Russian Cinese (semplificato) Inglese filippina Italiano Giapponese Korean Malay Thai vietnamita
informazioni pubblicazione La dogana ha parlato della causa penale contro il produttore di pneumatici Bridgestone
Novembre 23 2018

La dogana ha parlato della causa penale contro il produttore di pneumatici Bridgestone

(1 Rate)
Valuta questo articolo
La dogana ha parlato della causa penale contro il produttore di pneumatici Bridgestone

Le azioni investigative negli uffici di Mosca, San Pietroburgo e Ulyanovsk di un produttore di pneumatici giapponese sono state eseguite nell'ambito di un procedimento penale aperto per eludere i dazi doganali su larga scala.
Le ricerche negli uffici del produttore di pneumatici Bridgestone sono state condotte sulla base di un procedimento penale per eludere i dazi doganali su una scala particolarmente ampia. Questo è stato in una conversazione con RBC ha detto il segretario stampa della dogana baltica Alina Schmidt.
"Dipendenti delle dogane baltiche nell'ambito del procedimento penale alla voce" g "h 2 art. 194 del Codice Penale della Federazione Russa (evasione dal pagamento di dazi doganali riscossi su un'organizzazione o un individuo su larga scala) sono stati perquisiti in diversi uffici Bridgestone a Mosca, San Pietroburgo e Ul'janovsk ", ha detto a RBC Alina Schmidt, portavoce della Baltic Customs.
Le azioni investigative, come ha scritto RBC in precedenza, citando fonti, si sono svolte lo scorso martedì, novembre 20, negli uffici di Mosca e Ulyanovsk di un'azienda giapponese. Nell'ufficio di Mosca, situato in via Letnikovskaya, le forze dell'ordine sono venute con il supporto di SOBR, ha detto la fonte di RBC. In Ulyanovsk, le azioni investigative hanno avuto luogo in uno stabilimento per la produzione di pneumatici per autovetture. Sulle ricerche nell'ufficio di Bridgestone a San Pietroburgo non era noto in precedenza.
Nella stessa Bridgestone, si è detto che martedì "rappresentanti delle dogane del Baltico" sono arrivati ​​nell'ufficio della compagnia, ma senza agenti di polizia. "Si tratta della fornitura di attrezzature avvenute circa tre anni fa", ha spiegato Vera Moshkina, direttore marketing di Bridgestone in Russia. Ha assicurato che la società è completamente pronta a collaborare con i rappresentanti delle dogane.

fonte:https://www.rbc.ru/politics/22/11/2018/5bf6b0119a7947690094b4ac

leggere 2250 tempo