru/incidents/20181130/1536131272.html

(1 Rate)
Valuta questo articolo
La dogana ha parlato della causa penale contro il produttore di pneumatici Bridgestone

Le azioni investigative negli uffici di Mosca, San Pietroburgo e Ulyanovsk di un produttore di pneumatici giapponese sono state eseguite nell'ambito di un procedimento penale aperto per eludere i dazi doganali su larga scala.
Le ricerche negli uffici del produttore di pneumatici Bridgestone sono state condotte sulla base di un procedimento penale per eludere i dazi doganali su una scala particolarmente ampia. Questo è stato in una conversazione con RBC ha detto il segretario stampa della dogana baltica Alina Schmidt.
"Dipendenti delle dogane baltiche nell'ambito del procedimento penale alla voce" g "h 2 art. 194 del Codice Penale della Federazione Russa (evasione dal pagamento di dazi doganali riscossi su un'organizzazione o un individuo su larga scala) sono stati perquisiti in diversi uffici Bridgestone a Mosca, San Pietroburgo e Ul'janovsk ", ha detto a RBC Alina Schmidt, portavoce della Baltic Customs.
Le azioni investigative, come ha scritto RBC in precedenza, citando fonti, si sono svolte lo scorso martedì, novembre 20, negli uffici di Mosca e Ulyanovsk di un'azienda giapponese. Nell'ufficio di Mosca, situato in via Letnikovskaya, le forze dell'ordine sono venute con il supporto di SOBR, ha detto la fonte di RBC. In Ulyanovsk, le azioni investigative hanno avuto luogo in uno stabilimento per la produzione di pneumatici per autovetture. Sulle ricerche nell'ufficio di Bridgestone a San Pietroburgo non era noto in precedenza.
Nella stessa Bridgestone, si è detto che martedì "rappresentanti delle dogane del Baltico" sono arrivati ​​nell'ufficio della compagnia, ma senza agenti di polizia. "Si tratta della fornitura di attrezzature avvenute circa tre anni fa", ha spiegato Vera Moshkina, direttore marketing di Bridgestone in Russia. Ha assicurato che la società è completamente pronta a collaborare con i rappresentanti delle dogane.

fonte:https://www.rbc.ru/politics/22/11/2018/5bf6b0119a7947690094b4ac

(0 voti)
Valuta questo articolo
Una mezza tonnellata di caffè non dichiarato fu rimandata dalla dogana di Vladivostok

1 520 confezioni di caffè non dichiarato, che arrivavano in un container dal Vietnam, sono state rivelate da impiegati della dogana di Vladivostok presso la dogana del porto di Vladivostok. Oggetto arrestato. Rapporti su di esso "Vesti: Primorye" con riferimento al rappresentante della dogana di Vladivostok Asya Berezhnaya.
L'importatore russo ha presentato alla dogana di Vladivostok una dichiarazione sull'importazione di scatole 1 703 con prodotti alimentari - salsa "Cile" dal Vietnam.
Durante l'ispezione doganale, i funzionari della dogana di Vladivostok hanno trovato nel contenitore, oltre alle merci dichiarate, 1 520 confezioni di caffè non dichiarato, con un peso totale di 520 chilogrammi. Il prodotto era nascosto sotto le scatole con salsa chili.
L'importatore ha deliberatamente nascosto il prodotto, in quanto non disponeva di documenti di autorizzazione che confermassero la qualità del caffè. Oggetto arrestato. Un caso amministrativo per la non dichiarazione delle merci.


fonte: http://vestiprim.ru/news/ptrnews/70524-poltonny-nezadeklarirovannogo-kofe-zaderzhala-vladivostokskaya-tamozhnya.html

(0 voti)
Valuta questo articolo
Importazione di orologi e gioielli costosi in Russia senza una dichiarazione equiparata al contrabbando

Il Servizio federale delle dogane della Russia ha incluso articoli in metalli preziosi, compresi gli orologi, nella lista dei beni strategicamente importanti. Dal mese di novembre 24, il loro ingresso nel paese senza una dichiarazione sarà uguale al contrabbando, secondo il sito web dell'agenzia.
Se il costo del contrabbando supera il milione di rubli, i violatori rientreranno nell'articolo del Codice penale della Russia 226.1. Dovranno affrontare da tre a sette anni di carcere con una multa fino a un milione di rubli.
L'elenco di prodotti strategicamente importanti includerà oggetti in metalli preziosi e pietre, nonché perle naturali; orologi da taschino e da polso con una cassa di metallo prezioso; custodie, cinturini, cinturini e bracciali per orologi in metalli preziosi; minerali e concentrati di metalli preziosi.
Il quotidiano Vedomosti, citando la dogana, riferisce che nella prima metà di quest'anno la Russia ha importato pietre preziose, metalli e prodotti da loro per 7,03 milioni di dollari. La parte del leone del mercato russo di costosi orologi e gioielli cade sulle importazioni grigie.

fonte: https://snob.ru/news/168413

(0 voti)
Valuta questo articolo
La dogana di Sheremetyevo pagherà Apple 147 milioni di rubli


Il tribunale arbitrale della Regione di Mosca ha ordinato alle dogane di Sheremetyevo di restituire Apple Rus LLC (divisione russa di Apple) oltre a 147 milioni di rubli. nel caso dell'importazione di "orologi intelligenti" Apple Watch.
"Restituire Apple Rus LLC pagamenti doganali inutilmente richiesti per un importo di 42,9 milioni di rubli, pagare gli interessi sull'ammontare dei pagamenti doganali eccessivamente raccolti per un importo di 104,2 milioni di rubli", RIA Novosti cita il giudice Andrey Obarchuk.
In precedenza, la dogana addebitata per l'importazione di Arrle guarda un dazio in 10% come per un orologio da polso, ma questo dispositivo è utilizzato per la trasmissione dei dati, e questa categoria di prodotti non è soggetta a dazi. I rappresentanti di Apple Rus hanno chiesto di riscuotere pagamenti in eccesso dalla dogana per un importo di circa 43 milioni di rubli, nonché interessi (numero di caso A41-62413 / 2018). Sheremetyevo Dogana ha accettato di restituire il denaro, ma a causa della difficoltà nel calcolare gli interessi il giorno del ritorno, la corte ha chiesto al tribunale di riscuotere solo l'importo principale, invitando Apple Rus a calcolare l'interesse e presentare una domanda separata per riscuoterli dopo aver ricevuto i pagamenti stessi.
"Figlia" Apple ha già fatto causa alla dogana russa a causa della classificazione di Apple Watch. Ad esempio, in settembre 2017, la Corte Suprema ha dichiarato tre decisioni del Consiglio centrale delle dogane del Servizio federale delle dogane della Russia di modificare la classificazione doganale degli orologi intelligenti illegali.
Secondo questa decisione della FCS emessa da 13 il 2015 di novembre dell'anno, Apple Watch è stata classificata come orologio da polso, per il quale il dazio all'importazione viene addebitato in 10%, mentre gli smartwatch sono dispositivi di trasmissione dati, la cui importazione non dovrebbe essere soggetta a dazio. Il tribunale giudiziario della Corte Suprema, avendo esaminato l'appello di Apple Rus, ha annullato gli atti giudiziari di tre istanze inferiori, che in precedenza si erano rifiutate di riconoscere le conclusioni della FCS come illegali.

fonte: https://pravo.ru/news/206793/

(0 voti)
Valuta questo articolo
Con 2020, le dogane dell'Estremo Oriente saranno divise in categorie

Nel corso della riforma delle autorità doganali, tutte le dogane dell'Estremo Oriente saranno divise in tre categorie. Queste saranno le effettive dogane di controllo, le dogane elettroniche regionali e le usanze complete. Lo ha annunciato il capo del Dipartimento delle dogane dell'Estremo Oriente, Yuri Ladygin, in una riunione del Consiglio consultivo sul lavoro con i partecipanti di attività economiche straniere presso l'Università tecnica dell'Estremo Oriente.
Le dogane del controllo effettivo e i posti doganali subordinati svolgeranno principalmente il controllo effettivo delle merci trasportate. Inoltre, presso i posti doganali di controllo effettivo, la dichiarazione sarà parzialmente conservata. Ad esempio, ci saranno funzioni per la dichiarazione di determinate categorie di merci o in casi speciali che comportano l'uso di un modulo di dichiarazione cartacea o una peculiarità di controllo in relazione a determinati regimi doganali, nonché a determinate categorie di persone.
I centri doganali elettronici e di dichiarazione elettronica (EAC) condurranno la dichiarazione di merci elettroniche e il controllo documentale. Si prevede che le dogane elettroniche dell'Estremo Oriente e due uffici doganali - il centro della dichiarazione elettronica (Vladivostok, subordinato alle dogane di Vladivostok e dell'Estremo Oriente, subordinato alle dogane elettroniche dell'Estremo Oriente) saranno creati nella regione di attività dell'Università Tecnica dell'Estremo Oriente. Qui il volume principale della dichiarazione sarà concentrato. La dogana di Vladivostok (CED) effettuerà lo sdoganamento delle merci importate dal trasporto marittimo, la dogana dell'Estremo Oriente (CED) - merci importate da altri modi di trasporto. Le dogane a pieno titolo (nel DVTU saranno le usanze di Vladivostok) saranno in grado di effettuare sia la dichiarazione che il controllo effettivo delle merci.

fonte: http://www.rzd-partner.ru/logistics/news/zheleznaya-doroga-mozhet-svyazat-dva-krupnykh-uralskikh-goroda-vremya-v-puti-sostavit-do-1-chasa-10-/

<< Inizio < precedente 1 3 4 5 6 7 8 9 10 > ultimo >>
Pagina 1 da 35